Ubs WM, con Grexit mercati volatili a lungo

A
A
A

A parlare è Mark Haefele, Global Chief Investment Officer di UBS Wealth Management.

di Elisa Zeri30 giugno 2015 | 06:22

Si è aperto un nuovo atto della complessa e disperata vicenda greca nello scorso fine settimana. Mentre continuano gli appelli perché la crisi greca si risolva senza la rottura dell’Eurozona, in primis da parte del premier tedesco, Angela Merkel, che ha dichiarato: “se fallisce l’euro, fallisce l’Europa”. A parlare è Mark Haefele (nella foto), Global Chief Investment Officer di UBS Wealth Management.

Qual è il vostro scenario di base?

Anche se il nostro scenario di base continua a prevedere il permanere della Grecia nell’unione monetaria, la mancanza di una risoluzione porterà a mercati sempre più volatili.

Le azioni europee continueranno a costituire una preferenza?
Riteniamo che rimanere investiti nei titoli azionari dell’Eurozona in questa fase storica e dei mercati si rivelerà una mossa corretta e manteniamo un sovrappeso sulle azioni dell’Eurozona. E, in relazione all’orizzonte di investimento sui prossimi sei mesi, ci aspettiamo che l’azione della Bce riesca a mitigare gli effetti di contagio nei confronti di altri mercati o di economie, nel caso di una fuoriuscita della Grecia. Nel nostro scenario base, gli investitori dovrebbero considerare un sell-off delle azioni europee, che finirebbe inevitabilmente per accadere intorno a questo referendum, come una valida opportunità di acquisto.

E i mercati obbligazionari?

In particolare nel credito corporate, i mercati del fixed income diventeranno temporaneamente meno liquidi nel prossimo periodo di elevata incertezza, il che dovrebbe portare a premi di rischio più elevati. È inoltre probabile un forte calo dell’euro nei confronti del dollaro. In questa fase è troppo presto per identificare potenziali opportunità in mercati obbligazionari.

Che ruolo ha la Bce a questo punto?
La Banca centrale europea è pronta ad agire con forza in caso di un forte aumento dei costi di finanziamento di Spagna, Italia e Portogallo. Anche la risposta di altre banche centrali, come la Fed, potrebbe essere forte. I rapporti finanziari e commerciali diretti con la Grecia sono relativamente limitati. Ciò significa che anche un collasso economico della Grecia non dovrebbe avere un impatto materiale negativo sul resto della zona euro. Gli indicatori principali della zona euro indicano il rafforzamento dei fondamentali economici, il che significa un cuscino maggiore contro potenziali shock. Anche le indicazioni di una ripresa della crescita statunitense e il taglio dei tassi da parte della Banca Popolare Cinese contribuiranno a sostenere la liquidità globale.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Private banking, nuova piattaforma in Asia per Ubs

Ermotti (Ubs): “I ricchi? Curiosi ma scettici sui bitcoin”

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

UBS AM quota il primo ETF multifactor per investire su large, mid e small cap USA

Ubs Am lancia un etf sull’azionario europeo

Il wealth management spinge i conti di Ubs

Le private bank puntano ancora su Londra (nonostante la Brexit)

Ubs investe in iCapital Network

Ubs punta sull’advisory board tutto al femminile

A Ubs cinque Euromoney Awards for Excellence 2017

Banca Leonardo Francia passa a Ubs

Ubs, i manager-chiave del nuovo private banking

Ubs ristruttura il business europeo

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi Azionari Tematici – Investimenti Etici e Socialmente Resp. (Globale)

Ubs organizza una nuova challenge a tema fintech

Blueindex: il rimbalzo dei finanziari fa volare Natixis, Barclays e Deutsche Bank

Ubs, utile col vento in poppa nel primo trimestre

Elezioni francesi: tutti gli scenari di gestori e analisti

Citigroup prende Borisoff da Ubs

L’Etf di Ubs sulle commodity supera il miliardo di $ di Aum

Il rialzo graduale dei tassi della Fed può favorire oro e materie prime

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi obbligazionari convertibili euro

Ubs, utile miliardario e un po’ meno bonus a Ermotti

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi obbligazionari America Latina

Carugati sale in Ubs

Ubs Etf punta sulle obbligazioni sostenibili dell’area euro

Alix Foulonneau (Ubs Am): Così puntiamo sui megatrend

Ubs chiude il 2016 in bellezza

Ubs perde quota in borsa nonostante buona trimestrale

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi a azionari Australia

Classifiche Bluerating: Fidelity in testa tra i fondi obbligazionari Asia Pacifico

Ubs accorpa le sue attività di Wm in Europa

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi obbligazionari franco svizzero

Ti può anche interessare

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con le operazioni pronti contro termine

RISPOSTA “D” – La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito dei contratti forw ...

Mifid 2, come gestire gli effetti sui costi

di Gaetano Megale* L’incremento e la salienza del prezzo della consulenza saranno accentuati signi ...

Efpa Italia, 15 anni e non dimostrarli

Pubblichiamo il contributo di Luciano Liccardo, segretario generale di Efpa Italia, in occasione dei ...