Doris (Banca Mediolanum): sulla raccolta netta il 2015 batterà il 2014

A
A
A

Banca Mediolanum punta sul private banking e prevede di archiviare il 2015 con una raccolta netta migliore di circa il 10-15% rispetto ai 4 miliardi del 2014.

di Diana Bin30 luglio 2015 | 15:25

RACCOLTA E RECLUTAMENTO Banca Mediolanum punta sul private banking e prevede di archiviare il 2015 con una raccolta netta migliore di circa il 10-15% rispetto ai 4 miliardi del 2014. Lo hanno detto Ennio e Massimo Doris (insieme nella foto), rispettivamente presidente e amministratore delegato di Banca Mediolanum, nel corso della conference call con gli analisti a commento dei dati semestrali del gruppo. Sul fronte del reclutamento, da gennaio a giugno la rete ha inserito in tutto 95 nuovi family banker, mentre 88 hanno lasciato, 81 per seguire altre strade professionali e sette perché giunti al termine della propria carriera lavorativa: in questo passaggio, evidenzia Banca Mediolanum, si è evidenziato un miglioramento del portafoglio medio dei professionisti operativi all’interno della rete, che a fine giugno si attestava a 13,1 milioni di euro (dai 12,2 di gennaio).

PORTAFOGLIO MEDIO IN CRESCITA – In particolare, la quota di professionisti con un portafoglio medio superiore ai 20 milioni di euro è salito dal 15% di inizio anno al 18%, mentre la percentuale di family banker con asset in gestione tra 10 e 20 milioni è salita dal 31 al 33%. Si è ridotta invece dal 30 al 28% la quota di pf con un portafoglio medio tra 5 e 10 milioni e dal 19 al 17% quella dei portafogli tra 1 e 5 milioni. Stabile al 5% invece la quota di portafogli inferiori a un milione di euro. Più nel dettaglio, al 30 giugno 2015 i private banker – ovvero i family banker dedicati a una clientela di tipo affluent e high net worth – erano in tutto 404, con un portafoglio medio di 32,1 milioni di euro.

PREVISIONI – Sul fronte della raccolta attesa per fine anno, Massimo Doris ha spiegato all’agenzia di stampa Radiocor che il 2015 dovrebbe concludersi con una crescita in linea con il primo semestre, quando è stata del 15%. “Metto in conto un progresso almeno del 10-15%”, ha detto. E il mese di luglio sarà “più o meno in linea con giugno, forse un po’ più alto”, mentre la raccolta netta in fondi sarà “buona ma inferiore a giugno, quando il dato aveva beneficiato di un’operazione di un cliente importante molto particolare”. Il mese che sta per concludersi evidenzierà invece un deciso incremento dei mortgage: “stiamo registrando una fortissima crescita delle richieste”, ha detto Ennio Doris.

RICHIAMO CONSOB – Quanto al richiamo della Consob al rispetto della normativa Mifid, Massimo Doris ha precisato che “i nostri family banker non percepiscono bonus legati alle commissioni e dunque non hanno interesse a incentivare un prodotto rispetto a un altro. I nostri fondi”, ha aggiunto il manager, “sono stati approvati a livello europeo. Se poi l’Esma, come pare, a inizio del 2016 darà nuove indicazioni e nuovi standard, ci adegueremo”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum a forza sette

Mediolanum, raffica di eventi targati Corporate University

Mediolanum rischia l’indice

Banca Mediolanum, trasloco in Spagna

Fideuram ISPB corre da sola, B. Generali insegue

Banca Mediolanum, estate a forza 9

La svolta di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, oggi il big show

E. Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per mercati e imprese”

Banca Mediolanum, fondi col vento in poppa

La corsa di Fideuram ISPB, B. Mediolanum insegue

Pir, Banca Mediolanum lancia anche le polizze

Personal branding: in università con Mediolanum

B. Mediolanum e Bnl prime in reclutamento a giugno

Doris: Faremo anche la banca d’affari

Banca Mediolanum, volano i profitti e le masse

Sei uomini d’oro per Banca Mediolanum

Investire nelle pmi, Mediolanum a tutto campo sui Pir

Banca Mediolanum, Doris in tour per far conoscere i Pir alle imprese

Banca Mediolanum sfiora i 3 miliardi

Tendenza Mediolanum: 5 appuntamenti in tutta la Penisola

Doris (B. Mediolanum): “Ecco come sarà la banca del futuro”

Doris: boom Pir, 1,3 miliardi a giugno

Il Mediolanum-pensiero attraversa l’Italia

L’importanza del cambiamento, serata con Mediolanum a Caltanissetta

Banca Mediolanum, maxi-reclutamento a maggio

Bail-in, rischi e rendimenti. Se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Mediolanum, Doris: “Compriamo il 5%”

Banca Mediolanum, vento in poppa con i Pir

Banca Generali e Fineco vincono la tappa

Quattro bancari nella rete di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, cinque ingressi tra Lombardia e Veneto

SdR17, Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per il gestito e l’Italia”

Ti può anche interessare

Aspettando gli Awards – Perché un premio alle donne cf

Il sesso femminile rappresenta ormai il 20% dell’intera categoria dei consulenti finanziari abilit ...

Peter Bodin guiderà Grant Thornton

Bodin, già ceo di Grant Thornton Svezia, assumerà la carica a far data dal 1° gennaio 2018, con u ...

Polizze Vita, ecco quelle che hanno reso di più lo scorso anno

Secondo i dati dell'Osservatorio Mia-Prometeia riportati dal settimanale Plus 24-Il Sole24Ore, si af ...