Doris (Banca Mediolanum): sulla raccolta netta il 2015 batterà il 2014

A
A
A

Banca Mediolanum punta sul private banking e prevede di archiviare il 2015 con una raccolta netta migliore di circa il 10-15% rispetto ai 4 miliardi del 2014.

di Diana Bin30 luglio 2015 | 15:25

RACCOLTA E RECLUTAMENTO Banca Mediolanum punta sul private banking e prevede di archiviare il 2015 con una raccolta netta migliore di circa il 10-15% rispetto ai 4 miliardi del 2014. Lo hanno detto Ennio e Massimo Doris (insieme nella foto), rispettivamente presidente e amministratore delegato di Banca Mediolanum, nel corso della conference call con gli analisti a commento dei dati semestrali del gruppo. Sul fronte del reclutamento, da gennaio a giugno la rete ha inserito in tutto 95 nuovi family banker, mentre 88 hanno lasciato, 81 per seguire altre strade professionali e sette perché giunti al termine della propria carriera lavorativa: in questo passaggio, evidenzia Banca Mediolanum, si è evidenziato un miglioramento del portafoglio medio dei professionisti operativi all’interno della rete, che a fine giugno si attestava a 13,1 milioni di euro (dai 12,2 di gennaio).

PORTAFOGLIO MEDIO IN CRESCITA – In particolare, la quota di professionisti con un portafoglio medio superiore ai 20 milioni di euro è salito dal 15% di inizio anno al 18%, mentre la percentuale di family banker con asset in gestione tra 10 e 20 milioni è salita dal 31 al 33%. Si è ridotta invece dal 30 al 28% la quota di pf con un portafoglio medio tra 5 e 10 milioni e dal 19 al 17% quella dei portafogli tra 1 e 5 milioni. Stabile al 5% invece la quota di portafogli inferiori a un milione di euro. Più nel dettaglio, al 30 giugno 2015 i private banker – ovvero i family banker dedicati a una clientela di tipo affluent e high net worth – erano in tutto 404, con un portafoglio medio di 32,1 milioni di euro.

PREVISIONI – Sul fronte della raccolta attesa per fine anno, Massimo Doris ha spiegato all’agenzia di stampa Radiocor che il 2015 dovrebbe concludersi con una crescita in linea con il primo semestre, quando è stata del 15%. “Metto in conto un progresso almeno del 10-15%”, ha detto. E il mese di luglio sarà “più o meno in linea con giugno, forse un po’ più alto”, mentre la raccolta netta in fondi sarà “buona ma inferiore a giugno, quando il dato aveva beneficiato di un’operazione di un cliente importante molto particolare”. Il mese che sta per concludersi evidenzierà invece un deciso incremento dei mortgage: “stiamo registrando una fortissima crescita delle richieste”, ha detto Ennio Doris.

RICHIAMO CONSOB – Quanto al richiamo della Consob al rispetto della normativa Mifid, Massimo Doris ha precisato che “i nostri family banker non percepiscono bonus legati alle commissioni e dunque non hanno interesse a incentivare un prodotto rispetto a un altro. I nostri fondi”, ha aggiunto il manager, “sono stati approvati a livello europeo. Se poi l’Esma, come pare, a inizio del 2016 darà nuove indicazioni e nuovi standard, ci adegueremo”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Sospetti di appropriazione indebita, sospeso un ex cf di Banca Mediolanum

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Banca Mediolanum, maggio dieci e lode

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Doris (B.Mediolanum): “L’incertezza può frenare i Pir”

B. Mediolanum, i pac anti turbolenza salvano la raccolta

Reclutamento, Banca Mediolanum torna in testa

Deal a Porta Nuova per Mediolanum Real Estate

La scure della radiazione su un ex Mediolanum

Banca Mediolanum diventa Nomad

Pubblicità, per Mediolanum una questione di Testa

Banca Mediolanum, aprile a forza 12

Bimbi in ufficio a Banca Mediolanum

Mediolanum, consulenza sotto la Madonnina. Affittato da Cattolica Palazzo Biandrà

B.Mediolanum, cala l’utile e rallenta la raccolta

Banca Mediolanum, taglio del nastro a Bergamo

Mediolanum CU, altre tre tappe per il Progresso

Banca Mediolanum, pagamenti più facili con un Plick

Fininvest-Mediolanum, punto a Berlusconi

Tris d’assi per Banca Mediolanum

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Banca Mediolanum, Pac più che triplicati

Bozzolin (B.Mediolanum): “Rapporto umano al centro”

Gli Elementi Essenziali di Mediolanum

Banca Mediolanum, lo scatto di Doris nel nuovo spot

Mediolanum mantiene il trono di Efpa

Doris e l’armata di Piazza Affari

Doris (Banca Mediolanum): “La nostra agenda per la crescita”

La carica dei 23 di B.Mediolanum

A febbraio corre la raccolta di Banca Mediolanum

Doris, rivoluzione in cassaforte

I re del web, la scalata dei Doris

Pir, chi ha vinto lo scudetto

Ti può anche interessare

Altolà della Consob ai Segnali vincenti

Attraverso il sito venivano offerte al pubblico quote standardizzate di “conti gestiti”. ...

Enasarco: che fine ha fatto il bond Anthracite?

Il quotidiano Libero riporta sotto i riflettori la gestione finanziaria dell’ente e la mega obblig ...

Enasarco, non serve fare la voce grossa

Federpromm critica le recenti posizioni espresse dal presidente di Anasf, Maurizio Bufi ...