Banche in crisi, arriva la holding da 1,5 miliardi

A
A
A

Obiettivo: salvare Banca Marche, Carife e Popolare dell’Etruria tramite la creazione di una holding finanziata dagli altri istituti di credito italiani con un super aumento di capitale.

di Redazione4 settembre 2015 | 10:06
PIANO SALVA-BANCHE – Un progetto per salvare Banca Marche, Carife e la Popolare dell’Etruria tramite la creazione di una holding finanziata dagli altri istituti di credito italiani con un aumento di capitale in contanti per 1,5 miliardi: in questo consisterebbe il piano salva-banche del quale oggi riporta un’ampia anticipazione Il Sole 24 Ore, secondo cui questo progetto adesso è all’esame del board del Fondo interbancario per la tutela dei depositi. Stando a quanto riporta il quotidiano, sarebbe prevista anche la conversione delle obbligazioni subordinate delle banche in difficoltà – circa 700 milioni di euro – in azioni.

PRIMA DEL BAIL-IN – Dal primo gennaio 2016 diventerà operativo a livello europeo il nuovo meccanismo del bail-in e l’obiettivo sarebbe risolvere quello di tutto prima con la definizione del piano, la messa a fuoco degli aumenti di capitale che servono e la convocazione delle assemblee. Un auspicio a fare per tempo che sarebbe nel cuore della Banca d’Italia, del ministero dell’Economia e delle Finanze e dello stesso Fondo interbancario di tutela dei depositi. Auspicio condiviso comunque anche dalle banche interessate. In sostanza, le banche italiane sane diventerebbero socie di quelle in crisi. E in prospettiva, avvenuto il risanamento e il rilancio sotto la guida di nuovi vertici, le tre banche verrebbero messe sul mercato e vendute, consentendo agli istituti coinvolti di rientrare almeno in parte dell’investimento.  


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cessione del quinto, Bankitalia detta la linea

Vegagest: work in progress per Bankitalia

Cessione del quinto, Bankitalia lavora sulle linee guida

Bankitalia: a novembre sofferenze giù del 6,4%

Banche, calano le sofferenze. Ma attenzione ai titoli tossici

Rossi (Bankitalia): “Non sottovalutare i rischi dei Pir”

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Da Consob e Bankitalia le nuove norme per le sgr

Bankitalia, nel 2016 mille sportelli in meno

Bufera su Bsi in Italia

Banca Mediolanum, Fininvest deve scendere sotto il 10%

Più fondi e meno bond nel portafoglio degli italiani

Npl, Bankitalia: nuovi flussi ai minimi dal 2008

Bankitalia: ora i Npl varranno di più

Banche, obbligo di cambiare i 500 euro

Banca Carim, il cda rinviato a giudizio

Good bank, slitta il termine di presentazione delle offerte

CariCesena, gli ex-vertici sotto processo

Visco (Bankitalia): piu’ fusioni e taglio dei costi, ridurre le sofferenze

Visco (Bankitalia): “Le banche italiane devono tagliare i costi”

Visco: “Bisogna rivedere il bail-in”

Visco (Bankitalia): in Italia c’è un problema di educazione finanziaria

Mutui, lo spread si applica al tasso anche negativo

Bankitalia trema: 50 Bcc fragili

Vittoria di Berlusconi sul caso Mediolanum

Assegno della società senza timbro? Giusto che la banca non paghi

I tre maggiori azionisti scendono nel capitale Bankitalia

Visco indagato per il commissariamento Bps? Bankitalia non conferma

Promotori, training class: oggi si parla di Bankitalia e vigilanza informativa

Grecia, Bankitalia: banche italiane esposte per 800 milioni

L’Ivass e la lotta alle polizze ”a trabocchetto”

Relazione annuale Abf: Barclays e Mps tra gli inadempienti

Ti può anche interessare

Forex, il broker è abusivo ma continua a operare

Si chiama Blue Seal Limited-Mib700 e già ad aprile era stato segnalato dalla Consob, senza però su ...

Polizze, ai cf piace la multiramo

Un’analisi del settimanale Milano Finanza evidenzia come le reti dei consulenti finanziari colloch ...

Mediolanum fa 100 nel reclutamento

Si rafforza la squadra di consulenti di Banca Mediolanum, grazie a un sostanzioso apporto di nuovi v ...