Banche in crisi, arriva la holding da 1,5 miliardi

A
A
A

Obiettivo: salvare Banca Marche, Carife e Popolare dell’Etruria tramite la creazione di una holding finanziata dagli altri istituti di credito italiani con un super aumento di capitale.

di Redazione4 settembre 2015 | 10:06
PIANO SALVA-BANCHE – Un progetto per salvare Banca Marche, Carife e la Popolare dell’Etruria tramite la creazione di una holding finanziata dagli altri istituti di credito italiani con un aumento di capitale in contanti per 1,5 miliardi: in questo consisterebbe il piano salva-banche del quale oggi riporta un’ampia anticipazione Il Sole 24 Ore, secondo cui questo progetto adesso è all’esame del board del Fondo interbancario per la tutela dei depositi. Stando a quanto riporta il quotidiano, sarebbe prevista anche la conversione delle obbligazioni subordinate delle banche in difficoltà – circa 700 milioni di euro – in azioni.

PRIMA DEL BAIL-IN – Dal primo gennaio 2016 diventerà operativo a livello europeo il nuovo meccanismo del bail-in e l’obiettivo sarebbe risolvere quello di tutto prima con la definizione del piano, la messa a fuoco degli aumenti di capitale che servono e la convocazione delle assemblee. Un auspicio a fare per tempo che sarebbe nel cuore della Banca d’Italia, del ministero dell’Economia e delle Finanze e dello stesso Fondo interbancario di tutela dei depositi. Auspicio condiviso comunque anche dalle banche interessate. In sostanza, le banche italiane sane diventerebbero socie di quelle in crisi. E in prospettiva, avvenuto il risanamento e il rilancio sotto la guida di nuovi vertici, le tre banche verrebbero messe sul mercato e vendute, consentendo agli istituti coinvolti di rientrare almeno in parte dell’investimento.  

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cessione del quinto, Bankitalia lavora sulle linee guida

Bankitalia: a novembre sofferenze giù del 6,4%

Banche, calano le sofferenze. Ma attenzione ai titoli tossici

Rossi (Bankitalia): “Non sottovalutare i rischi dei Pir”

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Da Consob e Bankitalia le nuove norme per le sgr

Bankitalia, nel 2016 mille sportelli in meno

Bufera su Bsi in Italia

Banca Mediolanum, Fininvest deve scendere sotto il 10%

Più fondi e meno bond nel portafoglio degli italiani

Npl, Bankitalia: nuovi flussi ai minimi dal 2008

Bankitalia: ora i Npl varranno di più

Banche, obbligo di cambiare i 500 euro

Banca Carim, il cda rinviato a giudizio

Good bank, slitta il termine di presentazione delle offerte

CariCesena, gli ex-vertici sotto processo

Visco (Bankitalia): piu’ fusioni e taglio dei costi, ridurre le sofferenze

Visco (Bankitalia): “Le banche italiane devono tagliare i costi”

Visco: “Bisogna rivedere il bail-in”

Visco (Bankitalia): in Italia c’è un problema di educazione finanziaria

Mutui, lo spread si applica al tasso anche negativo

Bankitalia trema: 50 Bcc fragili

Vittoria di Berlusconi sul caso Mediolanum

Assegno della società senza timbro? Giusto che la banca non paghi

I tre maggiori azionisti scendono nel capitale Bankitalia

Visco indagato per il commissariamento Bps? Bankitalia non conferma

Promotori, training class: oggi si parla di Bankitalia e vigilanza informativa

Grecia, Bankitalia: banche italiane esposte per 800 milioni

L’Ivass e la lotta alle polizze ”a trabocchetto”

Relazione annuale Abf: Barclays e Mps tra gli inadempienti

Banca d’Italia: completata cessione ex partecipazione in Generali

Corre il debito pubblico italiano, ma l’estero compra i nostri titoli di stato

Ti può anche interessare

Mediobanca, toto-nomi per private e sgr

In pole position Viganò per la nuova divisione pb, numero 2 Delia-Russell. Franco candidato a.d. al ...

Bufi (Anasf): “Il contratto ibrido per i cf? Dubito che funzioni”

Su Twitter il presidente dell' Anasf dice la sua sul nuovo inquadramento di Intesa Sanpaolo. “La v ...

OCF, esame light per i commercialisti: altro stop al Senato

Bocciato a Palazzo Madama l’emendamento dei senatori NCD Marinello e Viceconte che prevede una pro ...