Azimut, nuovo colpo in Australia

A
A
A

Acquisita Farrow Hughes Mulcahy Financial Services. Il controvalore dell’operazione, includendo sia la parte in denaro sia il concambio azionario, è di circa 9,3 milioni di dollari australiani, equivalente a circa 6,2 milioni di euro.

Chiara Merico di Chiara Merico24 agosto 2017 | 12:11

COLPO AUSTRALIANO – Nuovo colpo in Australia per Azimut: la controllataAZ Next Generation Advisory Pty Ltd ha firmato oggi un accordo per acquisire l’intero capitale di Farrow Hughes Mulcahy Financial Services Pty Ltd. L’intesa prevede, per il 49%, un concambio di azioni FHM con azioni AZ NGA ed un progressivo riacquisto di tali azioni nei prossimi 10 anni. Il rimanente 51% verrà corrisposto ai soci fondatori in denaro in un periodo di due anni. Quest’ultimo accordo conferma l’obiettivo di AZ NGA di consolidare realtà di consulenza finanziaria in Australia che offrono servizi di asset allocation a clienti retail, HNW e istituzionali locali. AZ NGA, che ha raggiunto 5,6 miliardi di dollari australiani (equivalenti a 3,8 miliardi di euro) di masse, è stata costituita a novembre 2014 ed è controllata dal gruppo Azimut, presente in 16 Paesi nel mondo con circa 47,5 miliardi di euro (pari a circa 67 miliardi di dollari australiani) di masse totali a fine luglio 2017.

SEDICESIMA OPERAZIONE – FHM opera da oltre 25 anni e ha in gestione circa 734 milioni di dollari australiani (pari a circa 491 milioni di euro) di masse grazie ad un team di 8 financial planner specializzati nella consulenza a HNWI, senior executives e grossi corporate australiani in materia di superannuation. FHM fornisce inoltre una vasta scelta di servizi di consulenza finanziaria in Australia tra cui piani di accumulo, consulenza previdenziale, assicurazioni, pianificazione ed educazione finanziaria strategica alla propria clientela. Per AZ NGA si tratta della sedicesima operazione di acquisizione in Australia. Il controvalore dell’operazione, includendo sia la parte in denaro sia il concambio azionario, è di circa 9,3 milioni di dollari australiani, equivalente a circa 6,2 milioni di euro. FHM opera tramite l’Australian Financial Services License del proprio licenziatario emessa da parte del regolatore locale (ASIC); l’acquisizione non è in ogni caso soggetta all’approvazione dell’autorità locale. Paul Barrett, ceo di AZ NGA, ha dichiarato: FHM è una scelta naturale per AZ NGA; il team è coordinato da financial planner di grande esperienza come Craig Hughes e Daniel Mulcahy, ma anche dal direttore generale Michael Furness. Hanno un importante progetto di crescita che condividiamo e che saremo in grado di supportare.” Craig Hughes ha aggiunto: “Siamo molto contenti di unirci ad AZ NGA, e contiamo di poter condividere nuove esperienze, imparare e crescere con il resto del gruppo continuando a fornire risultati eccellenti ai nostri clienti e stakeholder.” Daniel Mulcahy  ha poi sottolineato:“Siamo felici di poter mettere al sicuro il nostro futuro tramite questa partnership di lungo periodo, eliminando il rischio di successione in un mercato volatile e competitivo. Questo, in combinazione con il fatto che saremo parte di un gruppo di planners che ammiriamo e rispettiamo, ci rende entusiasti del futuro di FHM.” Sergio Albarelli (nella foto)ceo di Azimut Holding, ha commentato: Siamo molto orgogliosi e soddisfatti dello sviluppo del nostro business in Australia, che ha raggiunto un terzo delle masse complessive gestite all’estero e ha contribuito alla crescita delle masse fuori dall’Italia che oggi rappresentano il 22% del totale. I numeri che stiamo generando sono sempre più solidi, e supportano la nostra crescita sul mercato locale e in tutti i paesi in cui siamo presenti. Continueremo a focalizzarci sulla strategia internazionale che è ormai parte fondamentale dei nostri piani di crescita”.

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn61Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Allianz tratta per espandersi in Australia

Azimut, nono colpo in Australia

Ti può anche interessare

Banca Generali, febbraio col turbo

Secondo miglior mese di sempre per raccolta netta: 668 milioni. Con un totale da inizio anno ad oltr ...

Deutsche Bank, perdita miliardaria ma ricavi in crescita

Il gruppo tedesco ha chiuso il quarto trimestre 2016 con un rosso di 1,9 miliardi di euro per accant ...

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con le società per azioni

La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito delle assicurazioni sulla vita, era qu ...