Banche risanate, per i consulenti ora la strada è in salita

A
A
A

Mifid 2, valutazioni elevate e i vari salvataggi delle banche italiane che erano in difficoltà potrebbero ridurre l’appeal del settore del risparmio gestito, secondo Equita Sim.

Francesca Vercesi di Francesca Vercesi24 agosto 2017 | 13:57

Mifid 2, valutazioni elevate e i vari salvataggi delle banche italiane che erano in difficoltà potrebbero ridurre l’appeal del settore del risparmio gestito. I motivi ricorrenti di cautela, secondo gli analisti di Equita sim, sono diversi. Nella fattispecie i primi due sono: la pressione sui margini dovuta a Mifid 2 e alla riduzione dei rendimenti futuri e «le valutazioni nella parte alta del range storico nonostante il fatto che i mercati siano in una fase di late bull market», commenta Matteo Ghilotti, analista di Equita sim. E aggiunge: “A questi fattori si aggiunge la maggiore difficoltà che potranno avere secondo noi le reti di promotori nel sottrarre clienti e asset alle banche tradizionali dopo il salvataggio di Banca Mps e delle banche venete. Queste tre banche, da sole, hanno perso 44 miliardi di euro di depositi nel triennio 2014-2016 e, se sommassimo la perdita di raccolta indiretta (titoli, fondi, polizze vita), probabilmente si arriverebbe a 60-70 miliardi contro flussi netti cumulati per gli asset gatherer quotati pari a 61 miliardi nello stesso periodo”. Precisa: “Banca Mps sotto il controllo dello Stato e le venete sotto Intesa Sanpaolo con tutta probabilità smetteranno di perdere clienti e masse e anzi diventeranno commercialmente aggressive per recuperare quote di mercato. La nostra idea è che le reti di promotori continueranno a crescere, ma troveranno maggiori difficoltà e quindi torneranno a livelli di raccolta inferiori (anche se sempre eccellenti) a quelli record degli ultimi anni. Le valutazioni però non scontano un rallentamento della raccolta, né il peggioramento dei margini che è inevitabile a causa di Mifid2 e dei bassi rendimenti futuri che il quantitative easing porta con sé”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Pir, la raccolta vola ancora

Banche italiane, il consolidamento è partito

Anche i PIR vanno in vacanza

Ti può anche interessare

Mediolanum, 5 family banker per un nuovo tour

Alessandra Gaggini, Manuela Passerini, Laura Raimondi, Francesco Pelle e Ugo Lombardi sono gli organ ...

Consulenti: “Siamo pronti al cambiamento”

I risultati di uno studio di Ipr Corporate presentato a ConsulenTia 2017. Molti cf non temono la rob ...

Societe Generale quota due obbligazioni in lira turca e rupia indiana

I due strumenti, con scadenza di due anni, permettono di posizionarsi sull’andamento delle due val ...