Banca Mediolanum sostiene l’innovazione con Singularity University

A
A
A

Lo racconta Oscar Di Montigny, direttore marketing della banca: “Abbiamo deciso di sostenere Singularity University perché intendiamo operare con i network più innovativi del pianeta”.

di Elisa Zeri29 gennaio 2016 | 10:25

LA COLLABORAZIONE – “Abbiamo deciso di sostenere Singularity University perché intendiamo operare con i network più innovativi del pianeta, che trasformeranno i mercati, l’economia e la società già a partire da questo momento”. La racconta così sulla sua pagina Facebook l’incisiva esperienza che Oscar Di Montigny, direttore marketing, comunicazione e innovazione di Banca Mediolanum, ha fatto per un paio di settimane presso l’università del cambiamento della Silicon Valley, a Moffett Field, California. “A studiare il futuro del mondo”.

MA COS’È LA SINGULARITY UNIVERSITY?
– Una organizzazione fondata nel 2008 da Peter Diamandis e Ray Kurzweil con l’obiettivo (recita la presentazione ufficiale) di “educare, ispirare e dare la forza ai leader di utilizzare le tecnologie esponenziali per far fronte alle grandi sfide dell’umanità”. Così, a un costo non certo alla portata di tutti (si parla di 12,5mila dollari per due settimane, volo escluso), si può condurre un’importante esperienza: si visitano aziende, incubatori e start up e si sta otto giorni all’interno del campus universitario. Così Mediolanum ha deciso di ospitare l’evento “Italian Alumni Reunion Milan”. Spiega Di Montigny: “l’idea è partita da me e mi sono fatto promotore di questa azione di divulgazione in banca. A nostre spese abbiamo ospitato un evento organizzato e patrocinato da Singularity”. Lo spazio è stato quello dell’aula Baldini, sala plenaria della Mediolanum Corporate University.  Continua: c’è un aspetto logistico che è molto interessante dato che questo è il ‘resarch camp’ della Nasa, è il luogo dove studiano gli astronauti ed è molto affascinante. Si vive in una piccola comunità di circa 80 persone, eravamo solo due italiani a conferma che gli italiani sono poco sensibili a certe tematiche”. È una full immersione che comincia alle 7 con della ginnastica e finisce dopo cena, la parte mattutina e extraserale è facoltativa. Continua: “dopo la colazione si fa lezione con esperti di estrazione imprenditoriale e scientifica che condividono approfondimenti sulla tecnologia applicata a tanti settori, dell’industria e della ricerca scientifica, fintech, robotics, nanotecnologia. C’è poi interazione con la sala, workshop. Si producono idee, in una dimensione anche ludica. È un’esperienza che non ha il proposito di specializzare in qualche settore bensì avere una prospettiva a 360° su quanto sta accadendo nel mondo. Poi sta alla sensibilità del singolo agire e fare le connessioni del caso. Il focus è molto sull’innovazione, sui prossimi megatrend”.

CROWDFUNDING PER FINANZIARE L’ESPERIENZA – Nel corso della serata è stato presentato e lanciato il crowdfunding per “Global Impact Competition 2016 Italia”, il concorso grazie al quale verrà assegnata una borsa di studio per partecipare al programma GSP-Graduate Studies Program, un corso interdisciplinare post-laurea di dieci settimane, che propone l’approfondimento di materie scientifiche e tecnologiche. “Noi diamo un contributo importante”, continua Di Montigny. L’incasso viene devoluto alla borsa di studio. L’obiettivo di questo tipo di università è quello di riunire ed educare menti brillanti, ispirando una nuova generazione di leader, capaci di avere un impatto sull’umanità intera con i loro progetti innovativi. Per questo motivo ogni anno riceve innumerevoli candidature da tutto il mondo. Oltre a Di Montigny sono intervenuti: Chiara Giovenzana- Director of Community Engagement di Singularity University; David Orban, Chapter Ambassador di Singularity University; Fabia Timaco, Storyteller; Federico Pistono, Founder e Ceo di konoz; Rita Pizzi, ricercatrice dell’Università degli Studi di Milano. David Orban ha detto: “le tecnologie e l’innovazione possono influire positivamente sulla società e sulla vita di ognuno, in tutti i settori. Una serie di eventi organizzati a Milano con cadenza mensile hanno proprio lo scopo di riunire e coinvolgere tutta la comunità di innovatori italiani e far toccare con mano, a coloro che vogliano partecipare, il nuovo che avanza”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediolanum, 5 family banker per un nuovo tour

Banca Mediolanum premiata per l’innovazione

Banca Mediolanum a forza sette

Mediolanum, raffica di eventi targati Corporate University

Banca Mediolanum, fondi e gestioni trainano la raccolta

Mediolanum rischia l’indice

Banca Mediolanum, trasloco in Spagna

Banca Mediolanum entra nel club dei super tecnologici

Mediolanum e le altre: le foto dal Forum Banca

Fideuram ISPB corre da sola, B. Generali insegue

Falsi rendiconti e distrazione di somme dei clienti, sospeso ex B.Mediolanum

Banca Mediolanum: educazione finanziaria, la nuova sfida per i risparmiatori

Pir e Apple Pay spingono Ennio Doris

La svolta di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, oggi il big show

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

E. Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per mercati e imprese”

Piazza Affari, occhio a Banca Carige, Unipol e Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, fondi col vento in poppa

La corsa di Fideuram ISPB, B. Mediolanum insegue

Pir, Banca Mediolanum lancia anche le polizze

Personal branding: in università con Mediolanum

Doris, un botto da 80 milioni

B. Mediolanum e Bnl prime in reclutamento a giugno

Srep, nel 2018 tocca anche a Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, raccolta da record

Doris (Banca Mediolanum): “Lavoriamo per cambiare le commissioni di performance”

Banca Mediolanum, volano i profitti e le masse

Appropriazione indebita. Radiato un consulente ex di Banca Mediolanum

Citigroup promuove i Pir, plaude a Banca Mediolanum

Sei uomini d’oro per Banca Mediolanum

Imprese, risparmio e Pir: se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, Doris in tour per far conoscere i Pir alle imprese

Ti può anche interessare

Carige, Generali aderisce alla conversione del bond Tier 1

La compagnia, che ha in portafoglio quote del bond perpetuo Tier 1 Carige cedola 8.388%, ha accettat ...

Azimut, tre colpi per crescere in Lombardia

La società guidata da Paolo Martini si è rafforzata con l’ingresso di due ex bancari e di un pro ...

UniCredit, Moody’s conferma il rating Baa1

L’agenzia statunitense apprezza l’aumento di capitale del gruppo guidato da Jean Pierrre Mustier ...