Banca Mediolanum sostiene l’innovazione con Singularity University

A
A
A

Lo racconta Oscar Di Montigny, direttore marketing della banca: “Abbiamo deciso di sostenere Singularity University perché intendiamo operare con i network più innovativi del pianeta”.

di Elisa Zeri29 gennaio 2016 | 10:25

LA COLLABORAZIONE – “Abbiamo deciso di sostenere Singularity University perché intendiamo operare con i network più innovativi del pianeta, che trasformeranno i mercati, l’economia e la società già a partire da questo momento”. La racconta così sulla sua pagina Facebook l’incisiva esperienza che Oscar Di Montigny, direttore marketing, comunicazione e innovazione di Banca Mediolanum, ha fatto per un paio di settimane presso l’università del cambiamento della Silicon Valley, a Moffett Field, California. “A studiare il futuro del mondo”.

MA COS’È LA SINGULARITY UNIVERSITY?
– Una organizzazione fondata nel 2008 da Peter Diamandis e Ray Kurzweil con l’obiettivo (recita la presentazione ufficiale) di “educare, ispirare e dare la forza ai leader di utilizzare le tecnologie esponenziali per far fronte alle grandi sfide dell’umanità”. Così, a un costo non certo alla portata di tutti (si parla di 12,5mila dollari per due settimane, volo escluso), si può condurre un’importante esperienza: si visitano aziende, incubatori e start up e si sta otto giorni all’interno del campus universitario. Così Mediolanum ha deciso di ospitare l’evento “Italian Alumni Reunion Milan”. Spiega Di Montigny: “l’idea è partita da me e mi sono fatto promotore di questa azione di divulgazione in banca. A nostre spese abbiamo ospitato un evento organizzato e patrocinato da Singularity”. Lo spazio è stato quello dell’aula Baldini, sala plenaria della Mediolanum Corporate University.  Continua: c’è un aspetto logistico che è molto interessante dato che questo è il ‘resarch camp’ della Nasa, è il luogo dove studiano gli astronauti ed è molto affascinante. Si vive in una piccola comunità di circa 80 persone, eravamo solo due italiani a conferma che gli italiani sono poco sensibili a certe tematiche”. È una full immersione che comincia alle 7 con della ginnastica e finisce dopo cena, la parte mattutina e extraserale è facoltativa. Continua: “dopo la colazione si fa lezione con esperti di estrazione imprenditoriale e scientifica che condividono approfondimenti sulla tecnologia applicata a tanti settori, dell’industria e della ricerca scientifica, fintech, robotics, nanotecnologia. C’è poi interazione con la sala, workshop. Si producono idee, in una dimensione anche ludica. È un’esperienza che non ha il proposito di specializzare in qualche settore bensì avere una prospettiva a 360° su quanto sta accadendo nel mondo. Poi sta alla sensibilità del singolo agire e fare le connessioni del caso. Il focus è molto sull’innovazione, sui prossimi megatrend”.

CROWDFUNDING PER FINANZIARE L’ESPERIENZA – Nel corso della serata è stato presentato e lanciato il crowdfunding per “Global Impact Competition 2016 Italia”, il concorso grazie al quale verrà assegnata una borsa di studio per partecipare al programma GSP-Graduate Studies Program, un corso interdisciplinare post-laurea di dieci settimane, che propone l’approfondimento di materie scientifiche e tecnologiche. “Noi diamo un contributo importante”, continua Di Montigny. L’incasso viene devoluto alla borsa di studio. L’obiettivo di questo tipo di università è quello di riunire ed educare menti brillanti, ispirando una nuova generazione di leader, capaci di avere un impatto sull’umanità intera con i loro progetti innovativi. Per questo motivo ogni anno riceve innumerevoli candidature da tutto il mondo. Oltre a Di Montigny sono intervenuti: Chiara Giovenzana- Director of Community Engagement di Singularity University; David Orban, Chapter Ambassador di Singularity University; Fabia Timaco, Storyteller; Federico Pistono, Founder e Ceo di konoz; Rita Pizzi, ricercatrice dell’Università degli Studi di Milano. David Orban ha detto: “le tecnologie e l’innovazione possono influire positivamente sulla società e sulla vita di ognuno, in tutti i settori. Una serie di eventi organizzati a Milano con cadenza mensile hanno proprio lo scopo di riunire e coinvolgere tutta la comunità di innovatori italiani e far toccare con mano, a coloro che vogliano partecipare, il nuovo che avanza”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

I re del web, la scalata dei Doris

Pir, chi ha vinto lo scudetto

Banca Mediolanum: masse su, utile giù

ConsulenTia18/Bosisio (Mediolanum): “La burocrazia non seppellirà la consulenza”

Gli italiani e il risparmio, se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Mediolanum CU, poker di appuntamenti per Centodieci è Ispirazione

Mediolanum, che raccolta a dicembre. Fideuram ISPB leader sui 12 mesi

Banca Mediolanum, brand che spacca

Doris: Mediolanum, banca delle Pmi

Banca Mediolanum, dominio sull’Aim grazie ai Pir

Banca Mediolanum a quota 109 family banker nel 2017

Consob, radiazione nel milanese

Banca Mediolanum, 2017 record per la raccolta

Lady Doris, il tesoro si ingrossa

Banca Mediolanum, Ennio e Massimo Doris insieme nel nuovo spot

Banca Mediolanum, Selva alla guida dell’investment banking

Doris vale un miliardo

Doris (Banca Mediolanum): “Così i Pir cambiano il risparmio e le imprese”

Banca Mediolanum, raccolta Pir miliardaria

Banca Mediolanum, per Mediobanca è un titolo da comprare

Banca Mediolanum entra nel business della cessione del quinto

Top Manager Reputation, Ennio Doris guadagna tre posizioni

Banca Mediolanum, cambio di listino a Piazza Affari

Banca Mediolanum si rafforza in Romagna, Triveneto e Puglia

Pir, Banca Mediolanum e Fideuram campioni di raccolta

Doris scoppia di salute

Pir, un sostegno alle pmi. Se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, i Pir trainano la raccolta

Fineco e le altre: è tempo di trimestrali

Banca Mediolanum, lo spot sui Pir in anteprima

Tecnologia e risparmio, se ne parla sul canale Youtube di Banca Mediolanum

Congressi Anasf, i cf di Banca Mediolanum vincono in Veneto

Doris, un tesoro da 100 milioni

Ti può anche interessare

Reti, raccolta boom grazie a fondi e polizze

Secondo i dati diffusi da Assoreti, i flussi di maggio sono stati positivi per ben 3,7 miliardi graz ...

Ritrova buoni fruttiferi, ma in Posta negano l’incasso

Sto seguendo un cliente che possiede due buoni postali sottoscritti dal nonno e intestati a lui (ai ...

Liso (Deutsche Am): “Restituiamo il tempo ai nostri clienti”

Isabella Liso, strategic beta Southern Europe di Deutsche Am, illustra Strategy Portfolios, un nuovo ...