Fatture, termine prorogato al 28 settembre

A
A
A

Posticipato il termine per comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre 2017.

Maria Paulucci di Maria Paulucci4 settembre 2017 | 11:22

Il ministero dell’Economia e delle Finanze ha fatto sapere di aver posticipato dal 16 al 28 settembre 2017 il termine fattureper effettuare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre del 2017. La proroga, che viene incontro alle esigenze segnalate dai professionisti, è prevista da un decreto del presidente del consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, di prossima pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. La comunicazione dei dati delle fatture emesse, ricevute e registrate (comprese le bollette doganali), nonché delle relative note di variazione, ricorda Fiscooggi.it, rivista telematica dell’Agenzia delle Entrate, è stata introdotta dal dl 193/2016, che ha modificato il previgente obbligo di trasmissione dei dati delle operazioni rilevanti ai fini Iva (“spesometro”), razionalizzando una serie di adempimenti comunicativi verso l’Agenzia delle Entrate.

Per ogni fattura vanno comunicati i dati identificativi del cedente/prestatore, i dati identificativi del cessionario/committente, la data del documento, la data di registrazione (per le sole fatture ricevute e le relative note di variazione), il numero del documento, la base imponibile, l’aliquota Iva applicata e l’imposta (ovvero, se l’operazione non comporta l’annotazione dell’imposta nel documento, la tipologia dell’operazione). L’adempimento, aggiunge Fiscooggi.it, riguarda tutti i titolari di partita Iva, tranne coloro che si avvalgono del regime speciale per i produttori agricoli situati nelle zone montane, i contribuenti forfetari e i “minimi”, cioè quelli che adottano il regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità. Per il primo anno di applicazione (2017), ha cadenza semestrale: la comunicazione relativa al primo semestre dovrà essere inviata entro giovedì 28 settembre, mentre quella per i restanti sei mesi andrà inoltrata entro il 28 febbraio 2018.

Ricorda infine Fiscooggi.it che dall’anno prossimo, a regime, la periodicità sarà trimestrale, con scadenza fissata all’ultimo giorno del secondo mese successivo a ogni trimestre. Eccetto che per il secondo, i cui dati dovranno essere trasmessi entro il 16 settembre.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, stangata Iva

Arriva la mini voluntary. Ecco quanto costa e a chi si rivolge

Consulenti, istruzioni per l’uso sullo spesometro

Caos Spesometro, il termine slitta al 5 ottobre

Contribuenti, occhio all’Iva

Evasione, quattro “Paradisi” nel mirino

“Voluntary 2” a rischio di flop

Sanatoria per le liti pendenti

Voluntary 2, domani si parte

Voluntary bis, ecco il format della relazione di accompagnamento

Anima fa pace col fisco e paga 8,9 milioni

Voluntary, accertamenti col turbo

Evasione, blitz delle Entrate in Lussemburgo

Fisco, ecco le istruzioni per lo scambio di informazioni Italia-Usa

Agenzia delle Entrate e Inps insieme contro le frodi

Gestori, occhio alle scadenze fiscali di lunedì 18 maggio

Promotori, ricordatevi di dare il vostro indirizzo Pec all’Agenzia delle Entrate

Spesometro, c’è tempo fino al 22 per le comunicazioni sul 2013 (se hai partita Iva)

Agenzia delle Entrate, al via i correttivi anticrisi agli studi di settore

Rapporti finanziari: cambiano i tempi per la comunicazione integrativa

Agenzia delle Entrate, 9,1 miliardi dalla lotta all’evasione

Scudo, il Fisco indaga su 2000 evasori

Scudo Fiscale: proroga al 31 dicembre 2010

Fondi immobiliari, plusvalenze più costose

Il chiarimento dovuto DA ADVISOR

Ti può anche interessare

Il Mediolanum-pensiero attraversa l’Italia

Valore, Ispirazione, Cambiamento: Mediolanum Corporate University aggiorna il calendario degli incon ...

Big Anima-CDP, forza e debolezza

Arrighi (At Kearney): "ok la creazione di un champion italiano con potenza distributiva. Ma senza la ...

Anche Widiba punta sui Pir

I piani individuali di risparmio entrano a fare parte dell’offerta della banca controllata dal Mon ...