Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

A
A
A

Consob pubblica il quaderno “I nuovi assetti istituzionali della vigilanza europea sul vigilanzamercato finanziario e sul sistema bancario”.

Maria Paulucci di Maria Paulucci5 settembre 2017 | 08:01

Consob ha pubblicato il quaderno giuridico dal titolo “I nuovi assetti istituzionali della vigilanza europea sul vigilanzamercato finanziario e sul sistema bancario”, a cura di Giorgio Gasparri, della divisione studi Consob. “Il lavoro”, spiega la stessa autorità, “muovendo dalla constatazione che, nel contesto dell’Unione europea, si è dato vita a un quadro giuridico progressivamente stratificatosi in molteplici fonti di produzione, affronta innanzitutto gli aspetti principali della recente evoluzione della regolazione finanziaria europea, illustrando dapprima la struttura regolativa ‘quadrilivello’ tracciata dalla procedura ‘Lamfalussy’ e successivamente i tratti fondamentali del design istituzionale che, sulla scorta delle raccomandazioni del Rapporto del Gruppo ‘de Larosière’, ha preso le forme del Sistema europeo di vigilanza finanziaria (Sevif)“.

Vengono inoltre analizzate le novità dell’attuale sistema di rule-making multilivello, usualmente definito “single rulebook”, dedicando alcuni cenni ai problemi aperti e alle possibili linee di tendenza per il futuro, che sembrano muovere verso obiettivi di snellimento e semplificazione del quadro normativo di riferimento. Si prendono, poi, in esame le forme di raccordo tra l’ordinamento italiano e i processi normativi dell’Ue, sia negli aspetti concernenti la partecipazione delle autorità nazionali alla vigilanzaformazione delle politiche e delle decisioni unionali, sia nei profili connessi all’attuazione della normativa europea sul piano interno. Il lavoro si sofferma, quindi, sulla ricostruzione del contesto ordinamentale, europeo e nazionale, conseguente alla realizzazione dell’Unione bancaria europea, con particolare riferimento alla componente della vigilanza unica (Single Supervisory Mechanism – SSM).

“Particolare attenzione viene dedicata ai nodi problematici discendenti dal complesso sistema di interazione tra i differenti livelli di supervisione, ponendo in evidenza le difficoltà di coordinamento che interessano le funzioni demandate alle numerose autorità coinvolte, in vista del consolidamento di un regime di vigilanza finanziaria pienamente armonizzato. Si dà, poi, sinteticamente conto dell’ulteriore tappa del processo di integrazione economica e finanziaria europea, rappresentata dalla creazione di una Capital Markets Union, prefigurando possibili sviluppi del setting istituzionale vigente”.

In conclusione, aggiunge Consob, “vengono dedicate alcune riflessioni alla coerenza sistematica di alcuni settori degli assetti domestici della vigilanza sul mercato finanziario, alla luce dell’evoluzione del contesto istituzionale europeo, fornendo, in particolare, alcune indicazioni potenzialmente in grado di contribuire a una maggiore organicità e sistematicità della disciplina relativa alla prestazione dei servizi di investimento e alla gestione collettiva del risparmio”.

Sfoglia il quaderno giuridico (fonte: Consob).
[pdf-embedder url=”http://www.bluerating.com/wp-content/uploads/sites/2/2017/09/quadernoConsob.pdf”]


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Consulenti, Fineco taglia le commissioni

Ridotte del 20% le management fee per la vendita di fondi “à la carte”. La banca privilegia sol ...

Pubblicità, per Mediolanum una questione di Testa

La banca sceglie Armando Testa come partner di comunicazione ...

Professionisti e fisco: la partita Iva è un salasso

Boom del costo degli gli adempimenti fiscali. Nel 2017 è stato di oltre 60 miliardi di euro ...