Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

A
A
A

Consob pubblica il quaderno “I nuovi assetti istituzionali della vigilanza europea sul vigilanzamercato finanziario e sul sistema bancario”.

Maria Paulucci di Maria Paulucci5 settembre 2017 | 08:01

Consob ha pubblicato il quaderno giuridico dal titolo “I nuovi assetti istituzionali della vigilanza europea sul vigilanzamercato finanziario e sul sistema bancario”, a cura di Giorgio Gasparri, della divisione studi Consob. “Il lavoro”, spiega la stessa autorità, “muovendo dalla constatazione che, nel contesto dell’Unione europea, si è dato vita a un quadro giuridico progressivamente stratificatosi in molteplici fonti di produzione, affronta innanzitutto gli aspetti principali della recente evoluzione della regolazione finanziaria europea, illustrando dapprima la struttura regolativa ‘quadrilivello’ tracciata dalla procedura ‘Lamfalussy’ e successivamente i tratti fondamentali del design istituzionale che, sulla scorta delle raccomandazioni del Rapporto del Gruppo ‘de Larosière’, ha preso le forme del Sistema europeo di vigilanza finanziaria (Sevif)“.

Vengono inoltre analizzate le novità dell’attuale sistema di rule-making multilivello, usualmente definito “single rulebook”, dedicando alcuni cenni ai problemi aperti e alle possibili linee di tendenza per il futuro, che sembrano muovere verso obiettivi di snellimento e semplificazione del quadro normativo di riferimento. Si prendono, poi, in esame le forme di raccordo tra l’ordinamento italiano e i processi normativi dell’Ue, sia negli aspetti concernenti la partecipazione delle autorità nazionali alla vigilanzaformazione delle politiche e delle decisioni unionali, sia nei profili connessi all’attuazione della normativa europea sul piano interno. Il lavoro si sofferma, quindi, sulla ricostruzione del contesto ordinamentale, europeo e nazionale, conseguente alla realizzazione dell’Unione bancaria europea, con particolare riferimento alla componente della vigilanza unica (Single Supervisory Mechanism – SSM).

“Particolare attenzione viene dedicata ai nodi problematici discendenti dal complesso sistema di interazione tra i differenti livelli di supervisione, ponendo in evidenza le difficoltà di coordinamento che interessano le funzioni demandate alle numerose autorità coinvolte, in vista del consolidamento di un regime di vigilanza finanziaria pienamente armonizzato. Si dà, poi, sinteticamente conto dell’ulteriore tappa del processo di integrazione economica e finanziaria europea, rappresentata dalla creazione di una Capital Markets Union, prefigurando possibili sviluppi del setting istituzionale vigente”.

In conclusione, aggiunge Consob, “vengono dedicate alcune riflessioni alla coerenza sistematica di alcuni settori degli assetti domestici della vigilanza sul mercato finanziario, alla luce dell’evoluzione del contesto istituzionale europeo, fornendo, in particolare, alcune indicazioni potenzialmente in grado di contribuire a una maggiore organicità e sistematicità della disciplina relativa alla prestazione dei servizi di investimento e alla gestione collettiva del risparmio”.

Sfoglia il quaderno giuridico (fonte: Consob).
quadernoConsob

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Bpvi – Veneto Banca, la soluzione Intesa Sanpaolo non entusiasma tutti

Blueindex: in attesa di una soluzione per Bpvi e Veneto Banca i titoli bancari calano

Ti può anche interessare

Nasce il sistema informativo sui morosi della telefonia

Ha un funzionamento simile ai sistemi di informazioni creditizie. Parte la banca dati che censirà l ...

Poste Italiane, per il fondo immobiliare rimborsi di 54 milioni di euro

Secondo il settimanale Plus24-Il Sole24Ore, la società guidata da Francesco Caio prepara un indenni ...

Capobianco (OCF): “Ricambio, giovani cf in lieve crescita”

Il direttore generale di OCF Joe Capobianco fa il punto sulle nuove generazioni di consulenti finanz ...