Reti, fondi e polizze trainano la raccolta

A
A
A

A luglio, secondo i dati di Assoreti, i consulenti finanziari hanno registrato flussi netti positivi per 3,9 miliardi di euro contro. Merito soprattutto del risparmio gestito e dei prodotti assicurativi.

Andrea Telara di Andrea Telara6 settembre 2017 | 11:27

Business ancora col vento in poppa per le reti dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. A luglio i professionisti che operano per le società che fanno parte del sistema di Assoreti hanno realizzato una raccolta netta pari a 3,9 miliardi di euro, superiore alle medie mensili realizzate sinora nel 2017 anche se un po’ in frenata rispetto ai 5,11 miliardi di giugno. Il 75% degli investimenti netti coinvolge i prodotti del risparmio gestito, sui quali confluiscono risorse per un valore complessivo di circa 3 miliardi, mentre il bilancio dei prodotti in regime amministrato è positivo per 962 milioni di euro.

La raccolta netta realizzata tramite le distribuzione diretta di quote di Oicr raggiunge 1,6 miliardi di euro: gli investimenti coinvolgono principalmente le gestioni collettive domiciliate all’estero, sulle quali confluiscono risorse nette per poco meno di 1,4 miliardi di euro.

Positivo, ma più contenuto, il saldo delle movimentazioni sugli Oicr di diritto italiano, con sottoscrizioni nette complessive per 236 milioni di euro. La raccolta netta realizzata nel settore assicurativo/previdenziale è pari a poco meno di 1,1 miliardi di euro: in cima alla scala di preferenza dei clienti delle reti si ritrovano le unit linked (571 milioni), seguite dai prodotti multi-ramo (316 milioni) e dalle polizze vita tradizionali (102 milioni). Positivo anche il bilancio mensile delle gestioni patrimoniali individuali, pari a 296 milioni di euro, con quasi il 79% degli investimenti netti  destinato alle gestioni patrimoniali in fondi. Il contributo mensile delle reti al sistema degli Oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato su un ammontare pari a 2,8 miliardi di euro (19,8 miliardi di euro dall’inizio dell’anno).

La raccolta netta realizzata sui titoli in regime amministrato è positiva per 99 milioni di euro, con una preferenza dei clienti verso i titoli di Stato, gli exchange traded products e altri strumenti del mercato monetario. Prevalgono invece le vendite sui titoli azionari, sulle obbligazioni e sui certificates. Il saldo della liquidità è invece positivo per 863 milioni di euro.
Alla fine di luglio i clienti primi intestatari dei contratti sono saliti a a 3,971 milioni. Il numero di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede, con mandato dalle società rientranti nell’indagine dell’Assoreti, è pari a 22.479 unità. Di questi, 22.169 professionisti risultano effettivamente operative (con portafoglio maggiore di 0).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn5Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Reti, a ottobre riparte la raccolta

Reti, nuovo record per il patrimonio

Reti, raccolta positiva ma in frenata

Reti, agosto da record per la raccolta

Tofanelli (Assoreti e Ocf): “Il 30 bis? Vigilanza più difficile ma nei tempi giusti”

Reti, il patrimonio sfiora i 500 miliardi

Reti, raccolta positiva ma in frenata

Reti, raccolta boom grazie a fondi e polizze

Regole Esma, la classificazione della clientela è il tallone d’Achille

Assoreti, fondi e polizze trainano la raccolta di aprile

Colafrancesco (Assoreti): “Puntiamo sulla relazione professionale”

Senatore Marino: vi spiego la cabina di regia sull’educazione finanziaria

Reti, nuovo record per il patrimonio

Consulenti, Mifid 2 al meeting dei big boss

Fideuram ISPB frantuma ogni record: 1,5 mld di gestito a marzo

Assoreti: raccolta sprint a marzo grazie al gestito

Consulenti, grande meeting dei big boss

Assoreti, la raccolta dei cf accelera a febbraio

Assoreti: confermato Colafrancesco, Doris e Foti vicepresidenti

Colafrancesco (Assoreti): “Il cf, una professione attraente per i giovani”

Tofanelli (Assoreti): “Universitari necessari per il futuro dei cf”

Reti, parte bene il 2017. Raccolta di 2,3 miliardi a gennaio

Reti, altro record per il patrimonio

Reti, ottima la raccolta nel 2016 ma non batte il record

Assoreti, frena la raccolta a novembre

Assoreti, cinque borse di studio a Tor Vergata

Fideuram leader di ottobre, Banca Generali a tavoletta nel gestito

Assoreti, nuovo record per il patrimonio

Assoreti punta sulla formazione e assegna le borse di studio

B. Generali guida il ranking FinecoBank domina nel gestito

Assoreti, un miliardo in meno

Il gestito ruggisce anche ad agosto

B. Generali leader nel gestito Fideuram ISPB prima in amministrato

Ti può anche interessare

La sfida tecnologica e come le banche possono vincerla secondo Accenture

Stefano Sperimborgo, managing director di Accenture Strategy, ha presentato i risultati dello studio ...

Rabitti Bedogni (OCF): “La nostra vigilanza? Sarà preventiva”

Nella relazione del presidente OCF Carla Rabitti Bedogni svolta stamattina a Roma, alla Camera dei D ...

L’impatto della Brexit? Te lo misura il Brexit Navigator

Secondo quanto riporta FinExtra, Aon ha lanciato sul mercato Brexit Navigator, un tool con l’obiet ...