Giri di poltrone ai vertici di Intesa Sanpaolo

A
A
A

Con il nuovo consiglio di amministrazione di Intesa Sanpalo cambiamo anche alcuni ruoli chiave del gruppo.

Gianluca Baldini di Gianluca Baldini28 aprile 2016 | 07:19

NOVITA’ PER MICILLO E ALFONSI – Cambi al vertice di Intesa Sanpaolo. Mauro Micillo (nella foto a destra) è il nuovo responsabile della divisione corporate e investment banking del gruppo.  Micillo (46 anni), dopo  importanti incarichi in diversi gruppi bancari, entra in Intesa Sanpaolo nel 2009 quale amministratore delegato di Eurizon Capital. Davide Alfonsi (52 anni) entra nell’area del risk management di Sanpaolo Imi nel 1998, assumendo crescenti responsabilità fino ad ricoprire, a partire dal 2015, la posizione di group risk manager di Intesa Sanpaolo. Le nomine di Mauro Micillo e di Davide Alfonsi rientrano in un ampio processo – promosso da Carlo Messina – che ha portato al rinnovamento delle figure chiave nella struttura manageriale del Gruppo Intesa Sanpaolo, valorizzandone le migliori professionalità.

CAMBI DI RUOLO ANCHE PER MICCICHÈ E PICCA – Inoltre, Intesa Sanpaolo comunica che – anche in relazione alla nomina del consiglio di amministrazione connessa all’adozione del modello di governance monistico avvenuta ieri, che prevede il ruolo di consigliere esecutivo solo per il consigliere delegato – il direttore generale Gaetano Miccichè (nella foto a sinistra), responsabile della divisione corporate e investment banking, e Bruno Picca, chief risk officer, entrambi membri esecutivi del decaduto consiglio di gestione, lasciano i rispettivi ruoli manageriali nella banca per ricoprire “rilevanti cariche all’interno del gruppo”, sottolinea il gruppo. Intesa Sanpaolo infatti continuerà ad avvalersi delle elevate competenze che li contraddistinguono, grazie al ruolo ricoperto nel gruppo da Gaetano Miccichè quale Presidente di Banca IMI e da Bruno Picca quale consigliere di amministrazione di Intesa Sanpaolo. Carlo Messina ha commentato “Ringrazio Gaetano Miccichè e Bruno Picca per lo straordinario contributo offerto in tutti questi anni di importante crescita della banca, fiducioso di poter contare sul loro costante impegno per sostenere le importanti sfide che il gruppo dovrà affrontare nel prossimo futuro”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Intesa Sanpaolo premiata a Londra come banca italiana dell’anno

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Sorpresa Fideuram, si riparla di quotazione

Ti può anche interessare

Banche “risolte”, c’è tempo fino al 31 maggio per chiedere gli indennizzi

Possono presentare domanda i risparmiatori coinvolti dall'azzeramento dei bond subordinati di Banca ...

Conti Nibali (Ocf): “Albo al via con la Mifid 2”

Il vice presidente dell’Ocf fa il punto operativo sulla “Casa della Consulenza”. “Il cantier ...

Esma e Mifid 2, guarda il videoconfronto tra consulenti e commercialisti

Esma, Mifid 2, competenze e conoscenze dei professionisti: se ne è discusso nella tavola rotonda or ...