Giuliani (Azimut): “Sede estera? Ipotesi remota, ma non impossibile”

A
A
A

Durante l’assemblea degli azionisti della società, il presidente Pietro Giuliani ha fatto il punto su progetti futuri. Ma il bonus straordinario non viene approvato.

Daniel Settembre di Daniel Settembre28 aprile 2016 | 12:00

L’ULTIMA APPROVAZIONE – Dopo l’approvazione di ieri da parte di Banca d’Italia della scissione con incorporazione di Azimut Consulenza Sim in Azimut Capital Management Sgr – penultimo passaggio della riorganizzazione del gruppo che porterà alla cancellazione dall’albo delle sim e a rendere pienamente disponibile la cassa – resta ancora da ricevere l’approvazione dell’ultimo passaggio, la trasformazione di Cgm Italia sim in sgr (qui la notizia). Un passaggio che richiede “ancora qualche settimana di attesa”, ha spiegato Pietro Giuliani, presidente di Azimut durante l’assemblea degli azionisti che, tra le altre cose, ha approvato il bilancio dell’ultimo esercizio. “Una approvazione che consentirà di liberare più di mezzo miliardo di euro di liquidità, al momento congelati”. Se non dovesse arrivare, Azimut sta pensando al trasferimento della sede legale all’estero: “La vediamo come un’ipotesi remota, ma non impossibile”, ha sottolineato Giuliani.

“PUNTIAMO A PARTNERSHIP” – “Siamo interessati non solo al risiko bancario in atto in Italia, ma anche alle aggregazioni degli istituti di credito operativo”, ha aggiunto lo stesso Giuliani illustrando i possibili utilizzi della liquidità di cassa. “Come Azimut non faremo investimenti finanziari, ma puntiamo a partnership di lungo periodo nell’asset management tramite l’acquisto di capitale sociale in aziende disponibili. Stiamo aspettando l’occasione e il momento giusto proprio in concomitanza con la liberazione di liquidità di cassa che dovrebbe arrivare tra 2/3 settimane grazie all’ultima approvazione da parte di Bankitalia”.

BONUS E ATTIVITA’ ESTERE –
Non è stato approvato, invece, il bonus straordinario “una tantum” da 5 milioni lordi previsto per il consiglio di amministrazione uscente, motivato “alla luce dell’intenso impegno richiesto e profuso dal cda nel suo mandato e degli eccezionali risultati raggiunti dalla società nel periodo, con particolare riguardo all’anno 2015”. In ultimo il processo di internalizzazione della società. “Ci aspettiamo che le nostre attività all’estero (al momento in fase di startup) raggiungano presto il break-even, avvicinandosi a una redditività di medio lungo periodo simile a quello che già facciamo qui in Italia”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il deal Sofia fa bene alla raccolta di Azimut

Peninsula, dove investe il nuovo socio di Azimut

Azimut, Giuliani: “Credono in noi”

Azimut si rafforza con un nuovo socio

Azimut investe nell’olio biologico

Azimut prende 11 private banker da Fineco

I fondi di Sofia ora sono di Azimut

Azimut, nuovo socio in vista

Timone Fiduciaria salirà in Azimut

Azimut, frenata d’inizio anno

 Azimut, patto di sindacato in manovra

Azimut, l’estero sorregge la raccolta

Azimut e Banca Generali regine dei dividendi

Reclutamento, tre big in doppia cifra

Martini (Azimut CM): “I nostri piani per il ricambio generazionale”

Azimut CM, il 2018 parte a forza 20

Azimut, arriva il cedolone

Albarelli (Azimut): “Così lavora il nostro Global Team di gestori”

Azimut, marzo deboluccio

Le donne d’oro, Di Pietro (Azimut): “Contano i numeri”

Azimut, compreremo ancora

Azimut prende Bocchin

Secondo miglior utile della storia per Azimut

Azimut, Timone Fiduciaria punta a salire

Azimut, raccolta granitica a febbraio

Azimut punta sempre più sulla Cina

Un pezzo di Azimut in mano a BlackRock

Azimut, colpo in Lombardia

Azimut prende Sofia Sgr

Azimut, completato il piano mensile di acquisto di azioni

Azimut, i 3 ex supergestori all’attacco

Azimut, gennaio positivo per la raccolta

ConsulenTia18/Albarelli (Azimut): ” Con Mifid 2 i cf guadagneranno di più “

Ti può anche interessare

Banca Mediolanum, dominio sull’Aim grazie ai Pir

Grazie ai piani individuali di risparmio, il gruppo guidato da Massimo Doris è divenuto il primo in ...

Da Goldman Sachs nuove obbligazioni “Settore Immobiliare”

I bond permettono di partecipare alla performance del settore immobiliare, tramite l’esposizione a ...

Cessione del quinto, Bankitalia detta la linea

Questa forma di finanziamento chescorso anno ha rappresentato l'argomento più frequentemente oggett ...