Consulenti, negli Usa le fee spingono i compensi

A
A
A

Analisi sulle retribuzioni dei financial advisor statunitensi, confrontate con quelle dei loro colleghi britannici

Luca Spoldi di Luca Spoldi22 settembre 2017 | 09:34

I financial advisor americani sono in grado di ottenere un buon salario,
 se confrontato alle retribuzioni medie dei loro colleghi di altri paesi come la Gran Bretagna: 57.059 dollari, equivalenti a circa 43.610 sterline (il 62% in più dei professionisti che lavorano nel Regno Unito), ovvero circa 48.525 euro l’anno. Ma non è tutto oro ciò che luccica. A fare la differenza, oltre all’andamento dei cambi e alle incertezze legate alla Brexit che stanno penalizzando i professionisti britannici, sono le competenze: guadagna di più negli Stati Uniti chi si dimostra esperto nella pianificazione finanziaria, ha competenze di gestione degli investimenti
e di gestione dei portafogli della clientela, ha competenze anche in campo assicurativo e nella pianificazione degli investimenti, con l’avvertenza, segnalata da PayScale, che l’esperienza influenza fortemente i redditi di questa attività.

Anche il peso delle diverse componenti della retribuzione è molto diversa dal caso inglese: il salario vero e proprio varia mediamente dai 33.699 ai 118.409 dollari l’anno; a questo può aggiungersi un bonus che per il 2017 sembra relativamente contenuto, tra 1.206 e 30.866 dollari in media, e una modesta partecipazione agli utili (577-22.667 dollari mediamente).
I financial advisor americani guadagnano soprattutto grazie alle commissioni, che possono variare in maniera significativa tra un minimo di 4.969 e un massimo di 149.197 dollari all’anno e che rappresentano da sole oltre il
40% della retribuzione complessiva, indicata tra 35.088 e 146.428 dollari.

Attenzione però: dato che il limite superiore della retribuzione complessiva mediana è inferiore al limite superiore delle sole commissioni mediane, i financial advisor che negli Usa riescono realmente a portare a casa quasi 150mila dollari l’anno di commissioni deve per forza essere limitato. Come sempre poi il luogo dove si svolge la professione ha un’influenza determinante sui redditi realizzati: essere un financial advisor a New York significa guadagnare mediamente 77.937 dollari l’anno (a fronte di una paga totale che in media oscilla tra 42.946 e 266.635 dollari), mentre a San Francisco
 non si superano mediamente i 72.147 dollari, variando però tra un minimo di 50.806 e un massimo di 194.044 dollari. A Boston si guadagna ancora meno: 62.521 dollari l’anno, con un range dai 36.492 a 171.223 dollari.

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn6Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza fiscale: partecipazioni qualificate e non, il dilemma dei dividendi esteri

Consulenti, quante tasse pagano in America

Consulenti, come usare al meglio Twitter

Cf, come far pagare ai clienti la giusta parcella

Consulenti, ecco come migliorare il proprio ufficio

Consulenti, accelera la Vigilanza all’OCF

Consulenti, come conquistare i clienti Millennial

Cf certificati, occasione da non perdere

Consulenti, ecco tutte le prestazioni di Enasarco

Consulenti, la “segnalazione” della banca conta più delle competenze

Consulenti, come migliorare il proprio brand su internet

Consulenti, conto alla rovescia per il nuovo regolamento Consob

Il prossimo domani dei consulenti finanziari

Mifid 2, ecco il testo del decreto: salvo il 30-bis

Consulenti, boom negli Usa

La Mifid 2 diventa legge

Consulenti, che guadagni in America con le stock option

Diritto camerale annuale, Anasf mette in guardia dal bollettino farlocco

Mifid 2, passi avanti in Senato

Consob alla Camera: riscrivere il Tuf. Il video dell’audizione su Mifid 2

Consulenti, tutti gli eventi certificati Efpa e Cfa di ITForum 2017

Autonomi, la rabbia del sindacato: l’Albo dei consulenti è ancora al palo

Consulenza finanziaria, le nuove tappe del roadshow targato Consultique

BlackRock scalda i motori per l’Investment Tour 2017

Consulenti finanziari: più richiesti, anche dai giovani

Voluntary bis, ecco il format della relazione di accompagnamento

Enasarco, tutti i numeri dei consulenti iscritti

Consulenti, Schroders girerà l’Italia con il Campionato 2017

ITForum Milano 2016, successo per un’edizione ricca di novità

Azimut in tour, quattro tappe tra Nord e Sud

Fineco, Foti spiega le tre regole per investire sereni

Assoreti punta sulla formazione e assegna le borse di studio

ITForum di Milano, due giorni di grandi appuntamenti

Ti può anche interessare

Arianna Sim, per i commissari è tempo di fare chiarezza

Da sei mesi tutto tace sulla situazione della ex impresa di investimento fino ad alcuni anni fa appa ...

Carige, Generali aderisce alla conversione del bond Tier 1

La compagnia, che ha in portafoglio quote del bond perpetuo Tier 1 Carige cedola 8.388%, ha accettat ...

Banca Generali, verso un anno record

Alzate le stime di raccolta 2017 a 6,5 miliardi. Utile dei primi 9 mesi oltre le previsioni. ...