Risparmio gestito, agli italiani piace sempre di più

A
A
A

Secondo l’indagine Centro Einauidi–Intesa San Paolo, le famiglie che hanno puntato su prodotti di asset management è passato dall’8 al 13%.

di Redazione2 ottobre 2017 | 09:16

Una buona notizia per il mondo degli investimenti finanziari: stanno migliorando le condizioni finanziarie degli italiani e cresce il numero di famiglie che riesce a risparmiare e passa dal 40 al 43,4%. E’ tra le conclusioni più importanti emerse nell’ultima indagine sul risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani messa a punto dal Centro Einaudi e da Intesa Sanpaolo. Nel 21,4% dei casi il risparmio non è intenzionale mentre nel 22% dei casi il risparmio è consapevole, cioè è stato messo da parte per scopi ben precisi.

Si accumula per la pensione. Accumulare per la vecchiaia è la principale motivazione per il 20,7% del campione (in prevalenza per le persone dai 35 anni in su): un aspetto che ha spinto il risparmio previdenziale (è cresciuta di 6 punti percentuali la quota di intervistati – 17% – che ha sottoscritto un prodotto di previdenza integrativa. Il mattone resta una forma di risparmio gradita dagli intervistati: il 5% del campione ha comprato casa nell’orizzonte temporale dell’indagine, e per quasi i due terzi degli intervistati quello immobiliare continua a rappresentare un investimento sicuro.

Niente rischio e poca diversificazione. Quando dal risparmio si passa agli investimenti gli italiani continuano a preferire la sicurezza del capitale (al primo posto per il 61,9% del campione), seguita dalla liquidità (36,8%). Ben distanziate la cedola e l’aumento di valore del capitale. Continua a essere poco pratica la diversificazione, come principale strategia per mettere al sicuro il patrimonio: oltre la metà degli investitori afferma di non avere alcuna diversificazione e di impiegare l gran parte della propria ricchezza finanziaria nella stessa forma d’investimento.

Ma il risparmio gestito è in aumento. Per fortuna le forme di risparmio gestito, cioè di prodotti diversificati, sono sempre più gradite dagli italiani: la percentuale di famiglie che optano per forme di risparmio gestito sono passate dall’8 al 13%.

 

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

ConsulenTia18/Gatti (Anima): “Vi presento Vespucci e Magellano”

Città globali, Los Angeles premiata da Schroders

BFC, benvenuto Asset Class

Quando l’Etf è un ingrediente del portafoglio

5 modi smart per utilizzare gli ETF Smart Beta

Fondi: puntare sul debito emergente con Pictet

Giri di valzer ai piani alti di Savills IM

Etf Securities: metalli industriali ed energia per il 2018

J.P. Morgan AM porta l’azionario europeo a Bologna e Milano

Mifid 2, anche Capezzone dice la sua

Pictet Asset Management, Roadshow invernale ai nastri di partenza

Eventi, il Roadshow 2018 di UBS Asset Management

Assogestioni, la raccolta vola ancora

Anima e Poste, un accordo dai tre volti

Anima, arrivano il nuovo amministratore e la delega per l’aumento di capitale

Assogestioni, raccolta splendente a luglio

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Banca Generali: commissioni a tutto gas nel primo semestre

Anima Holding frena nonostante buona raccolta di luglio

Etf, la corsa continua anche nel secondo trimestre

Anima sottotono dopo acquisizione Aletti Gestielle

Azimut, Anima e FinecoBank: risparmio gestito sotto i riflettori a Milano

Amundi, il retail spinge la raccolta del semestre, utili a quota 308 milioni

Neuberger Berman: attenti a non avere portafogli troppo poco diversificati

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Citigroup promuove i Pir, plaude a Banca Mediolanum

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Bper e Popolare Sondrio ripartono all’attacco per Arca Sgr?

Carmignac: i tecnologici sono ancora interessanti

Se i Pir vanno in vacanza, soffriranno anche i fondi mid e small cap Italia?

Banca Mediolanum accelera a Piazza Affari

Poste Italiane stacca il dividendo, resta sotto i riflettori

Ti può anche interessare

CheBanca!, cambio di timoniere

D'Agata, già direttore commerciale, nuovo dg della banca online e retail del gruppo Mediobanca. Fer ...

Credem punta sulla Lombardia

Credem, tra i principali gruppi bancari italiani quotati con 600 filiali ed oltre sei mila dipendent ...

Congressi Anasf, gli eletti in Trentino Alto Adige, Piemonte, Valle d’Aosta e Umbria

I risultati nelle ultime 4 regioni che hanno votato per il rinnovo degli territoriali ...