Giacomelli (Widiba): “Così crescerà la nostra rete”

A
A
A

Parla il responsabile della rete della banca del gruppo Mps: “certificazione di qualità per i consulenti finanziari dell’istituto”. Selezione in vista di giovani promesse per un ricambio generazionale.

Andrea Telara di Andrea Telara12 ottobre 2017 | 11:43

Una crescita su due fronti, per linee interne ed esterne. È l’obiettivo strategico che si è posta la rete di consulenti finanziari di Widiba (gruppo Mps), illustrata in questa intervista a BLUERATING dal suo responsabile, Massimo Giacomelli (nella foto)

Partiamo innanzitutto dalla crescita per linee interne, come vi muoverete?
Relativamente a questo aspetto, l’obiettivo è quello di rafforzare le competenze dei nostri consulenti attraverso percorsi formativi volti
a far conseguire la certi cazione internazionale Uni Iso 22222, unica nel settore, e dotarli di supporti tecnologici necessari alla gestione delle molteplici informazioni relative ai propri clienti, valide per un’analisi dei bisogni corretta e altamente personalizzata. Anche
 in questo caso, per la garanzia dei nostri consulenti e della clientela, le piattaforme sono certi cate da un ente terzo riconosciuto a livello internazionale che garantisce l’erogazione dei supporti al
servizio di consulenza dei nostri professionisti in linea con i
dettami della Mi d e soprattutto strettamente correlati alle reali esigenze dei clienti.

Quali strategie attuerete, invece, per crescere su linee esterne?
Con la nostra Academy selezioniamo giovani promesse
con alte potenzialità per garantire un ricambio generazionale di settore e opportunità lavorative. Mentre il percorso strutturato per il reclutamento di consulenti senior
e bancari “affluent o private” ha l’obiettivo di individuare risorse disposte a condividere il nostro ambizioso percorso di crescita basato principalmente sulla qualità motivo per cui abbiamo inserito 
in ogni area uno specialista in grado di supportare le strutture manageriali locali. I nostri consulenti finanziari sono dislocati nei 150 uffici presenti sul territorio e ulteriori aperture saranno relative a esigenze di crescita, manifestate dalla rete a seguito
 di un incremento di risorse. Per noi la presenza fisica è importante come quella digitale.

Avete degli obiettivi specifici sul numero di reclutamenti nel prossimo anno?
Il piano per il 2018 prevede l’inserimento di 40 neo consulenti e 50 tra consulenti ed ex bancari. Ma la nostra ambizione non sono i numeri quanto diventare un benchmark per il mercato.

Come?
Vogliamo essere attrattivi per i professionisti del settore grazie anche alla nostra capacità di fare selezione e non solo reclutamento. La strategia di crescita della rete di Widiba si basa su un “innovativo” processo di “ricerca del personale”, strutturato con
 la collaborazione di un team di head hunter specializzato, che 
ha l’obiettivo di individuare i professionisti in linea con il nostro progetto di business. Devono essere consapevoli e scegliere di entrare in una realtà come la nostra orientata al cambiamento fin dalla sua nascita. Cerchiamo proprio persone che vogliono essere pionieri del cambiamento.

Quali trasformazioni porterà la Mifid 2 a una rete come la vostra?
Per noi sarà una grande opportunità, sarà proprio l’occasione di dimostrare la qualità del rapporto che i consulenti hanno con i loro clienti e il vantaggio reale di chi come noi lavora in architettura aperta e senza conflitti di interessi, soprattutto economici.

Che tipo di consulenza avete scelto di offrire con l’arrivo della direttiva Mifid 2? Quella autonoma o quella non autonoma?
Posso rispondere che, qualunque sarà la scelta che faremo, sarà frutto di un processo condiviso all’interno della nostra rete e che consenta ai consulenti di crescere dal punto di vista professionale ed economico.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn114Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Widiba, Valletta nuovo area manager Calabria

Widiba cresce in Campania

Tris di new entry in Widiba

Ti può anche interessare

Allianz Bank prima in recruiting

La rete della società guidata da Giacomo Campora leader del ranking sul reclutamento, realizzato da ...

Albarelli (Azimut): “Tanto sviluppo, tanto estero”

L’amministratore delegato di Azimut traccia un bilancio della sua attività a un un anno dalla nom ...

Anasf, una borsa di studio per gli universitari

Previsto un assegno da 3mila euro riservato a chi studia materie economiche in qualsiasi ateneo ita ...