CheBanca! preme l’acceleratore sulla rete

A
A
A

Sono 50 i nuovi professionisti che negli ultimi tre mesi hanno scelto di entrare a far parte della rete di consulenti finanziari guidata da Duccio Marconi.

Chiara Merico di Chiara Merico17 ottobre 2017 | 11:08

GLI INGRESSI – Nuovi ingressi per la rete di consulenti finanziari di CheBanca!: secondo una nota dell’istituto, sono 50 i nuovi professionisti che negli ultimi tre mesi hanno scelto di entrare a far parte della rete, il cui rafforzamento è coerente con il piano 2016/2019 di Piazzetta Cuccia che prevede, per la banca multicanale del gruppo, l’accelerazione nello sviluppo del segmento Affluent & Premier diventando punto di riferimento nella gestione del risparmio e degli investimenti.

NOMI DI PESO – In Lombardia entra Luca Damiani con il ruolo di group manager Lombardia e Veneto, da sempre regioni trainanti nel settore della promozione finanziaria. Damiani vanta una pluriennale esperienza nel mondo bancario avendo ricoperto nella sua carriera anche la carica di responsabile rete di filiali del Credito Valtellinese.Sempre in Lombardia segnaliamo l’ingresso di un altro group manager, Maurizio Cortinovis. Il manager proveniente da IWBank presidierà Bergamo e provincia. Novità anche in Liguria, dove nell’area di Genova entra il group manager Alessandro Desideri, proveniente da Credem. Ulteriori rafforzamenti si registrano, inoltre, in Campania con l’ingresso da Credem del district manager Giovanni Gargiulo (come anticipato da Bluerating.com – leggi qui) a cui si uniscono a presidio dell’area di Napoli anche Raffaele Oliva e Gianfranco Staiano, rispettivamente provenienti San Paolo Invest e da Mediolanum. “Questi nuovi inserimenti sono la conferma del fatto che stiamo lavorando nella giusta direzione”, dichiara Duccio Marconi, direttore centrale consulenti finanziari di CheBanca! “I professionisti stanno dimostrando di apprezzare un progetto che può contare su due aspetti fondamentali: la solidità patrimoniale del gruppo Mediobanca e la forte componente multicanale e digitale a servizio della clientela propria di CheBanca!. Aspetti unici sul mercato che contribuiranno significativamente al percorso di crescita di questa rete”.

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn27Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, è guerra tra Credem e CheBanca!

Quattro comparti di TCW nella rete di CheBanca!

CheBanca!, l’indagine rivela: filiale punto di riferimento per chi investe

Ti può anche interessare

Rbs fallisce lo stress test

La Royal Bank of Scotland ha fallito la prova richiesta dalla Bank of England ai sette tra i più im ...

Super comitato sull’educazione finanziaria, c’è anche Ocf

A fine mese una nuova riunione del comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività ...

Modello 770, guida alla compilazione per intermediari finanziari

È in programma martedì 4 luglio a Milano il corso "Modello 770: guida alla compilazione dei quadri ...