Banca Mediolanum, i Pir trainano la raccolta

A
A
A

La raccolta netta totale è stata positiva per 403 milioni di euro, portando il totale da inizio anno a +4 miliardi, di cui 2 provengono dai Pir. Cala dell’8% l’utile netto, a 279 milioni.

Chiara Merico di Chiara Merico9 novembre 2017 | 14:36

RACCOLTA POSITIVA – Banca Mediolanum ha chiuso i primi 9 mesi dell’anno con un utile netto di 279 milioni di euro, in calo dell’8% rispetto allo stesso periodo del 2016. Il cda dell’istituto di Basiglio ha deliberato la distribuzione di un acconto di dividendo di 0,20 euro per azione.  Per il mese di ottobre la raccolta netta totale è stata positiva per 403 milioni di euro, portando il totale da inizio anno a +4 miliardi, con la raccolta in fondi comuni nel mese a 412 milioni (+4,85 miliardi da gennaio, +53%). La raccolta lorda dei Pir ha raggiunto i 2 miliardi da inizio anno.

CORRONO I PIR – Il totale delle masse gestite e amministrate si è attestato a 73,6 miliardi di euro (+7% da fine anno), escludendo i 9 miliardi di masse di Banca Esperia. L’aumento delle masse, spiega la società, è stato supportato anche da una forte raccolta in fondi e gestioni e con un sostenuto contributo proveniente dai fondi Pir. E’ infatti proseguito il lavoro di trasformazione delle masse amministrate in gestite, “dopo il significativo incremento dei depositi avvenuto nel 2016 grazie alla solidità che contraddistingue Banca Mediolanum”. Crescono del 15% le commissioni di gestione, che raggiungono quota 722 milioni di euro.  L’istituto sottolinea che il risultato dei primi nove mesi del 2017 ha risentito dei contributi straordinari destinati al salvataggio delle banche, che in questi nove mesi hanno quasi neutralizzato l’impatto della plusvalenza realizzata dalla vendita di Banca Esperia. Il Common Equity Tier 1 Ratio al 30 settembre 2017 è stato comunque pari a 21,8%.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, maggio dieci e lode

Doris (B.Mediolanum): “L’incertezza può frenare i Pir”

Banca Mediolanum diventa Nomad

Banca Mediolanum, aprile a forza 12

Bimbi in ufficio a Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, pagamenti più facili con un Plick

Fininvest-Mediolanum, punto a Berlusconi

Banca Mediolanum, Pac più che triplicati

Bozzolin (B.Mediolanum): “Rapporto umano al centro”

Banca Mediolanum, lo scatto di Doris nel nuovo spot

Doris (Banca Mediolanum): “La nostra agenda per la crescita”

BLUERATING in edicola. Doris (Mediolanum): “Una banca per l’Italia”

A febbraio corre la raccolta di Banca Mediolanum

Doris, rivoluzione in cassaforte

I re del web, la scalata dei Doris

Pir, chi ha vinto lo scudetto

Banca Mediolanum: masse su, utile giù

ConsulenTia18/Bosisio (Mediolanum): “La burocrazia non seppellirà la consulenza”

Gli italiani e il risparmio, se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Mediolanum CU, poker di appuntamenti per Centodieci è Ispirazione

Mediolanum, che raccolta a dicembre. Fideuram ISPB leader sui 12 mesi

Banca Mediolanum, brand che spacca

Doris: Mediolanum, banca delle Pmi

Banca Mediolanum, dominio sull’Aim grazie ai Pir

Banca Mediolanum a quota 109 family banker nel 2017

Consob, radiazione nel milanese

Banca Mediolanum, 2017 record per la raccolta

Lady Doris, il tesoro si ingrossa

Banca Mediolanum, Ennio e Massimo Doris insieme nel nuovo spot

Banca Mediolanum, Selva alla guida dell’investment banking

Doris vale un miliardo

Doris (Banca Mediolanum): “Così i Pir cambiano il risparmio e le imprese”

Banca Mediolanum, raccolta Pir miliardaria

Ti può anche interessare

Mps,Credito Fondiario entra nella cartolarizzazione degli Npl

L'istituto ricoprirà i ruoli di master servicer al perfezionamento della cartolarizzazione del port ...

Fineco, a novembre la raccolta cresce a doppia cifra

La raccolta netta nel mese è stata pari a 280 milioni di euro (+34% anno su anno) al netto del paga ...

Banca Valsabbina punta 20 milioni sui mini bond

In dettaglio, la banca ha investito 6 milioni in un fondo di investimento alternativo riservato di d ...