Consulenti: Credem vince su CheBanca!

A
A
A

Per un anno inibite le pratiche di concorrenza sleale della rete di Mediobanca nei confronti dell’intermediario emiliano. E nel pomeriggio è arrivata la nota ufficiale di CheBanca!…

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino12 aprile 2018 | 08:56

Sentenza “storica” nel mondo della consulenza finanziaria che colpisce i “passaggi” di gruppi di cf da una banca all’altra. Il 5 aprile scorso, infatti, il Tribunale di Milano tramite il collegio presieduto da Claudio Marangoni ha inibito CheBanca!, che lo scorso anno aveva rastrellato decine di cf dal Credito Emiliano (anche grazie al passaggio sotto le insegne dell’istituto controllato da Mediobanca di Duccio Marconi, nominato poi responsabile della rete cf di CheBanca!) alla prosecuzione di condotte di concorrenza sleale.

L’avvio della causa da parte di Credem era stato annunciato da bluerating.com (vedi notizia) e la sentenza di pochi giorni fa stabilisce una penale di 50.000 euro che CheBanca! dovrà eventualmente risarcire a Credem “per ogni consulente finanziario o dipendente stornato” a partire dal 5 aprile 2018 (per un periodo di 12 mesi), oltre a condannare la controllata di Mediobanca sia per le spese legali attuali che per quelle potenziali (nel caso appunto di storno).

In particolare la sentenza per 12 mesi “inibisce a CheBanca! la prosecuzione di condotte di concorrenza sleale per storno di dipendenti o consulenti finanziari” e precisamente “nello sviamento di più soggetti collocati sui diversi piani della stessa articolazione verticale della retev dei cf di Credem” e “nello sviamento di cf e/o dipendenti Credem che operino in aree territorialmente omogenee”.

Riceviamo e pubblichiamo una nota ufficiale di CheBanca! in merito alla vicenda sopra descritta:

CheBanca! ribadisce la totale correttezza del proprio operato, peraltro riconosciuta dallo stesso Tribunale di Milano nell’ordinanza dell’8 gennaio 2018 e chiarisce che il successivo provvedimento di accoglimento parziale del reclamo in questione non ha comunque impatti sull’operatività della rete di consulenti finanziari né sui relativi piani di crescita: l’attività di reclutamento proseguirà esattamente come pianificato e dunque sempre in modo lecito e nel rispetto generale del principi di correttezza indicati anche nell’ordinanza. CheBanca! si riserva di tutelare le proprie ragioni in ogni opportuna sede.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

La rete di CheBanca! a forza 20

CheBanca! saluta il 2018 con oltre 20 ingressi

Consulenza e banche, tra digitale e nostalgia

CheBanca! ingaggia 9 cf in Campania ex Azimut e Banca Mediolanum

CheBanca! saluta 30 ingressi nel trimestre

CheBanca! distribuirà 37 fondi di Edmond de Rothschild Am

Consulenti, è guerra tra Credem e CheBanca!

CheBanca! preme l’acceleratore sulla rete

Quattro comparti di TCW nella rete di CheBanca!

CheBanca!, l’indagine rivela: filiale punto di riferimento per chi investe

Columbia Threadneedle e CheBanca!, accordo per distribuire 75 fondi

Consulenti, parte la rete di CheBanca!

CheBanca!, due ingressi di peso in Campania

CheBanca! prepara l’ingaggio di cento cf

CheBanca!, che colpi nel reclutamento in attesa di Marconi

CheBanca! si fa la sua rete di consulenti

CheBanca!, accordo con Orwell per i servizi digitali

CheBanca!, cambio di timoniere

CheBanca! a caccia di consulenti e private banker

Tante novità per la banking app di CheBanca!

CheBanca! vuole chiudere entro giugno l’integrazione con Barclays

Bancoposta e CheBanca! entrano nell’Aiip

L’importanza del digitale per i wealth manager

Le banche digitali mettono nel mirino 3 milioni di utenti e-commerce

Il futuro di CheBanca! si tinge di risparmio gestito

CheBanca! prepara la rete dei cf

Di chi si parla nel nuovo numero di iFinance: le persone e le società

E’ in edicola il nuovo numero di iFinance

Banche Italiane tra le “fatiche di Atlante” e la sostenibile leggerezza delle Fintech

Barclays, vicina la vendita della divisione italiana a CheBanca

Le 40 “power people” da seguire nel Fintech in Europa. Due gli italiani in classifica

Yellow Advice di CheBanca! è “Innovation of the month” per Efma

Il primo libro in italiano sul FinTech presto sugli scaffali

Ti può anche interessare

Banca Carige, trattativa in esclusiva con Chenavari per Creditis

La società, spiega una nota della banca, "ha presentato l’offerta più competitiva ai fini dell ...

Bozzolin (B.Mediolanum): “Rapporto umano al centro”

Per lo speciale di Bluerating dedicato alle donne della consulenza finanziaria, ospitiamo oggi l’i ...

Conti correnti, 284 miliardi di euro non tutelati

E’ la cifra che, secondo un servizio di Plus24-IlSole24Ore, gli italiani detengono sui depositi ba ...