Anima: titolo sotto pressione, pesano rumors su Viola

A
A
A

Nulla di nuovo intorno ai player del risparmio gestito tricolore. Nonostante il tanto sbandierato processo di consolidamento del settore, per ora nessuna novità è emersa a anche quelle poche certezze sembrano non trovare fondamento. Naturalmente il pensiero corre su Anima SGR, società di gestione del risparmio ‘indipendente’, controllata al 30% da Banca Popolare di Milano.

di Redazione30 giugno 2008 | 15:51

La scorsa settimana le voci di imminenti dimissioni da parte di Fabrizio Viola dalla carica di direttore generale di Popolare di Milano hanno gettato ulteriore dubbi circa la riorganizzazione del gruppo bancario milanese e quindi di Anima.

Lo scorso mese, BlueTG, riportava infatti indiscrezioni di stampa secondo cui Anima SGR, Bpm e Credit Mutuel AM avrebbero visto confluire le proprie attività in un operatore paneuropeo del valore di 2 miliardi di euro.

Il progetto prevedeva il conferimento di Bipiemme Gestioni in Anima, dando così la possibilità a Banca Popolare di Milano insieme con il Credit Mutuel (azionista della Popolare) di arrivare a controllare circa il 30% della nuova entità con asset in gestione intorno agli 80 miliardi di euro.

Ora che la poltrona di Viola è “in bilico” difficile capire se e quando si compirà questa operazione che porterebbe un po’ di ossigeno agli operatori del mercato.

Oggi, infatti, Anima chiude la seduta in forte ribasso. Il titolo del gruppo guidato da Alberto Foà tocca in chiusura il prezzo di 1,44 euro: valore minimo degli ultimi 12 mesi. Dal dicembre del 2006 (quando Anima rilevò da DWS Investments Italy SGR 34 fondi per masse complessive di 7 miliardi di euro) il gruppo ha conosciuto una discesa senza sosta, acuita dalla crisi dei fondi made in Italy.

In 12 mesi il gruppo ha lasciato sul terreno il 56,77% della sua capitalizzazione mentre dall’inizio del 2008 il saldo è negativo del 32,11 percento (vedi grafico).

Andamento di Borsa di Anima, Azimut, Banca Generali negli ultimi 12 mesi (Fonte: Google Finance)

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima, utile e raccolta in crescita nel 2017

ConsulenTia18/Gatti (Anima): “Vi presento Vespucci e Magellano”

Anima, a gennaio raccolta col segno più

Anima lancia i fondi Magellano e Vespucci

Poste Italiane nell’aumento di capitale di Anima

Investimenti e consulenza, così sarà l’offerta di Poste Italiane

Anima, effetto Aletti sulle masse

Anima perfeziona l’acquisto del 100% di Aletti Gestielle

Tra Poste e Anima si inserisce Cdp

Anima e Poste, un accordo dai tre volti

Anima, arrivano il nuovo amministratore e la delega per l’aumento di capitale

Anima, i Pir trainano la raccolta a novembre

Anima-GfK: italiani sempre più ottimisti e disposti a investire

Anima, raccolta e utile positivi nei primi tre trimestri

Anima, a ottobre raccolta col segno meno

Anima, bene trend di raccolta malgrado riassetto distributivo

Anima, i Pir trainano la raccolta ad agosto

Anima conquista Aletti Gestielle

Anima, offerta in vista per Aletti Gestielle

Anima, nel primo semestre corre la raccolta

Anima-Aletti Gestielle, prove tecniche di terzo polo

Anima, Colombi entra nel board

Anima, più raccolta con il retail

Fondi, nasce un gigante italiano

Pir a tutto tondo, Widiba e Anima ne parlano a Milano

Poste Italiane stacca il dividendo, resta sotto i riflettori

I Pir spingono la raccolta di Anima

Anima, raccolta in ripresa anche ad aprile

Anima, Melzi d’Eril nominato direttore generale

Anche Mps punta sui Pir, con un fondo di Anima

Anima in testa nella Pir selection di Banca Imi

SdR 17, Gatti (Anima): “Il valore del brand nel risparmio gestito”

Anima, raccolta di marzo a 267 milioni

Ti può anche interessare

Bimbi in ufficio da Bnp Paribas Italia

BNP Paribas Italia organizza il prossimo 9 giugno, in diverse città da Nord a Sud, ed in collaboraz ...

Mps, gran rientro nel mercato obbligazionario

Il Monte dei Paschi di Siena è tornato a emettere obbligazioni dopo il salvataggio a carico dello S ...

5 buoni motivi per iscriversi a Investments on the road

Perchè non si può mancare? La redazione di Bluerating ha cinque buoni motivi da presentarvi ...