Il risparmio degli italiani agli italiani

A
A
A

Giuseppe Guzzetti, presidente dell’Acri, garantisce l’impegno delle Fondazioni per superare l’attuale crisi finanziaria. E lancia un messaggio chiaro al mondo delle banche: non permetteremo che i centri decisionali si trasferiscano fuori dall’Italia.

di Redazione31 ottobre 2008 | 10:31

Le banche italiane non saranno “ridotte a centri di raccolta di risparmio” con i centri decisionali portatati, invece, “fuori dall’Italia o in altri Paesi”.

Giuseppe Guzzetti, presidente dell’Acri, Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio, in occasione dell’84esima Giornata Mondiale del Risparmio ha tirato fuori gli artigli e dopo aver lodato il governo, che “sta facendo bene” rassicurando e tutelando i risparmiatori, ha rilanciato il ruolo delle Fondazioni bancarie.

Guzzetti, nel suo intervento, ha sottolineato che non dobbiamo rimanere indifferenti all’ipotesi che per le banche i centri decisionali rimangano in Italia “piuttosto che in Europa o fuori dall’Europa”, difendendo così l’operato dei manager che lavorano nella banche. Naturalmente tutto questo è possibile anche grazie a un forte impegno privato e le “Fondazioni saranno parte attiva di questo processo”, ha garantito Guzzetti.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Consulenti, perché occorre sempre più coraggio

Il cf oggi deve dimostrare forza d’animo. Un’analisi sul contributo che la psicologia può dare ...

Super comitato sull’educazione finanziaria, c’è anche Ocf

A fine mese una nuova riunione del comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività ...

Poste Italiane a caccia di 500 consulenti

Saranno laureati da destinare agli uffici su tutto il territorio. ...