Aedes tratta con le banche

A
A
A

Aedes annuncia il nuovo piano industriale che prevede una conversione dei debiti chirografari in strumenti finanziari partecipativi. Ma le banche non hanno ancora dato il loro ok.

di Marcella Persola31 dicembre 2008 | 13:00

Aedes approva il piano industriale e ora tratta con le banche. Il consiglio di amministrazione del gruppo immobiliare guidato da Luca Castelli ha approvato infatti il piano industriale 2009-2013 che prevede di proporre alle banche creditrici di trasformare l’85% dei debiti chirografari della società e delle controllate in strumenti finanziari partecipativi, oltre ad un aumento di capitale degli azionisti di riferimento per 150 milioni di euro.

Il debito verso le banche dovrebbe essere trasformato in strumenti partecipativi e prevede alla scadenza del quinto anno una conversione degli stessi in azioni ordinarie del gruppo con un valore di 1,25 euro ciascuna. Questa la decisione presa dal Cda che ora dovrà avere il benestare delle banche. Infatti sono stati organizzati degli incontri con gli istituti di credito con la finalità di presentare nel dettaglio il nuovo piano industriale.

La società, inoltre, ha previsto di un aumento di capitale inscindibile a pagamento per cassa più warrant offerto ai soci, da esercitarsi al valore nominale, per un controvalore complessivo di 150 milioni di euro di cui 115 milioni così sottoscritti: 45 milioni Vi-Ba, 50 milioni Isoldi Immobiliare, 10 milioni Arca e 10 milioni General Service Italia. Ora vedremo cosa riserverà il 2009 al gruppo immobiliare milanese.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Aedes in luce a Piazza Affari

Aedes sù di giri a Piazza Affari

Aumenti indigesti per Piazza Affari

Ti può anche interessare

Ubi Banca, aumento in vista

L'istituto guidato da Victor Massiah potrebbe sfruttare la prima finestra disponibile nel mese di gi ...

Ghizzoni riparte dalla consulenza con Filedo

La newco, costituita a Milano poco prima di Natale, ha un oggetto sociale tipico delle società di a ...

Banca Mediolanum entra nel club dei super tecnologici

La banca aderisce al Consorzio R3 per collaborare allo sviluppo della tecnologia blockchain e, più ...