Bancoposta e CheBanca! entrano nell’Aiip

A
A
A

Per il presidente dell’Associazione prestatori di servizi di pagamento, Maurizio Pimpinella, “il Paese che cambia passa attraverso i Digital Payment”.

Chiara Merico di Chiara Merico20 gennaio 2017 | 09:53

UN NUOVO MERCATO – Bancoposta di Poste Italiane e CheBanca! sono entrati nell’AIIP (Associazione Prestatori di Servizi di Pagamento). “Non siamo noi a stabilire questo cambiamento, piuttosto il nuovo mercato creato dalla Payment Services Directive II, alla luce del quale siamo entusiasti di avere tra i nostri nuovi associati Bancoposta di Poste Italiane e CheBanca!” ha dichiarato Maurizio Pimpinella, presidente dell’associazione, che ha aggiunto:  “Un tempo il comparto delle procedure di incasso e pagamento era appannaggio esclusivo di banche e circuiti, in seguito, con la Payment Services Directive, si è arrivati agli istituti di pagamento e di moneta elettronica. Oggi, proprio alla luce della Payment Services Directive II, lo scenario ha subito un’ulteriore evoluzione: gli Over The Top sono scesi in campo, Google, Amazon, Apple, Alibaba, PayPal. Non in ultimo Facebook, di recente autorizzato dalla Banca Centrale Irlandese ad operare come e-money institution in Europa. Affianco a questi player troviamo i Payment Initiation Service Provider, ovvero i fornitori di servizi che gestiscono la fase iniziale del pagamento, e gli Account Information Service Provider, ossia gli aggregatori delle informazioni provenienti da diversi conti di pagamento in grado di renderli gestibili tramite un’unica interfaccia, i quali hanno ridefinito i confini di questo mercato vastissimo. Il nostro impegno è quello di interpretare con puntualità le trasformazioni del settore di riferimento ed essere così una bussola affidabile per tutti i player ed i prestatori di servizi di pagamento coinvolti, comprese le startup Fintech, sempre attenti alle loro specifiche esigenze. Il Paese che cambia passa attraverso i Digital Payment”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn47Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Firme contraffatte e rendiconti falsi, la Consob radia dall’Albo un consulente

Provvedimento dell’authority ai danni di un professionista originario di Saronno. ...

Il bond di Azimut fa il pieno in un giorno

Chiuso il collocamento del prestito obbligazionario a 5 anni da 350 milioni di euro. Raccolte rihies ...

Intesa Sanpaolo, restyling per 100 filiali nel 2016

Circa 50 già restaurate, altre 50 entro fine anno e mille e regime. Così il gruppo guidato da Car ...