Pioneer lancia fondo con portafoglio “a breve”

A
A
A

Si chiama Optimal Yield Short-Term e ha un approccio di investimento flessibile tra diverse aree geografiche, settori e classi di rating. E’ il primo prodotto proposto dopo l’acquisizione della società da parte di Amundi.

Andrea Telara di Andrea Telara2 febbraio 2017 | 10:13

NUOVO FONDO – Pioneer Investments ha lanciato Optimal Yield Short-Term, il comparto della famiglia Pioneer Funds che punta a ottimizzare il rendimento investendo in modo flessibile e senza alcun vincolo, con una duration breve dei titoli in portafoglio. La strategia d’investimento di Optimal Yield Short-Term sfrutta un approccio flessibile tra diverse aree geografiche, settori e classi di rating.

In uno scenario di mercato caratterizzato da rendimenti bassi, quando non addirittura negativi, secondo noi gli investitori dovrebbero adottare un nuovo approccio per generare reddito e cercare opportunità di investimento, ha spiegato Mauro Ratto, head of Emerging Markets di Pioneer Investments. Un approccio flessibile e non vincolato potrebbe offrire maggiore potenziale di generazione di reddito, attraverso un’attività di investimento rivolta a cogliere le opportunità più attraenti nel segmento dei titoli a duration ridotta, indipendentemente dalla geografia, dal settore o dal rating. Inoltre, l’investimento in titoli caratterizzati da una duration ridotta potrebbe consentire di realizzare un portafoglio meno volatile, riducendo la probabilità di perdita in un contesto di tassi in aumento.”

La ricerca di rendimento”, si legge in una nota di Pioneer, “è diventata ancor più fondamentale per gli investitori negli ultimi anni. Questo fenomeno, in un mondo in cui le politiche delle Banche Centrali hanno spinto i tassi di interesse ai minimi storici, sta costringendo gli investitori a guardare verso un universo d’investimento sempre più ampio per generare rendimenti. L’attuale contesto di mercato dovrebbe richiedere un approccio del tutto nuovo al mondo degli investimenti, che sia flessibile e senza vincoli di area geografica”.

Con oltre 16 anni di esperienza nella gestione di asset sui mercati emergenti, il comparto è gestito da Colm D’Rosario, senior portfolio manager high yield, e Paolo Pennati, institutional associate portfolio manager. Optimal Yield Short-Term è stato realizzato per far leva sulle competenze ampie e diversificate dei team Emerging Markets & High Yield di Pioneer. Il comparto si avvale di un processo di investimento a più livelli, che cerca di creare valore sfruttando diverse fonti tra cui asset allocation, selezione dei titoli e sovrapposizioni tattiche. Il profilo di rischio della strategia può essere modificato per rispondere sia al ciclo economico che alle future condizioni di mercato.

“Questa nuova strategia potrebbe offrire agli investitori i vantaggi tipici sia della nostra capacità di asset allocation che di selezione dei titoli, ha concluso Ratto. “Noi crediamo che ricerca bottom up approfondita, tempestiva asset allocation ed esposizione al credito ben diversificata potrebbero offrire agli investitori l’opportunità di generare reddito all’interno di un portafoglio con duration ridotta.”

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Enasarco vende azioni e incassa 14 milioni

L’ente di previdenza degli agenti di commercio a cui sono iscritti anche i consulenti finanziari h ...

Allianz Bank, voci di un interesse di Mediobanca

Ma Claudia Parzani, presidente di Allianz spa non ha voluto commentare, come da consuetudine, le ind ...

Ubi chiude per le tre good bank

Oggi dovrebbe verificarsi la terza e ultima condizione posta dall’ex popolare. Si tratta della ces ...