Risparmio gestito, ecco il portafoglio delle reti

A
A
A

La ripartizione della raccolta tra i vari comparti ha evidenziato un saldo positivo per i fondi (+766,9 milioni di euro), che ha coinvolto sia quelli di diritto estero (469,9 milioni) e sia quelli di diritto italiano (321,2 milioni). E tra le reti c’è chi punta sulla previdenza.

di Redazione30 gennaio 2009 | 15:40

Mentre a ottobre il dato di raccolta delle reti era negativo per 16,6 milioni e a novembre si era tornati in zona positiva con +275,7 milioni, l’ultimo mese del 2008 si è chiuso con una raccolta netta boom pari a 1,1 miliardi di euro. A conferma di un trend positivo arrivano anche importanti segnali di ripresa del risparmio gestito, storico core business dei promotori.
 
La ripartizione tra i vari comparti ha evidenziato, infatti, una raccolta netta per il gestito pari a 1,05 miliardi e di solo 9,4 milioni per il risparmio amministrato. In generale la raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è stata complessivamente positiva per 766,9 milioni di euro, ed ha coinvolto sia i fondi di diritto estero (469,9 milioni) e sia quelli di diritto italiano (321,2 milioni). Per quanto riguarda le gestioni patrimoniali individuali si continuano, invece, ad osservare deflussi complessivi, pari a 226 milioni di euro, attribuibili in gran parte alle gpf, per le quali si è avuta una raccolta netta negativa per 200,8 milioni. Di segno opposto le risorse nette confluite in prodotti assicurativi e previdenziali, complessivamente positive per 513,3 milioni di euro, con la raccolta in unit linked pari a 203,9 milioni e quella in prodotti previdenziali individuali per 103,5 milioni.

I dati cambiano notevolmente da società a società. Per esempio Azimut Consulenza per Investimenti, la SIM della società guidata da Pietro Giuliani che pochi giorni fa ha annunciato la volontà di aprirsi al multibrand, come già operava Az Investimenti, ha visto crescere nel 2008 in maniera esponenziale il peso della raccolta nelle gestioni patrimoniali mobiliari che hanno toccato quota 808,77 milioni mentre i fondi e le Sicav segnano un mega-rosso da 993 milioni.

Interessanti anche i numeri segnati dai promotori di Banca Generali, che vantano una raccolta sui prodotti assicurativi pari a 992,34 milioni, mentre, al contrario, pagano il ritracciamento sulle gpf che segnano un rosso da 1 miliardo di euro.

Discorso simile per Allianz Bank Financial Advisors che tra fondi, Sicav, gpf e gpm paga un rosso da 1,3 miliardi: un dato parzialmente compensato dai numeri positivi degli assicurativi che toccano quota 674 milioni. Caso particolare, invece, quello di Sanpaolo Invest, anch’essa in procinto di abbandonare le gpf, che segnano un rosso da 783,39 milioni, ma capace di raccogliere in fondi e Sicav più di 638 milioni.

Infine, anticipando uno dei sicuri trend dei prossimi anni, Mediolanum, come già accaduto ai tempi dei pac, ha puntato forte sul tema della previdenza sovrastando i competitor. Con circa 529 milioni, infatti, la rete dei promotori guidati dal banking group manager Giovanni Marchetta precede di gran lunga Finecobank, che si piazza al secondo posto del podio con appena 28,5 milioni. A proposito della struttura guidata da Alessandro Foti si evidenziano, invece, i risultati del comparto gestito, che segna quasi 2,6 miliardi di rosso, controbilanciati dal grande risultato dell’amministrato che tocca quota 3,93 miliardi.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut prende Sofia Sgr

Azimut, completato il piano mensile di acquisto di azioni

Azimut, i 3 ex supergestori all’attacco

Azimut, gennaio positivo per la raccolta

ConsulenTia18/Albarelli (Azimut): ” Con Mifid 2 i cf guadagneranno di più “

Azimut Holding: eseguita la terza tranche di acquisto di azioni proprie

Gruppo Azimut, scompare Augustum Opus Sim

Giuliani: “Ecco come Timone crescerà in Azimut”

Azimut, superutile e superdividendo

Azimut: missione compiuta (con due anni d’anticipo)

Azimut? “Non è in vendita”

Azimut torna a ruggire nel reclutamento

Azimut scommette sul peer to peer lending

Azimut punta al Nord Europa

Azimut, a novembre raccolta a +403 milioni

Azimut, terza tappa del buyback

Azimut, continua lo shopping in Australia

Azimut, il titolo piace a Credit Suisse

Azimut, ecco la newco dei 3 ex super gestori

Albarelli (Azimut): “Tanto sviluppo, tanto estero”

Azimut: “Piano di acquisto completato da 1.200 colleghi”

Azimut e Alfalah Investments lanciano un fondo sull’azionario pakistano

Azimut colpisce ancora in Australia

Azimut? Arriverà a 50 euro

Azimut, nei 9 mesi il secondo miglior utile di sempre

Bluerating in edicola: “Partiamo in vantaggio con la Mifid 2”

Azimut, rivoluzione nella gestione

Azimut, l’Australia traina la raccolta a ottobre

Colpo AlpenBank, ingaggiata Rita Ghigo

Fineco e le altre: è tempo di trimestrali

Azimut, alleanza in Medio Oriente

Azimut, l’estero fa bene al business

Azimut, è caccia grossa a 150 bancari “affluent”

Ti può anche interessare

Bankitalia, nel 2016 mille sportelli in meno

Nel 2016 il numero degli sportelli è sceso a quota 29mila (erano 33mila nel 2010). ...

Marzotto Sim raddoppia l’utile

L'ultimo esercizio della società di consulenza si è chiusa con profitti netti per oltre 1 milione ...

Bluerating Awards, ecco le donne consulenti in nomination

La redazione di Bluerating ha selezionato le professioniste che si contenderanno i tre premi previst ...