BFC al Lugano Small & Mid Cap Investor Day: guarda il video

A
A
A

Al Lugano Small & Mid Cap Investor Day IR Top Consulting ha presentato un panel di 14 società quotate sull’Aim Italia: c’era anche BFC.

di Redazione22 settembre 2017 | 14:53

IR Top Consulting, società specializzata nella consulenza direzionale su investor relations e capital markets, ha presentato un panel di 14 società quotate sul mercato Aim Italia venerdì 22 settembre al Lugano Small & Mid Cap Investor Day, presso l’Hotel Splendide Royal, a Lugano. Durante l’evento, le società dell’Aim hanno incontrato investitori istituzionali, private banker e family office operanti sul mercato svizzero sia attraverso presentazioni plenarie che in meeting one-to-one. L’evento è stato organizzato con il supporto di Borsa Italiana-London Stock Exchange Group e di Pmi Capital e con la sponsorship di Aimnews.it e Factset. Le 14 società Aim presenti erano Clabo, Digital Magics, Elettra Investimento, Expert System, MailUp, Fope, Piteco, Finlogic, Blue Financial Communication (società che edita questo sito, n.d.r.), Bomi Group, Enertronica, Gpi, 4Aim SICAF e WM Capital.

CLICCA SUL VIDEO PER ASCOLTARE L’INTERVENTO DI DENIS MASETTI, PRESIDENTE DI BLUE FINANCIAL COMMUNICATION.

Il mercato Aim conta oggi 86 società con una capitalizzazione pari a 4,8 miliardi di euro, un giro d’affari complessivo pari a 3,4 miliardi di euro e una raccolta complessiva di 2 miliardi di euro. “A seguito dell’introduzione dei Piani individuali di risparmio“, spiega IR Top Consulting in una nota, “Aim Italia ha registrato una significativa crescita della liquidità e degli investitori specializzati Pir Compliant, oltre che una performance positiva riflessa nell’indice Ftse Aim Italia. In particolare, il controvalore medio giornaliero nel 2017 è pari a 101mila euro dai 24mila del 2016, il controvalore totale nel 2017 è pari a 1,1 miliardi dai 295 milioni del 2016 e l’indice Ftse Aim Italia registra una performance del +23% e 14 nuove ipo per una raccolta di 650 milioni, a fronte delle 11 nuove ipo per una raccolta di 208 milioni nel 2016.

Gli investitori esteri nel capitale delle società Aim rappresentano il 46% del totale numero di investitori. La Svizzera rappresenta il primo investitore estero con una quota di investitori pari al 18%, secondo l’Osservatorio IR Top su Aim. Nei primi otto mesi del 2017, le quotazioni sul mercato Aim Italia sono aumentate del +27% rispetto al 2016, anche grazie agli effetti positivi dei Pir.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Pir, volano per l’Aim Italia

I clienti Banca Generali faranno il “tagliando digitale” con Axélero

Ti può anche interessare

SdR 17, Castelli (Banor Capital): “Preferiamo i titoli ciclici e i finanziari”

Il commento sui mercati di Francesco Castelli, responsabile del fixed income di Banor Capital ...

ITForum 2017, ecco cosa vi aspetta

Il video di presentazione dell'evento in programma a Rimini il 18 e 19 maggio. ...

SdR 17, Alfieri (Jp Morgan Am): “Le opportunità del multi-asset”

Videointervista ai microfoni di Bluerating.com del country head per l'Italia di Jp Morgan Asset Mana ...