L’Esma detta nuove linee guida sugli etf

A
A
A

Ecco, in sintesi, il documento di consultazione che contiene le novità per i replicanti e i fondi strutturati. In nome di una maggiore tutela per gli investitori

di Redazione31 luglio 2012 | 09:29

I PUNTI PRINCIPALI – Maggiori garanzie sul rimborso dei fondi e la stretta sul prestito dei titoli. Per gli investitori, inoltre, in materia di etf e fondi strutturati, sono previste anche una chiara definizione dell’etichettatura, più disponibilità e trasparenza delle informazioni sull’indice di riferimento. Questi, in sintesi, i punti salienti contenuti nelle linee guida su questo tipo di prodotti appena varate dall’Esma, l’autorità europea per i mercati finanziari a cui partecipa anche la Consob. Un documento che è stato elaborato (dopo una consultazione dei partecipanti al mercato) dall’operational working group guidato dal commissario della Consob Vittorio Conti. 

COSA CHIEDE L’ESMA AI GESTORI – L’Esma chiederà ai money manager di girare direttamente al fondol’intero ammontare delle performance generate dal prestito titoli, al netto dei costi. I proventi, dunque, non potranno essere più trattenuti dalle sgr ma dovranno essere passati agli aderenti al fondo. Gli aderenti agli etf, per esempio, dovranno ricevere il 100% del guadagno al netto dei costi.

OBIETTIVI LIQUIDITA’ E TRASPARENZA- Le linee guida prevedono “che siano assicurate agli investitori adeguate condizioni di rimborso anche in condizioni di scarsa liquidità del mercato secondario”. A seguire, come accennato sopra, dovrà essere assicurata agli investitori “una corretta informazione” sull’attività di prestito titoli eventualmente svolta dai fondi e sui rischi correlati: questa attività sarà inoltre assoggettata a regole più stringenti. Saranno adottati criteri definiti in relazione ai titoli che possono essere ricevuti in garanzia dal fondo e anche in materia di utilizzo di collateral.

UNO SGUARDO AGLI UCITS – Gli Ucits che investono in indici dovranno fornire agli investitori la metodologia di calcolo degli indici, mentre Esma raccomanda che i replicanti Ucits debbano utlizzare l’etichetta Ucits Etf in modo da essere facilmente identificabili dai risparmiatori. Ha fatto sapere Conti: “L’emanazione delle linee guida rappresenta un significativo progresso nella determinazione degli indirizzi di regolamentazione degli eft e dei fondi strutturati. Aumentano la tutela degli investitori e al contempo favoriscono la stabilità del mercato”.

PIU’ REGOLE  CONTRO LO SHADOW BANKING-  Il documento, si legge nel documento, “innalza il livello e la qualità dell’informazione messa a disposizione dai fondi agli investitori e introduce regole sul prestito titoli, fornendo un importante contributo al dibattito in corso a livello europeo sul fenomeno dello shadow banking”.

REPO E REVERSE REPO – Accanto alla pubblicazione delle linee guida è stato sottoposto alla consultazione degli operatori di mercato un documento sul trattamento degli accordi di repo (repurchase agreement) e di reverse repo adottati dai fondi. Il punto centrale è rappresentato dai limiti e dalle garanzie da usare per non creare problemi alla liquidità dei fondi. La consultazione durerà due mesi: sarà dunque aperta fino al 25 settembre.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Valutazione dell’adeguatezza, Ascosim risponde a Esma

Consulenti, con Mifid 2 cambiano i requisiti di adeguatezza

Market abuse, i chiarimenti dell’Esma sui doveri dei consulenti

Definire il rischio è un po’ rischioso

Consulenti: l’Esma rivede i requisiti di adeguatezza

Esma, come certificare conoscenze e competenze dei consulenti finanziari

Esma e Mifid 2, guarda il videoconfronto tra consulenti e commercialisti

Regole Esma e Mifid 2, come vendere un fondo extra-europeo

Esma e Mifid 2, gli obblighi dei cf nel costruire i portafogli

Esma e Mifid 2, i doveri delle reti e dei consulenti

Vendere certificati e prodotti strutturati: cosa cambia per i cf con le regole Esma (e con la Mifid 2)

Regole Esma, la classificazione della clientela è il tallone d’Achille

Consigliare l’acquisto di un’azione: cosa cambia per i cf con le regole Esma (e con la Mifid 2)

Bufi (Anasf): “Esma, buon compromesso”

Vendere un fondo: ecco cosa cambia con le regole Esma

Consulenti e reti, la mazzata delle regole Esma

Ambrosi (Efpa Italia): “Ecco i punti cruciali del documento Esma”

Focus necessario sui requisiti

Diligenza sui prodotti? Non tocca solo al consulente

Vegas (Consob): “Prospetto inefficace, necessario il Kid per informare l’investitore”

Falsi fondi attivi, è ora di fare i nomi

Aberdeen taglia le commissioni sul fondo dei mercati emergenti

Promotori, Nafop dice la sua sulla direttiva Esma

Esma, Anasf ribadisce: no alla ”clausola di salvaguardia”

Promotori sotto la lente dell’Ue

Tutela del risparmio, Scolari è nel comitato consultivo dell’Esma

Fondi, Afge chiama a raccolta gli intermediari finanziari per parlare di orientamenti Esma

Vendite allo scoperto, l’Esma avvia una consultazione pubblica

Fondi, è online la traduzione ufficiale degli orientamenti Esma

Etf, Esma avvia una consultazione pubblica per la regolamentazione

Ti può anche interessare

A Piazza Affari i primi 5 etf di Hsbc Global Asset Management

Debuttano alla borsa di Milano gli exchange trade fund della casa di gestione internazionale legati ...

iShares studia un Etf per il mondo cattolico

Gli Etf sono un mercato in crescita: iShares iShares tre settimane fa ha lanciato un Etf sui roboad ...

Bnp Paribas, ecco la nuova serie dei certificate Athena

Gli Athena, con una durata di 2 anni, sono certificati di investimento che offrono la possibilità d ...