Source: gli etp piacciono sempre di più

A
A
A

I due terzi degli investitori professionali e dei consulenti europei detiene attualmente etp nei portafogli in gestione e un ulteriore 22% li ha utilizzati in passato.

di Redazione11 maggio 2015 | 09:52

LO STUDIO DI SOURCE – Una nuova ricerca di Source, uno dei maggiori emittenti di exchange traded products in Europa, rivela che i due terzi (il 68%) degli investitori professionali e dei consulenti europei detiene attualmente etp nei portafogli in gestione e un ulteriore 22% li ha utilizzati in passato. Lo studio ha coinvolto più di 750 investitori professionali e consulenti operanti in 11 Paesi europei. Ognuno di essi gestisce non meno di 50 milioni di sterline in investimenti per clienti privati o 100 milioni di sterline in attività per clienti istituzionali. Il 34% degli intervistati ha indicato gli etp al primo posto, fra i tre prodotti preferiti da detenere in portafoglio. È la percentuale più elevata di “prime scelte”, mentre al secondo posto si collocano i fondi d’investimento tradizionali, che hanno raccolto il 29% delle risposte. In totale, i due terzi degli intervistati ha indicato gli etp fra i tre prodotti principali utilizzati. Al terzo posto, infine, si sono piazzate le singole azioni.

CHI TIFA PER GLI ETP – A ricorrere maggiormente agli etp sono gli investitori professionali e i consulenti ubicati in Svizzera, dove sono attualmente presenti nell’87% dei portafogli d’investimento. Segue a ruota Israele, con una percentuale dell’86%. Con il 40%, la Spagna raccoglie la percentuale più bassa di investitori professionali e consulenti che ricorrono all’utilizzo di etp. Complessivamente, la quota di etp rispetto al totale degli attivi gestiti è stimata dagli investitori intorno al 10%. Il 78% del campione ha dichiarato che non intende ridurre l’utilizzo di questi prodotti, mentre il 39% ha intenzione di farne un maggiore impiego nei prossimi 12 mesi. In Israele, il 78% degli intervistati ha espresso la volontà di ricorrervi in misura maggiore nei prossimi 12 mesi, a fronte del 56% in Austria, del 49% in Svizzera e del 42% nel Regno Unito. Solo il 14% degli investitori e dei consulenti spagnoli intende aumentare l’impiego di etp nel prossimo anno, il dato più basso di tutti i Paesi analizzati.

INTERESSE PER GLI ETF
– Per quanto riguarda il mercato Italiano, emerge il particolare interesse in etf per investire nei mercati più difficilmente accessibili, come l’azionario globale (indicato come principale area investita tramite etf dal 62% del campione), l’azionario emergente (52%) e i metalli preziosi (47%). La ricerca ha inoltre scoperto che, mediamente, gli investitori detengono tre o quattro tipi diversi di etp nei portafogli in gestione. Fra questi, il 71% ha dichiarato di utilizzare etf di pura replica mentre il 40% afferma di impiegare etf a gestione attiva. Nell’insieme, per il prossimo anno si profila un incremento netto del 32% nell’utilizzo degli etp a replica, a fronte di un corrispondente aumento per gli etp a gestione attiva del 6%. Stefano Caleffi, responsabile di Source per l’Italia, ha commentato: “volevamo sondare l’utilizzo di etp in vari mercati e il nostro studio ha scoperto molte differenze significative. In generale è risultato che il mercato europeo offre ancora notevoli margini di crescita per gli etp, che rimangono veicoli d’investimento popolari. Caleffi ha poi aggiunto: “l’esplorazione dei dati ricavati ha fornito preziosi approfondimenti che offrono spunti importanti sulle modalità di sviluppo più opportune degli etp al fine di soddisfare gli investitori in ogni Paese”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Invesco, acquisizione miliardaria tra gli etf

Amundi lancia un Etf Pir compliant

Smart BETA e factor investing: Consultinvest fa chiarezza

Etf, la corsa continua anche nel secondo trimestre

Oro, si raffredda la domanda

A Piazza Affari i primi 5 etf di Hsbc Global Asset Management

Lyxor lancia il primo Etf Pir compliant

Source lancia l’ETF specializzato nel FinTech

Buffett (Berkshire Hathaway): fondi hedge costano troppo per quel che rendono

Nasce Euclidea, il primo private banking fintech alla portata di tutti

Arriva il sito che ti dice come risparmiare sui costi di fondi e Sicav. Ecco come funziona

Etf in Europa, frena la raccolta degli smart beta

Moneyfarm lancia la prima gestione patrimoniale per tutti

Petrolio: cinque cose da tenere a mente secondo WisdomTree

Source: il 2017 sarà positivo ma volatile, occhio a bond emergenti e dollaro

New Alpha A.M. e Aviva France finanziano la prima piattaforma europea di analisi degli ETF

Il Premio dei Premi per l’innovazione assegnato a Invest Banca e Widiba

Oro, meglio gli Etf che i titoli minerari a questi livelli

Ossiam punta sulla responsabilità sociale

Etf in Europa, raccolta fiacca ad aprile

Ossiam quota un nuovo Etf a Piazza Affari

China Post Global prende la divisione Etf di Rbs

Usa, arriva l’etf che investe in videogame

Cattivo timing per gli investitori Usa

Ossiam punta sul Giappone con un nuovo Etf

Nomura lancia due etf che puntano sul Giappone

Per l’argento il rialzo sembra agli sgoccioli, è ora di un Etf corto?

Il rimbalzo del petrolio fa ripartire Etfs Brent 1 Month

Le utilities portano bene ad Amundi

A Etfs basta poco zucchero per addolcire le performance

Come fare soldi scommettendo sul bestiame

Etfs Daily Leveraged Gasoline riparte, sarà la volta buona?

Il calo del rame fa volare Boost Copper 3x Short Daily

Ti può anche interessare

Etf Securities: materie prime piatte nel 2018, interesse per i metalli rari

L’outlook per il 2018 della casa d’investimenti britannica ...

A Piazza Affari i primi 5 etf di Hsbc Global Asset Management

Debuttano alla borsa di Milano gli exchange trade fund della casa di gestione internazionale legati ...

BlackRock: gli Etf piacciono sempre più agli istituzionali

Secondo uno studio di Greenwich Associates, commissionato da BlackRock, uno spettro sempre più ampi ...