Societe Generale quota sul SeDeX cinque certificati Cash Collect Protection PLUS+

A
A
A

Grazie a questi nuovi strumenti sarà possibile investire sul tasso di cambio tra l’euro e la valuta di Messico, Sudafrica, Brasile e Turchia.

Chiara Merico di Chiara Merico2 febbraio 2018 | 10:47

LA QUOTAZIONE – Oggi, 2 febbraio, Societe Generale porterà sul SeDeX di Borsa Italiana cinque nuovi certificati Cash Collect Protection PLUS+ su valute emergenti. Grazie a questi nuovi strumenti sarà possibile investire sul tasso di cambio tra l’euro e la valuta di Messico, Sudafrica, Brasile e Turchia, potendo contare sull’Effetto Protection PLUS+ che differenzia i Certificati Cash Collect di Societe Generale fornendo una protezione aggiuntiva del capitale a scadenza. L’esclusivo Effetto Protection PLUS+ fornito da SG consente di avere a scadenza e in caso di perdite consistenti del sottostante, una protezione ulteriore del capitale rispetto ai classici Cash Collect Certificates. Se a scadenza il sottostante supera la barriera prefissata, infatti, i Cash Collect tradizionali rimborsano il Valore Nominale diminuito della perdita totale del sottostante; i Cash Collect Protection PLUS+ di Societe Generale, invece, forniscono un ulteriore paracadute, rimborsando il Valore Nominale diminuito soltanto della differenza tra la perdita del sottostante e la barriera (fissata ad un deprezzamento del sottostante dal 30% al 50% a seconda del certificato).

 

Le principali caratteristiche di questi prodotti, in quotazione dall’2 febbraio, sono:

  • Un premio condizionale distribuito su base mensile compreso tra 0,45% e 0,90% in base al tasso di cambio sottostante considerato e alla barriera;
  • Effetto memoria dei premi mensili condizionali non distribuiti;
  • La possibilità di liquidazione anticipata dopo un anno dall’emissione;
  • il meccanismo di protezione condizionata a scadenza (3 anni) dato dallo specifico Effetto Protection PLUS+ di Societe Generale.

 

Come funzionano gli strumenti

Al termine di ogni mese l’investitore si troverà di fronte a due possibili situazioni:

 

  1. la Valuta Emergente si è apprezzata rispetto all’Euro oppure si è deprezzata non più del 50% (per il certificato con XS1669415710) o non più del 30% (per gli altri quattro certificati), ovvero il fixing del tasso di cambio Euro / Valuta Emergente è inferiore o uguale al 150% o al 130% del fixing alla Data di Valutazione iniziale: in questo caso il certificato riconosce un premio mensile compreso tra 0,45% e 0,90% (a seconda del tasso di cambio sottostante e della Barriera).

 

  1. in caso contrario, il certificato non riconosce il premio, che viene “memorizzato”.

 

Inoltre, al termine del primo anno, e poi su base mensile, se la Valuta Emergente si è apprezzata (ovvero il fixing del tasso di cambio Euro / Valuta Emergente è inferiore o uguale al 100% del fixing alla Data di Valutazione iniziale), il certificato viene rimborsato anticipatamente e riconosce il 100% del Valore Nominale, oltre al premio mensile.

Nel caso in cui il certificato non sia stato liquidato in anticipo, a scadenza possono verificarsi due scenari alternativi:

 

  1. la valuta emergente si è apprezzata rispetto all’Euro oppure si è deprezzata ma non più del 50% (per il certificato XS1669415710) o non più del 30%(per gli altri quattro certificati), ovvero il fixing del tasso di cambio Euro / Valuta Emergente a scadenza è inferiore o uguale al 150% o al 130% del fixing alla Data di Valutazione iniziale, l’investitore beneficia della protezione condizionata del capitale e riceve il 100% del Valore Nominale, oltre al premio mensile;

 

  1. in caso contrario, grazie all’Effetto Protection PLUS+, l’investitore registrerà una perdita attenuata sul Valore Nominale, pari al deprezzamento della Valuta Emergente nei confronti dell’Euro, solo per la parte eccedente il 50% o il 30%. Per esempio, a fronte di una perdita del sottostante del 52% alla data di osservazione finale, con un Cash Collect tradizionale barriera l’investitore avrebbe maturato una perdita del 52%. Tale perdita, invece, con un Cash Collect Protection PLUS+ si riduce al 2% con un rimborso pari al 98% del Valore Nominale (nel caso del certificato XS1669415710) e al 22% con un rimborso pari al 78% nel caso degli altri quattro certificati.

 

Vincenzo Saccente, co-head Public Distribution di Societe Generale in Italia, ha commentato: “In seguito al successo registrato dalle precedenti emissioni abbiamo deciso di realizzare una nuova emissione di certificati Cash Collect Protection PLUS+. Le valute di Messico, Sudafrica, Brasile e Turchia rappresentano un’asset class molto interessante in termini di rendimento e consentono di puntare a premi mensili. Non bisogna sottovalutare, però, l’elevata volatilità che le caratterizza: proprio per questo, l’Effetto Protection PLUS+ costituisce un elemento di protezione aggiuntivo per chi voglia approcciare questi mercati”.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Da SocGen due obbligazioni in lira turca con protezione in euro

Settebello per SocGen sul Sedex

SocGen, pancia piena di blue chip

SG, emissione monstre sul Sedex

46 corridor per SocGen

SoGen ha i titoli per Byblos

Societe Generale quota cinque certificati Cash Collect

Societe Generale quota sul Sedex 49 nuovi Corridor

SGSS si conferma banca depositaria per Inarcassa

Societe Generale, Guadagnino a capo del debt capital markets in Italia

Societe Generale presenta i nuovi certificati Corridor

SocGen sostiene i progetti green

Societe Generale: dal 10 luglio raggruppamento dei certificati a leva fissa +/- 7x sul Ftse Mib con l’attribuzione di nuovi Isin

Societe Generale punta sulla Positive Impact Finance

Societe Generale, maxi emissione di covered warrant

Societe Generale quota nove Etc in Borsa Italiana

Societe Generale quota i primi certificati Express Plus+ su valute emergenti

Macron ha vinto, le borse perdono terreno

SocGen, utile in calo e ricavi in crescita nel primo trimestre

Societe Generale quota due obbligazioni in lira turca e rupia indiana

Societe Generale lancia un’obbligazione in dollari

Il rialzo graduale dei tassi della Fed può favorire oro e materie prime

Doppia nomina per SocGen Securities Services

Borse in rialzo in Eurozona, la Le Pen fa meno paura

SocGen Securities Services lancia Synapse

SocGen Securities Services, arriva Davey

Nuovi Investimenti – Societe Generale e Binck si accordano per tagliare le commissioni

Société Générale è pronta per la tecnologia chatbot

Societe Generale, arriva Gumier

Societe Generale quota due bond in rublo e real brasiliano

SocGen quota due nuovi certificati a leva fissa sul Ftse Mib

SocGen strappa Gumier a Bank of America

Societe Generale batte le attese e vola in borsa

Ti può anche interessare

BlackRock lancia un nuovo Etf Esg

IL LANCIO – BlackRock lancia in Europa l’undicesimo Etf Esg, per offrire uno strumento azion ...

Sfruttare minus, rendimenti e coperture con i certificati

Come utilizzare i trend di mercato con questi prodotti, il parere di Bnp Paribas ...

Certificati, la corazzata di Unicredit

Sono ben 24 i nuovi prodotti emessi sul Sedex ...