iFinance raddoppia: BFC lancia a Londra la nuova iFinance Media Ltd

A
A
A
di Redazione13 luglio 2016 | 10:41

E’ operativa da oggi iFINANCE MEDIA LTD, nuova società del gruppo Blue Financial Communication focalizzata sullo sviluppo nel settore del FinTech.

Casa editrice indipendente specializzata nell’informazione sul personal business e sui prodotti finanziari quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana,  Blue Financial Communication accelera così verso l’obiettivo di diventare un attore globale nel mercato dell’informazione e della tecnologia applicata alla finanza.

La nuova società, controllata al 100% da Blue Financial Communication, ha sede a Old Street, nell’innovativo centro di WeWork, vero cuore pulsante del FinTech londinese.

Fondata da Denis Masetti, BFC è attiva da oltre 20 anni nell’informazione finanziaria, ad oggi edita i mensili BLUERATING dedicato al mondo della distribuzione di prodotti finanziari, PRIVATE che si rivolge ai private bankers e dal giugno scorso ha lanciato anche il periodico iFinance, il primo magazine per il FinTech. Blue Financial Communication è attiva anche nel web con i siti correlati alle testate cartacee, www.bluerating.com, www.privatebankingweb.com, www.ifinanceweb.com oltre a www.soldiweb.com dedicato alla finanza personale.

Con la nascita a Londra di iFINANCE MEDIA LTD, BFC rafforzerà la componente internazionale della casa editrice grazie al gruppo di lavoro già attivo composto da un giornalista, un web editor e a un programmatore che stanno dando e daranno un contributo molto importante allo sviluppo del magazine iFINANCE diretto da Marco Barlassina e del sito www.ifinanceweb.com. Già distribuito nelle principali edicole di Londra, iFinance sarà destinato a diventare la base per la creazione di una comunità internazionale nel settore del fintech, al cui servizio, già entro la fine di quest’anno, verrà messo il primo market place della finanza digitale.

In particolare, il magazine iFinance, composto da un innovativo sistema di “giornali nel giornale” presenta un corpo di 84 pagine in italiano cui si aggiungono ORIGAMI, una mappa poster in inglese dedicata di volta in volta ai protagonisti della finanza digitale in Europa e nel mondo, e FINTECHAGE, una sezione/magazine in lingua inglese che, a partire dal prossimo numero di settembre, conterrà novità, approfondimenti e personaggi che a Londra e in Europa animano il settore del fintech.

Il board di iFINANCE MEDIA LTD è composto da: (i) Denis Masetti, in qualità di Presidente, (ii) Daniele Federico Monarca, con esperienze nel private equity e nelle start up e già presente come amministratore indipendente nel consiglio di amministrazione di BFC, (iii) Francois Carlotti, già capo in Europa per Franklin Templeton e che si occuperà dello sviluppo delle attività di iFinance, (iv) Federico Morgantini che da Hong Kong svilupperà i mercati asiatici, e (v) Rajeevan Ratnasingham art director a Londra.

“Da Londra vogliamo entrare nel mercato globale del fintech e dell’informazione digitale tramite il nostro marketplace che sarà operativo nei prossimi mesi. Prevediamo di creare più strutture e guardiamo all’Asia come un mercato molto promettente per l’informazione sui prodotti finanziari online”, ha dichiarato Denis Masetti, presidente di Blue Financial Communication e della controllata londinese iFINANCE MEDIA LDT.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Monarca (Bfc): “Le nostre prospettive di crescita”

Forbes in Italia con BFC e tanto spazio ai temi dell’innovazione

FORBES in Italia, accordo con BFC

Ti può anche interessare

Open-F@b Call4Ideas 2016: vincono Amyko, Spixii e D-Heart

Sono Amyko (primo classificato), Spixii (secondo classificato) e D-Heart (terzo classificato) i vin ...

MetLife: l’assicurazione si fa in realtà virtuale

MetLife in India ha lanciato una nuova piattaforma disponibile per i clienti solo attraverso la real ...

“Un sospeso” da Starbucks con WeChat

In Italia abbiamo un bar ogni pochi metri, nelle città come nei piccoli centri, tanto che Starbucks ...