Sorpresa robo-advisor: a usarli di più sono i clienti di fascia alta

A
A
A
Marco Barlassina di Marco Barlassina5 ottobre 2016 | 11:42

I servizi di consulenza digitale, saranno adottati solo dagli investitori di fascia medio-bassa come pronosticato da istituti di ricerca e accademici? Niente affatto. Almeno secondo quanto emerge da una survey di MyPrivateBanking Research dal titolo “Investors’ Attitudes towards Robo-Advisors – Evidence from the US and the UK“, per la cui realizzazione sono stati intervistati 600 investitori affluent e high net worth negli Stati Uniti e Gran Bretagna.

Il mercato pare quindi andare in direzione opposta rispetto alle previsioni, sfatando così quello che può  ormai essere definito il falso mito che la consulenza automatizzata possa attrarre solo l’interesse di una clientela interessata a ridurre il più possibile i costi.

La maggior parte degli intervistati, più del 70%, riconosce infatti il potenziale dei robo-advisor e dei servizi d’investimento automatizzati al fine di aggiungere valore ai loro servizi di wealth management.

In particolare l’adozione di strumenti di online wealth management sta avvenendo più rapidamente proprio da parte della clientela di fascia altissima: il 43% degli high net worth individual (coloro il cui patrimonio supera il milione di dollari) già li utilizza, contro il 17% dei clienti mass affluent.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ethenea, un viaggio verso la destinazione 2018

Online Sim lancia la prima piattaforma per scegliere tra più robo-advisor

Ambromobiliare, sottoscrizione aumento si ferma al 5,7%

La Casa della Consulenza e quel lavoro di squadra

I gestori dovranno cambiare modello di business

In bfinance arrivano Morgan e Rose per seguire l’Italia

I consulenti italiani dovrebbero investire anche nell’etica

Albo unico, Nafop: una soluzione entro pochi giorni

Ascosim cambia: da oggi è l’associazione delle società di consulenza finanziaria

Al lancio il primo social network degli investimenti

Cambio ai vertici di Ernst & Young, Weinberger sarà presidente e a.d.

Nuovo ingresso in cda per GC Governance Consulting

Lowendalmasaï allarga il team italiano

Costamagna si lancia nella consulenza finanziaria online con Advise Only

Investitori, fiducia lontana e la ricchezza si assottiglia

Ambrosetti si posiziona in vista della ripresa

Private Consulting Sim, l'indipendenza al servizio della consulenza

Il legislatore costringe Maxos SIM alla liquidazione

Parola d'ordine: chiudere i derivati

Caro cliente, attenzione ai costi

Consulenti finanziari – Sì alla consulenza via web

Le famiglie italiane snobbano i consulenti finanziari

La Consob ha deciso, via libera a JC Associati SIM

Consulenti finanziari – Anche la consulenza deve essere regolata da processi

SIM "leggere", ma verso quale indipendenza?

Direttiva MiFID – Liberi e omologati

Consulenti finanziari – Rebus adeguatezza

Ti può anche interessare

Robo advisor, accordo tra Online sim e Ambrosetti AM sim

Ambrosetti Asset Management Sim, società di consulenza indipendente leader nelle soluzioni “Evide ...

Banche: Intesa SanPaolo, Unicredit e Banco BPM migliori brand online nel 2016

Intesa-SanPaolo è la banca che ha mostrato la migliore performance sul web nel 2016 secondo la ...

Direct Lending: come funziona e perché è un mercato con grandi potenzialità

Nel 2016, secondo Deloitte, i fondi di direct lending in Europa hanno erogato 13 miliardi di euro in ...