Sorpresa robo-advisor: a usarli di più sono i clienti di fascia alta

A
A
A
Marco Barlassina di Marco Barlassina5 ottobre 2016 | 11:42

I servizi di consulenza digitale, saranno adottati solo dagli investitori di fascia medio-bassa come pronosticato da istituti di ricerca e accademici? Niente affatto. Almeno secondo quanto emerge da una survey di MyPrivateBanking Research dal titolo “Investors’ Attitudes towards Robo-Advisors – Evidence from the US and the UK“, per la cui realizzazione sono stati intervistati 600 investitori affluent e high net worth negli Stati Uniti e Gran Bretagna.

Il mercato pare quindi andare in direzione opposta rispetto alle previsioni, sfatando così quello che può  ormai essere definito il falso mito che la consulenza automatizzata possa attrarre solo l’interesse di una clientela interessata a ridurre il più possibile i costi.

La maggior parte degli intervistati, più del 70%, riconosce infatti il potenziale dei robo-advisor e dei servizi d’investimento automatizzati al fine di aggiungere valore ai loro servizi di wealth management.

In particolare l’adozione di strumenti di online wealth management sta avvenendo più rapidamente proprio da parte della clientela di fascia altissima: il 43% degli high net worth individual (coloro il cui patrimonio supera il milione di dollari) già li utilizza, contro il 17% dei clienti mass affluent.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Un appello a Di Maio per parlare anche di consulenza

ConsulenTia18, tre momenti targati Anasf

Consulente, fotografia di una professione

CheBanca!, ora pagare Anasf è più facile

Consulenza, tra banche e reti non c’è storia

Massimo Doris vale 100 milioni

Consulenza, l’indecisione fa male al portafoglio

Anasf day, impressioni di settembre

Consulenti, il giusto mix per la formazione

Consulenza, il gestito che fa gola alle famiglie

Lo spauracchio di una patrimoniale a sorpresa

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Consulenza previdenziale: gli etf piacciono ai fondi pensione

C’è un Plus nella produzione di Fineco

Consulenti, come vivere di rendita: atto V

La consulenza robotica a spasso per l’Italia

5 fragranze per una consulenza irresistibile

Mediolanum, consulenza sotto la Madonnina. Affittato da Cattolica Palazzo Biandrà

Tutta la consulenza di ITForum 2018

ITForum 2018, tutti gli ingredienti di una gustosa ricetta

Consulenti, tecnofobia pussa via

Consulenti, come vivere di rendita: atto IV

Consulenza, la strada per il futuro parte da Padova

Direzione e rete, galassie distanti

La consulenza senza peli sulla lingua

Consulenza un tanto al chilo

Ascosim punta tutto sulle Scf

L’onda lunga della consulenza

Advice Revolution

Addio Finanza & Futuro

Azimut, arriva il cedolone

Anasf in diretta dal Parlamento

Solfin, svolta nelle autorizzazioni

Ti può anche interessare

Arriva la prima soluzione Blockchain per il mercato assicurativo italiano corporate

A costituirla sono state Generali Global Corporate & Commercial Italia, AIG e UnipolSai Assicura ...

Milano, taglio del nastro per il Fintech District

Si tratta della prima area urbana dedicata alle imprese e alle startup che lavorano per fondere la t ...

Oracle e Bank of America scelgono l’app italiana Mobysign

In Italia, Mobysign è stata già adottata per il pagamento istantaneo della spesa presso tutte le c ...