Pagamenti: un quarto del business sarà assorbito dal Fintech in meno di 5 anni, studio Pwc

A
A
A
di cavenaghi20 ottobre 2016 | 14:56

Nove operatori su dieci del settore dei sistemi di pagamento si aspettano che entro il 2020 il 25% delle loro operazioni potrà andare perso a favore di altri player tecnologici.

E’il risultato più dirompente dello studio “Payments in the Wild Tech World” elaborato da Pwc, focalizzato su pagamenti e transazioni elettroniche e su come le tecnologie Fintech stanno innovando il segmento e l’approccio dei clienti.

Il segmento dei pagamenti è stato storicamente considerato, nell’industria finanziaria, tra i meno vulnerabili dal fenomeno disruption. Ma i nuovi players Fintech stanno fortemente innovando il segmento ponendo serie sfide ai margini ed alla quota di mercato degli operatori tradizionali.

Le società attive nei sistemi di pagamento sono consapevoli di questo trend e non a caso sono quelle che esprimono le maggiori preoccupazioni nell’ambito dell’industria finanziaria.

Le aspettative di un’erosione del fatturato proveniente dall’attività core sta pertanto guidando le decisioni di tali società. L’84% di esse – spiega lo studio – pone lo sviluppo di nuove soluzioni Fintech al centro della propria strategia e il 35% ha già avviato proprie strutture focalizzate su questo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti e Fintech nell’era di Mifid 2: se ne parla alla Tol

Tra Fintech e Mifid 2: le nuove regole del gioco a ITForum Milano

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Satispay, Credimi, Moneyfarm e altre fintech finiscono in Parlamento

Il Fintech in un limbo. Ci vogliono regole

Arriva il primo Master in Digital Innovation e Fintech: ecco tutto quello che c’è da sapere

Ubs organizza una nuova challenge a tema fintech

Milano capitale europea del Fintech? Farebbe volare il marketplace lending italiano

Fintech dirompente, ma le banche non rinunciano al fattore umano

Nasce Supernovae Labs, il primo acceleratore fintech per banche e assicurazioni in Italia

La Consob mette in guardia sui rischi del fintech

I PIR senza Fintech? Ecco perché sono monchi

Singapore e Francia più vicine nel Fintech

Intelligenza artificiale: il consulente bancario rischia di essere sostituito dai chatbot?

Hong Kong: troppo comoda e moderna per il Fintech

FinTech, le società globali di servizi finanziari prevedono un aumento delle partnership

Verso una strategia europea per il Fintech. La commissione UE avvia una consultazione pubblica

Banche, come sopravvivere nell’era digitale

Deutsche Bank apre un Innovation Lab a New York

Goldman Sachs offre lavoro a chi sa sviluppare un robo-advisor

Deutsche Börse punta negli investimenti Blockchain e A.I.

Accordo di cooperazione nel Fintech fra Singapore e Giappone

Source punta sul Fintech con un Etf

La “lunga marcia” di China Rapid Finance

Source lancia l’ETF specializzato nel FinTech

FinTech, 10 comunity da seguire su Facebook

JD Finance pronta a camminare da sola

FinTech e Banche. Amicizia possibile?

Fintech, Intesa Sanpaolo tra le 7 banche top al mondo nella trasformazione digitale

Insurtech: il nuovo volto delle assicurazioni

Visa lancia la prima Everywhere Initiative in Europa

Mastercard e Oracle insieme per fornire pagamenti senza intoppi

Moneyfarm scelto da Uber per offrire consulenza finanziaria e pensione integrativa ai suoi autisti

Ti può anche interessare

Il futuro di CheBanca! si tinge di risparmio gestito

La nuova sfida è integrare la multicanalità, facendo mutare CheBanca! da una banca di natura tran ...

FintechAge Awards, i 13 campioni dell’innovazione premiati a Rimini

Ora i protagonisti dell’innovazione nel settore dei servizi finanziari hanno un volto. Si è svolt ...

Nasce Euclidea, il primo private banking fintech alla portata di tutti

Nasce una nuova realtà nel settore del risparmio gestito, un soggetto dalle caratteristiche uniche ...