Venture Capital ormai freddo anche nel Fintech, ma non in Cina

A
A
A
di Federico Morgantini, Shanghai18 novembre 2016 | 16:17

Il report di KPMG e CB Insights, appena pubblicato, mostra qualche nuvola anche negli investimenti in Fintech, che negli ultimi anni erano sempre cresciuti, forse anche troppo rapidamente.

Nel quarto trimestre 2016, a livello globale, gli investimenti dei Venture Capital nel Fintech sono diminuiti del 17% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un ammontare totale di 2,4 miliardi di dollari.

Anche il numero di operazioni, questa volta su base annua, è sceso del 12%.

In controtendenza l’Asia per il valore totale degli investimenti, che è aumentato di ben il 50%; ma non per il numero di operazioni, che è calato al minimo storico da 15 mesi.

La Cina, ancora una volta, ha overperfomato il resto dell’Asia, con un minimo calo delle grandi operazioni [da 13 a 12], ma con bel il 67% di incremento dell’ammontare totale degli investimenti, che nel periodo è stato di oltre 1 miliardo di dollari.

In Cina gli investitori continuano a concentrarsi sui sistemi di pagamento e sulle piattaforme di microprestito, anche se i settori come le assicurazioni (InsurTech) stanno iniziando a ricevere maggiore attrazione.

In Cina, durante il Single Day Shopping Festival, l’11 novembre scorso, oltre l’80% dei 120 miliardi di Yuan (17,6 miliardi di dollari) è stato pagato da telefoni cellulari.

Questo ha definitivamente dimostrato lo spostamento irreversibile dai sistemi di pagamento fisico [contanti, assegni e carte] o desktop [bonifici e utilizzo di carte di credito su siti internet] a pagamenti puramente “mobile” [cioè da digital-wallet come Alipay, WeChat, ApplePay, ecc.].

Ovviamente questo è il preludio per moltissime altre applicazioni Fintech in mobilità ancora da inventare.

La tecnologia Blockchain, che ad esempio viene utilizzata nelle monete virtuali, è un altro tema caldo in Cina e tutta l’Asia.

Raymond Cheong, partner di KPMG Cina, ha detto: “I Venture Capital stanno mettendo molti soldi in piccole aziende di tecnologia blockchain in Asia e alcune di queste società sono già nel loro secondo o terzo round di finanziamento.”

Il report di KPMG prevede che con la fine del 2016 gli investimenti nel Fintech asiatico raggiungano il record dello scorso anno di 4.8 miliardi di dollari.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Private banking, chi comanda nel mercato cinese

La Cina vieta le Ico, crollano le quotazioni di Bitcoin ed Ethereum

Gam, in Cina, è il momento di guardare alle banche e all’old economy

Rimosso Yao Gang, il re delle Ipo cinesi: era corrotto

Cina, prima condanna per manipolazione dei mercati tramite lo speed trading

Cina: crescono i ricchi, ma meno che in passato

Paperoni con gli occhi a mandorla

La Cina standardizza i BigData

Il mobile banking dilaga nella Cina rurale

La “lunga marcia” di China Rapid Finance

JD Finance pronta a camminare da sola

Non si ferma la crescita di Credit China

Nuovo crollo del Bitcoin: la colpa è ancora della Cina

“Un sospeso” da Starbucks con WeChat

Ethenea: il dollaro forte pesa sulla Cina

Fidelity: Cina, cosa porterà l’anno del Gallo

Fintech PapaNatale in Cina

McCabe (Aberdeen Am): “Cosa aspettarsi sul mercato dei bond cinesi”

Yuan in recupero sul dollaro, borse asiatiche emergenti positive

Ubp: Cina, nel 2017 occhi puntati sull’azionario

In Cina lanciato megafondo Fintech da 1,5 miliardi di dollari

Per Rabobank la Cina resterà fonte di preoccupazioni

Sempre più fondi per il Fintech pechinese

Cina, primi stress test sull’asset management

Il Fintech nel futuro della Minsheng Bank, gigante privato cinese

Nel Fintech le dimensioni contano: fra le prime 5 aziende del settore 4 sono cinesi

Boom di assicurati online in Cina: sono 330 milioni di persone

Cina: è tempo di raffreddare la bolla immobiliare?

I robot prendono possesso degli sportelli bancari di Shanghai – Gallery

Ora la Cina fa shopping di FinTech negli Usa

Perché Apple non convince i cinesi (con il suo ultimo evento)?

Vanke, dall’immobiliare al Fintech

Il trading ad alta frequenza in Cina: divieti e scappatoie

Ti può anche interessare

Deutsche Bank sigla accordi con tre incubatori: H-FARM, M31 Italia, PoliHub

Deutsche Bank si focalizza sulle imprese di nuova generazione e sottoscrive accordi di partnership ...

Arriva Gooruf, il primo social network della finanza – VIDEO

L’1 dicembre è stato presentato Gooruf, il primo social network della finanza. Denis Masetti, ...

ScegliBanche.it sbarca in Francia e prepara l’ingresso in Germania e Spagna

ScegliBanche.it, da molti definito come il TripAdvisor delle banche, il portale tutto italiano che p ...