Banche e web: a marzo Intesa Sanpaolo si conferma al top della classifica

A
A
A
di Ettore Mieli20 marzo 2017 | 09:12

Intesa SanPaolo è la banca con la migliore performance sul web a marzo 2017 secondo il ranking calcolato da BEM Research. Il primo gruppo bancario per operatività in Italia si conferma quindi in vetta alla classifica. Guardando all’indice BEM Rank si osserva una tendenza in miglioramento su base mensile (+3,3%), mentre rispetto ad un anno fa c’è stata una riduzione del 2,8%. Si riprende la seconda posizione Unicredit, che evidenzia una migliore prestazione sia rispetto a febbraio (+7,7%) sia nei confronti di marzo 2016 (+5,6%). Al terzo posto si attesta Banco BPM, nato recentemente dalla fusione tra Banco Popolare e BPM. Con un indice pari a 36 punti il terzo gruppo bancario italiano evidenzia una flessione del 15% rispetto a febbraio e del 7,2% rispetto ad un anno fa. Conferma la quarta posizione il gruppo olandese ING Direct, mentre UBI dal 12° posto supera diversi competitors e si attesta al quinto posto. Tra i primi 10 brand bancari, Mediolanum, Credem, Bancoposta, Banca Popolare Etica e Banca d’Alba.

Nel complesso, la media del BEM Rank per i 40 brand bancari considerati è pari a 27,5 punti (+0,7% rispetto a febbraio, -9,6% verso marzo 2016). Andando a considerare due macro-aggregati che compongono il BEM Rank, si osserva che Intesa-SanPaolo eccelle per la capacità di essere rintracciata sul web, seguita da Unicredit e Banco BMP. Relativamente alle prestazioni dell’homepage, ovvero alla velocità di caricamento e all’usabilità, conquista la posizione più alta ING, seguita da Bancoposta e Banca d’Alba.

infografica-banche-marzo2017
“Il rapporto del settore bancario italiano con il web continua ad evidenziare alcune luci, ma anche diverse ombre”, sottolinea Carlo Milani, direttore di BEM Research. “Nel comparto c’è una certa vivacità, evidenziata dal ricambio tra i migliori dieci brand della classifica del BEM Rank. A marzo 2017, ad esempio, si segnala l’entrata di Credem e Bancoposta. Allo stesso tempo, però, le prestazioni delle homepage, in termini di velocità di caricamento e di usabilità, sono sostanzialmente in linea con la media generale dei 10 settori economici monitorati nel BEM Rank. In un comparto, come quello bancario, in cui la veicolazione di servizi attraverso il web sta assumendo una rilevanza strategica, ci si aspetterebbe di più. Non stupisce, quindi, che in termini di utilizzatori di servizi di internet banking l’Italia sia fanalino di coda tra i paesi europei, come evidenziato nel report e-banking 2017 pubblicato recentemente da BEM Research”, conclude Milani.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Ti può anche interessare

BNL Gruppo BNP Paribas trasforma lo smartphone in un portafoglio digitale

BNL Gruppo BNP Paribas, “la banca per un mondo che cambia”, dimostra ancora una volta la propria ...

Facebook diventerà una banca anche in Europa

Se ne parlava ormai da tempo, ora sembra che la direzione intrapresa da Facebook sia proprio quella ...

E’ IN EDICOLA IL NUOVO IFINANCE: ECCO LE ESCLUSIVE DI QUESTO NUMERO

E’ in edicola e sfogliabile online il quinto numero di iFinance, magazine del Fintech e del digita ...