Goldman Sachs offre lavoro a chi sa sviluppare un robo-advisor

A
A
A
Daniel Settembre di Daniel Settembre22 marzo 2017 | 10:19

Goldman Sachs starebbe pensando allo sviluppo di un robo-advisor orientato alla clientela mass-affluent. Secondo un annuncio di lavoro pubblicato sul sito web, la banca d’affari statunitense sta cercando dipendenti con competenze tecnologiche che sappiano sviluppare una piattaforma di consulenza digitale. L’obiettivo dell’istituto quindi è quello di ampliare la propri base di clienti oltre la fascia dei super ricchi.

Lo scorso anno Goldman Sachs ha lanciato Marcus, una piattaforma online di credito al consumo, e comprato la banca online di Ge Capital e la piattaforma online specializzata nella previdenza per le piccole imprese e startup, Honest Dollar. Mosse che vanno proprio nella direzione di diversificare le entrate e andare incontro alle esigenze di clienti sotto il milione di dollari da investire.

Goldman Sachs non è la sola a tentare la via della pianificazione finanziaria automatizzata. Ubs e Wells Fargo stanno già collaborando con SigFig Wealth Management, mentre BlackRock ha comprato FutureAdvisor. Morgan Stanley ha invece scelto di percorrere la via internamente e lancerà entro quest’anno il suo servizio di robo-advisory.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti e Fintech nell’era di Mifid 2: se ne parla alla Tol

Tra Fintech e Mifid 2: le nuove regole del gioco a ITForum Milano

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Satispay, Credimi, Moneyfarm e altre fintech finiscono in Parlamento

Il Fintech in un limbo. Ci vogliono regole

Arriva il primo Master in Digital Innovation e Fintech: ecco tutto quello che c’è da sapere

Ubs organizza una nuova challenge a tema fintech

Milano capitale europea del Fintech? Farebbe volare il marketplace lending italiano

Fintech dirompente, ma le banche non rinunciano al fattore umano

Nasce Supernovae Labs, il primo acceleratore fintech per banche e assicurazioni in Italia

La Consob mette in guardia sui rischi del fintech

I PIR senza Fintech? Ecco perché sono monchi

Singapore e Francia più vicine nel Fintech

Intelligenza artificiale: il consulente bancario rischia di essere sostituito dai chatbot?

Hong Kong: troppo comoda e moderna per il Fintech

FinTech, le società globali di servizi finanziari prevedono un aumento delle partnership

Verso una strategia europea per il Fintech. La commissione UE avvia una consultazione pubblica

Banche, come sopravvivere nell’era digitale

Deutsche Bank apre un Innovation Lab a New York

Deutsche Börse punta negli investimenti Blockchain e A.I.

Accordo di cooperazione nel Fintech fra Singapore e Giappone

Source punta sul Fintech con un Etf

La “lunga marcia” di China Rapid Finance

Source lancia l’ETF specializzato nel FinTech

FinTech, 10 comunity da seguire su Facebook

JD Finance pronta a camminare da sola

FinTech e Banche. Amicizia possibile?

Fintech, Intesa Sanpaolo tra le 7 banche top al mondo nella trasformazione digitale

Insurtech: il nuovo volto delle assicurazioni

Visa lancia la prima Everywhere Initiative in Europa

Mastercard e Oracle insieme per fornire pagamenti senza intoppi

Moneyfarm scelto da Uber per offrire consulenza finanziaria e pensione integrativa ai suoi autisti

La banca del futuro: eccellenti fabbriche prodotto e digitale

Ti può anche interessare

Al via anche in Italia i primi esempi di Self-Service Banking

Non solo online banking. L’interazione con la banca si fa sempre più in autonomia anche dentro le ...

Tante novità per la banking app di CheBanca!

Dal log in con impronta digitale al servizio clienti in chat anche su Facebook. Sono tante le novit ...

Antonio Chiarello nuovo managing director di iStarter per l’Italia 

L’acceleratore Italiano di start-up a Londra sceglie un manager proveniente dal mondo della finanz ...