Italia prima in Europa per possibilità di risparmio online

A
A
A
di Redazione31 maggio 2017 | 16:55

Secondo il nuovo studio di idealo – il portale di comparazione prezzi per gli acquisti digitali – gli italiani che utilizzano un comparatore prezzi per lo shopping online possono risparmiare in media il 36,5% in più rispetto a chi non fa uso di questo strumento. L’Italia risulta essere al primo posto per potenziale capacità di risparmio online tra gli altri paesi europei. Al secondo posto si posiziona la Spagna, con il 33,5%, seguita dalla Francia, con una percentuale pari al 32,8%. Percentuali inferiori sono state registrate per gli abitanti di Regno Unito (31,8%), Austria (31,1%) e Germania (30%).

Valutando le intenzioni di acquisto in tutto il continente, si comprende che l’e-consumer che opta per un comparatore di prezzi è generalmente un uomo, di età compresa tra i 35 e i 44 anni. In Italia la percentuale maschile è pari al 66%, quella femminile al 34% (la più bassa se confrontata con i dati degli altri paesi coinvolti dallo studio). Le donne spagnole sono quelle che si distinguono a livello europeo per percentuale più alta (46%). La fascia oraria preferita dai consumatori digitali italiani è quella intorno alle 18 e quella dalle 21 alle 22.

Se si analizzano anche le fasce orarie preferite negli altri paesi europei, è possibile vedere come per tutti  la sera sia il momento più apprezzato per dedicarsi allo shopping su internet. Lo strumento utilizzato per raccogliere informazioni e per acquistare online varia a seconda del giorno della settimana: nelle giornate feriali gli italiani preferiscono fare ricerche di prodotto e shopping online da PC (la media è intorno al 52,98%; durante il weekend la percentuale si abbassa fino a toccare il 43,85%). La tendenza si inverte quando osserviamo l’uso del mobile, preferito di sabato e domenica (con in media il 42,4%) e meno usato, invece, dal lunedì al venerdì (36,44%). Alcuni dati, decisamente inferiori, riguardano l’utilizzo dei tablet: siamo intorno al 10,48% nei giorni lavorativi e al 13,65% in quelli di riposo. La domenica quindi assume il ruolo di giornata preferita degli italiani per lo shopping online da dispositivi mobile.

Per gli e-consumer a caccia di risparmio è fondamentale tenere presente alcune strategie: comparare i prezzi non è solo osservare come questi possono variare da un e-shop a un altro; è importante anche fare delle valutazioni che riguardano il legame tra tempi di messa online di un prodotto e andamento dei prezzi e utilizzare tutti gli strumenti informativi a disposizione, soprattutto quelli più vicini alle singole esigenze.

idealo ha stabilito il tempo medio di attesa che un utente deve considerare per avere una percentuale di risparmio più o meno significativa per alcune categorie .

•    Per gli amanti della tecnologia e gli “smartphone addicted”, l’analisi mostra come sia possibile godere di un risparmio medio del 5% dopo circa due settimane dal lancio di un prodotto; la percentuale diventa del 10% se si attendono ancora una o due settimane e addirittura del 15% dopo circa due mesi. Considerati i prezzi di partenza, si tratta di un risparmio non da poco, utilizzabile per altre spese o per gli accessori.
•    Se l’interesse è legato al mondo dello sport, tra scarpe da corsa, caschi da moto o orologi sportivi, si potrà godere di un risparmio medio del 5% dopo 20 giorni circa dal lancio di uno specifico prodotto. Se non si ha fretta, dopo due mesi o poco più è fattibile un risparmio del 10-15%.
•    Gli appassionati di musica, alla ricerca di cuffie, amplificatori o giradischi, dovranno valutare un tempo di attesa di almeno due mesi dall’apparizione di un prodotto online per un risparmio del 5-10% e di tre mesi per il 15%.
•    Fare acquisti importanti per la casa richiede particolare attenzione. In questo caso si può godere di un risparmio medio del 10% dopo 30 giorni dal lancio di un prodotto; la percentuale diventa del 15% dopo altre tre settimane, ma solo per alcuni elettrodomestici.
•    Fotografi professionisti o fotoamatori potranno godere di un risparmio medio del 5% già dopo due settimane dal lancio di un prodotto. Tuttavia, con qualche giorno in più di attesa è possibile raggiungere un ribasso del 10-15%. La tendenza è molto promettente, specialmente pensando alle prossime vacanze estive.
•    Potranno considerare un mese e mezzo di attesa dalla comparsa online dell’ultima novità del momento i “maniaci di giochi tecnologici”; a seconda delle tempistiche, troveranno videogiochi, action cam e droni scontati mediamente del 5-10%. Per i più pazienti, si tenga conto che il prezzo dovrebbe avere un ribasso del 15% dai due mesi in poi dall’inserimento del prodotto a catalogo.

Per tutte le categorie considerate è quindi possibile avere un risparmio calcolando i tempi di attesa. Tecnologia, sport e fotografia sono quelle dove gli effetti positivi sono evidenti a breve termine, ma anche per gli appassionati di musica o giochi, oltre che per chi deve acquistare per la propria casa, è possibile risparmiare, specialmente se gli acquisti vengono programmati con un certo anticipo.
Per aiutare ulteriormente gli utenti a destreggiarsi in questo saliscendi temporale dei prezzi, idealo mette a disposizione anche altri strumenti, ad esempio la funzione “prezzo ideale” che monitora le tempistiche e i prezzi al posto dell’utente: offre la possibilità di indicare il prezzo al quale si vorrebbe acquistare un determinato articolo (indipendentemente dal fatto che sia una novità o sia presente a catalogo da diverso tempo). Quando il prodotto raggiunge il prezzo indicato, il sistema invia un alert avvisando l’utente che può procedere all’acquisto. È possibile quindi indicare su idealo.it un desiderio di risparmio del 5, 10 o 15% – come nel caso dello studio  – e lasciare che il sistema calcoli e comunichi il momento perfetto per l’acquisto.

“Il prezzo è uno dei fattori al quale l’e-consumer italiano presta maggior attenzione: addirittura il 94% degli utenti ha dichiarato di confrontare i prezzi, online e offline. Per la caccia alla miglior occasione si utilizzano grandi colossi, come Amazon, i siti di e-commerce o i comparatori – ha commentato Fabio Plebani, nuovo Country Manager di idealo per l’Italia – Quello che distingue idealo dagli altri è il fatto che cerchiamo di avvicinarci il più possibile agli utenti per dare loro non solo l’offerta più vantaggiosa, ma anche un servizio che sia davvero su misura e che possa andare incontro a precise esigenze di acquisto e specifiche capacità economiche. In tutte le macro-categorie che abbiamo analizzato è utile fissare il proprio tetto di spesa. Il consiglio che possiamo dare è indicare il proprio “prezzo ideale” per tutti i prodotti che ci piacciono, creando delle short list e moltiplicando così le possibilità di risparmio.”

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Trump presidente scuote la Silicon Valley

L’elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti d’America è giunta come un fulmine al ...

Banca Unipi: nasce la prima banca online interamente dedicata all’università

Dalla collaborazione tra l’Università di Pisa e la realtà dinamica e moderna di Banca di Pisa e ...

Soldo porta il Fintech nelle aziende: arriva Soldo Business per la gestione delle spese

  Delegare, controllare e gestire in tempo reale le spese aziendali attraverso l’uso di un unico ...