Arriva il primo Master in Digital Innovation e Fintech: ecco tutto quello che c’è da sapere

A
A
A
Marco Barlassina di Marco Barlassina22 giugno 2017 | 11:15

Sono aperte le iscrizioni al primo Master Universitario in “Digital Innovation & Fintech: la trasformazione digitale del settore bancario e assicurativo”. A proporlo è il CeTIF dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

L’iniziativa ha l’obiettivo di offrire una formazione d’eccellenza per i nuovi protagonisti della digital transformation: Digital Specialist e Digital Officer, Startupper di FinTech, Innovation Officer, Data Analyst e Information Manager, IT Manager, IT Compliance Specialist, Community Manager.

Il Master, che prenderà il via ad ottobre, si svolgerà con una formula alternata di lezioni teoriche in aula (in orario serale e il venerdì e sabato mattina) o online, active learning in forma di stage e laboratori tecnici e applicativi, hackathon per lo sviluppo di progetti innovativi.

Il Master si avvale della collaborazione di partner di eccellenza: Arcadia Consulting, Banca IFIS, Banca Popolare di Sondrio, CheBanca!, CRIF, Deloitte Digital, EY, IBM, Intesa SanPaolo, Intesa SanPaolo Vita, RGI, ProSpera e SAS che contribuiranno al completamento dell’offerta didattica attivando stage curricolari, intervenendo in qualità di docenti, testimoni, mentor e attivando altre forme di collaborazione.

Inoltre, grazie al supporto di CeTIF, Deloitte Digital e RGI, sono previste borse di studio e bonus di merito a parziale copertura delle tasse d’iscrizione al Master.

Il Master, di durata annuale, consentirà ai partecipanti di:

• avere una overview del sistema bancario, finanziario e assicurativo nazionale e internazionale e approfondire gli elementi di cambiamento strategico, organizzativo e tecnologico che lo caratterizzano;
• acquisire una visione a 360° dello scenario evolutivo del mercato digitale, delle modalità di interazione dei clienti con le tecnologie digitali e con gli strumenti social;
• comprendere le opportunità di innovazione del business che possono derivare dall’applicazione delle nuove tecnologie;
• acquisire le competenze e le abilità per supportare i progetti di Big Data nel settore Finance;
• conoscere e comprendere il fenomeno delle Fintech e delle Insurtech;
• dotarsi di competenze e capacità trasversali chiave richieste dal mercato.

“Nel contesto attuale diventa sempre più cruciale la necessità di figure professionali in possesso di digital skills, competenze gestionali, statistiche e informatiche capaci giocare un ruolo attivo nella trasformazione digitale” – ha spiegato Chiara Frigerio, Vice Direttore del Master e Professore di Organizzazione Aziendale presso l’Università Cattolica – “Per realizzare gli obiettivi didattici che ci siamo prefissati, gli insegnamenti orienteranno gli studenti verso una visione multidisciplinare dei temi, nella quale si integrano conoscenze e competenze gestionali, statistiche e informatiche.

Info e iscrizioni sui siti di CeTIF e Università Cattolica:
http://milano.unicatt.it/master/digit-innov-and-fint-la-trasf-digit-nel-sett-banc-e-assic-2017
http://www.cetif.it/Dettaglio/?id=1364&t=Digital_Innovation_&_FinTech:_la_trasformazione_digitale_nel_settore_bancario_e_assicurativo

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fintech una minaccia per il wealth management? Parola agli esperti

Al via il Fintech Lighthouse. I primi risultati all’ITForum 2017

Ti può anche interessare

L’equity crowdfunding di OpStart per sviluppare l’EGO

Si avvicinano ai 40.000 euro i capitali raccolti da EGO nei primi giorni della campagna di equity c ...

Swift sperimenta la blockchain nei pagamenti

Swift annuncia l’avvio di una fase di test per verificare se la Distributed Ledger Technology (DLT ...

Gli investitori italiani più propensi a usare la tecnologia

Chi dice che italiani e nuove tecnologie non vanno d’accordo? L’Italia – spesso ultima  nelle ...