Fondi comuni – M&G, coraggiosa con prudenza

A
A
A

Oggi parliamo di un fondo obbligazionario. Il profilo di investimento però è piuttosto aggressivo. Proposto da M&G Investment. Scopriamolo insieme.

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti27 febbraio 2009 | 08:00

La giornata di oggi vedrà incentrare il nostro focus di analisi su di prodotto di investimento dal profilo bivalente: un fondo obbligazionario dalle spiccate peculiarità offensive. Stiamo parlando del M&G European Corporate Bond Fund C, che, sulla base dei dati disponibili nel nostro Product Selector, ottiene una performance ad un anno negativa, pari al -3,92%, ma comunque al di sopra del proprio benchmark di riferimento (il Merrill Lynch Emu Corporate Index).

Lanciato nel 2003 da M&G Investment, il fondo investe per lo più in titoli di debito investment-grade (i rating più presenti all’interno del portafoglio sono il BBB e l’A) denominati in Euro. E’ inoltre possibile l’investimento in obbligazioni corporate ad alto rendimento e titoli di stato denominati in qualsiasi valuta europea.L’esposizione del comparto a titoli di stato e altri organismi pubblici può essere acquisita tramite l’uso di derivati. E’ importante considerare che il gestore si concentra nella ricerca sul credito interna; il rischio di insolvenza è oggetto di un monitoraggio costante e il portafoglio è sempre ben diversificato. Il comparto possiede un’esposizione su almeno 100 diverse società, distribuite in vari settori economici. Il peso singolo viene valutato sulla base della qualità di credito

Dal lato dell’investitore, il prodotto si configura con un profilo di rischio medio alto (parlando di obbligazionari); tuttavia, ai fini del contenimento del rischio, il gestore ha il supporto di un team di 50 analisti del credito e la sua elevata esposizione a titoli con rating BBB è motivata dalla convinzione che il tasso di default non raggiungerà i livelli attesi dal mercato. Si punta principalmente ad un orizzonte di investimento di medio lungo termine. I risultati su questo arco temporale appaiono più convincenti; il fondo si presenta quasi sempre al di sopra del proprio benchmanrk di riferimento e ottiene una performance a 5 anni pari all’8,2%. Appare oltretutto opportuno dire che sul non brillantissimo risultato dell’ottica a un anno (-3,92%) pesa probabilmente la presenza in portafoglio di alcuni nomi “caldi” del 2008 come Bank of America (1,9%) o Citigroup (1,4%). Problemi comunque attenuati dai sistemi interni di monitoraggio, che hanno permesso di contenere le perdite.

Insomma, siamo di fronte a un prodotto che si caratterizza per una coraggiosa timidezza. E si sa, un po’ di sfrontatezza, di questi tempi, è sempre apprezzabile. Come diceva Emily Dickinson, a proposito del coraggio: “Meglio accendere una candela che brancolare nell’oscurità”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, ecco i migliori di Piazza Affari

Fondi, in Europa è già record

Fondi comuni, che stangata in dieci anni

Se i Pir vanno in vacanza, soffriranno anche i fondi mid e small cap Italia?

Più fondi e meno bond nel portafoglio degli italiani

Intesa Sanpaolo cede il suo 50% di Allfunds Bank per 900 milioni

Arriva il sito che ti dice come risparmiare sui costi di fondi e Sicav. Ecco come funziona

Raccolta, le polizze battono i fondi

BlackRock scalda i motori per l’Investment Tour 2017

Degroof Petercam: 5 buoni motivi per puntare sui bond corporate high yield in euro

Volete far centro in borsa? Puntate su titoli noiosi

La Brexit fa paura: disinvestimenti netti per 3,5 miliardi di sterline dai fondi inglesi in giugno

Fondi: non si arresta la fuga dagli azionari, ecco dove stanno andando i flussi globali

Azimut Trend Italia recupera parte del terreno perso da inizio anno

Plurima Junior Resources Fund termina giugno in grande rimonta

Assoreti, raccolta stabile a maggio

Fonditalia Euro Financials paga cara la Brexit

Gestielle Obiettivo Europa approfitta della volatilità per rimbalzare

Fondi aperti, 13 miliardi raccolti in un trimestre

Fonditalia Euro Bond Long Term R, il rialzo prosegue

Generali sul tetto d’Europa

Aberdeen Global Select Emerging Mkt Bond A1 in ripresa da inizio anno

Materiali industriali in ripresa, Amundi ringrazia

Zenit Pianeta Italia I riduce il rosso da inizio anno

Interfund Equity Japan A prova a ripartire

Eurizon Azioni Salute prova a ripartire

Anima Bluebay Reddito Emergenti cavalca il rimbalzo

Anima Traguardo 2017 Cedola 4 III recupera terreno

Oddo European Banks ringrazia la Bce e spicca il volo

Alkimis Capital Ucits Coupon dimezza il calo da inizio anno

Bnl Azioni Europa Dividendo in ripresa, ma ancora non basta

Promotori, training class: mettetevi alla prova con il benchmark dei fondi comuni d’investimento

Fonditalia Equity China R risale la china

Ti può anche interessare

Classifiche Bluerating: Banor in testa tra i fondi a ritorno assoluto – long short strategy

Secondo le analisi di Bluerating basate su fondi della categoria ritorno assoluto - long short stra ...

I 4 principali rischi per i mercati nei prossimi mesi. E come affrontarli

Mercati in rialzo e bassa volatilità. È questa la view per la seconda parte del 2017 di Banor Sim, ...

Doppia nomina per Deutsche AM

Petra Pflaum diventa chief investment officer per gli investimenti responsabili, e verrà affiancata ...