Nuovo fondo sull'acqua per RMJ SGR

A
A
A

RMJ SGR lancia sul mercato un nuovo fondo Aqqua, che partirà il 1° luglio 2009. Il fondo Aqqua investirà in strumenti finanziari di emittenti del settore acqua e delle energie alternative.

di Francesco Biraghi29 giugno 2009 | 14:30

Investire in strumenti finanziari con sottostanti il settore acqua ed energie alternative. E’ questo lo scopo del nuovo fondo lanciato da RMJ SGR. L’amministrato delegato Mario Perissinotto sottolinea che si tratta di settori ad elevato potenziale.
«Sono settori a forte crescita, visti gli ingenti investimenti infrastrutturali a livello planetario – ha commentato l’a.d. [p]Mario Perissinotto[/p] – in particolare nel settore acqua, materia prima insostituibile, assistiamo ad uno squilibrio strutturale tra domanda e offerta: la popolazione mondiale raddoppierà nei prossimi cinquant’anni, le riserve idriche negli ultimi quarant’anni si sono dimezzate».

Il fondo Aqqua si caratterizza anche per un progetto di solidarietà volto ad iniziative che assicurano l’acqua a regioni più povere che necessitano maggiormente di tale bene primario. Il Presidente di RMJ [p]Alberto Cicardi[/p]: “Il fondo Aqqua coniuga l’opportunità di un investimento con la solidarietà: RMJ riduce del 50% le proprie commissioni affinché un contributo di pari entità sia destinato dal fondo in beneficienza”.

SCOPO DEL FONDO:
obiettivo di investimento di lungo periodo (4/7 anni) finalizzato al perseguimento di un rendimento senza vincoli predeterminati relativamente alle classi d’investimento e delle aree geografiche in cui investire. Gli investimenti sono effettuati in strumenti finanziari, denominati in qualsiasi valuta, di emittenti di qualsiasi tipologia e capitalizzazione, operanti nei settori acqua ed energie alternative.

Oltre allo scopo comune agli altri fondi, vi è quello specifico di contribuire a finalità di solidarietà, in quanto lo 0,195% del valore netto del Fondo alla fine di ogni trimestre (0,78% su base annua), viene devoluto dal Fondo al “Progetto Solidarietà – AQQUA” che mira a sostenere iniziative che assicurano l’accesso all’acqua in quelle regioni più povere dove è grave il problema della mancanza di tale bene primario per la vita.

STILE DI GESTIONE:
Lo stile di gestione è improntato alla massima flessibilità nella allocazione tra le varie asset class. Esso è basato sull’utilizzo discrezionale di combinazioni di diverse tecniche e metodologie di investimento. La selezione dei singoli strumenti finanziari è effettuata con l’ausilio di metodologie quantitative, di analisi tecnica e fondamentale e di finanza comportamentale.

GRADO DI RISCHIO: Alto

CATEGORIA ASSOGESTIONI: Flessibili

COMMISSIONE DI GESTIONE: 0,78% su base annua

CONTRIBUTO DI DEVOLUZIONE: 0,78% su base annua devoluto al “Progetto di Solidarietà – AQQUA”

COMITATO PER LA DEVOLUZIONE:
Un Comitato indipendente e autonomo seleziona i progetti meritevoli della devoluzione. I soggetti ai quali devolvere i contributi sono individuati tra le organizzazioni (quali Onlus e/o organizzazioni di cooperazione internazionale e/o volontariato) che abbiano scopo anche non esclusivo la progettazione e sviluppo di programmi finalizzati alla distribuzione e all’approvigionamento di acqua potabile in favore di comunità che abbisognino di tale bene primario.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Janvier (Columbia Threadneedle): “Le politiche di Trump favoriranno l’economia”

Per il gestore azionario Usa di Columbia Threadneedle Investments i mercati non hanno ancora scontat ...

Nolan (Aberdeen Am): “Perché puntare ancora sull’high yield europeo”

Secondo BofA Merill Lynch il mercato è passato dai 41,1 miliardi di fine 2012 ai 75,4 di fine 2007 ...

Il Fintech piace, ma il consulente resiste

Secondo la quinta edizione della Global Investment Survey 2017, realizzata da Legg Mason Global Asse ...