Pir, come farseli da soli

A
A
A

Per usufruire dei vantaggi fiscali previsti per i piani individuali di risparmio non è necessario acquistare un fondo ma si può ricorrere al fai da te.

Marco Barlassina di Marco Barlassina20 marzo 2017 | 12:56

Non serve comprarsi un fondo PIR per usufruire dei vantaggi fiscali offerti dai Piani Individuali di Risparmio (esenzione dal capital gain dopo cinque anni dall’investimento). Un risparmiatore può infatti aprire un PIR direttamente dal proprio deposito titoli, acquistando azioni che corrispondano ai requisiti richiesti. Non si tratta di un aspetto di poco conto, perché i fondi PIR finora lanciati sul mercato hanno costi di gestione di circa l’1,75% annuo e alcuni di questi fondi propongono anche delle commissioni di ingresso massime del 2% oltre a commissioni di performance. Per fare un PIR quindi, non occorre rivolgersi necessariamente a un intermediario per acquistare un prodotto conforme. Si può fare direttamente chiedendo alla propria banca di mettere i titoli PIR compliant, ovvero conformi, all’interno di un deposito titoli che consenta di usufruire delle agevolazioni previste, creando così un vero e proprio conto titoli dedicato al Piano Individuale di Risparmio (per il passaggio da un deposito amministrato classico a uno a norma di PIR il valore di carico dei titoli sarà quello del momento dello spostamento).

DALLA TEORIA ALLA PRATICA – Attenzione però: “Al momento – spiega Salvatore Gaziano, strategist di SoldiExpert.com – nonostante questa possibilità sia prevista dalla normativa, non è praticamente possibile il fai da te. Se in banca chiedete di crearvi un conto titoli che vi consenta di usufruire della nuova normativa sui PIR sui titoli che volete acquistare direttamente rispettando i requisiti previsti, vi ascolteranno come un marziano. In pratica nessuna banca è attrezzata per i PIR nel caso si punti al fai da te e al risparmio amministrato”. Quello della difficoltà di accesso non è però l’unico aspetto curioso della normativa sui PIR, che appare penalizzante per i privati almeno per un altro elemento: “Se un risparmiatore italiano vuole farsi il PIR da solo – prosegue Gaziano – nel caso che movimenti il portafoglio e venda i titoli “PIR compliant” anzitempo, la normativa prevede che se lo fa prima dei 5 anni di detenzione minima perde tutti gli eventuali benefici fiscali. Il gestore all’interno del PIR può fare, invece, quello che vuole e disinvestire quando vuole”. Questo perché il legislatore ha fatto proprio il principio che i fondi comuni (in base al principio della gestione attiva a tutela dei sottoscrittori) possono disinvestire in qualsiasi momento.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn5Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Se i Pir vanno in vacanza, soffriranno anche i fondi mid e small cap Italia?

Anche i PIR vanno in vacanza

I pir? Un affare ma occhio ai costi

Banca Mediolanum, vento in poppa con i Pir

Pir, a qualcuno piace vincere facile?

Debutta il primo Pir de La Financiere de l’Echiquier

Partenza boom per i Pir di Amundi

Bnl Bnp Paribas lancia tre polizze Pir

Allianz Azioni Italia All Stars diventa Pir compliant

Equita: “Ci sarà un boom dei Pir, grazie a B.Mediolanum e agli altri big”

Fope si mette in luce a Piazza Affari

Due Pir firmati New Millennium

Fondi azionari Italia, chi ha reso di più dall’inizio dell’anno

Anima in testa nella Pir selection di Banca Imi

SdR17, Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per il gestito e l’Italia”

Arrivano i Pir di Fideuram Ispb

Pir, volano per l’Aim Italia

I Pir entrano nella piattaforma di Fineco

Pir, quelle agevolazioni fiscali ancora a rischio

I Pir di Anthilia in rampa di lancio

Lyxor lancia il primo Etf Pir compliant

Sella Gestioni raddoppia sui Pir

Pir col turbo, Eurizon raccoglie 100 milioni in 2 settimane

Anche i fondi pensione vogliono i Pir

Symphonia sgr, in rampa di lancio due Pir

Pir, Zenit prepara un fondo specializzato sull’Aim

Pir che partenza: Eurizon, 30 milioni di raccolta in 7 giorni

Blue Financial Communication all’Aim Investor Day 2017

Pir, per Assogestioni raccoglieranno 16 miliardi

Anche Zenit lancia i suoi pir

NUOVI INVESTIMENTI – Fia Am (gruppo Farad) lancia un pir azionario

Nuovi investimenti – A chi conviene puntare sui Pir?

Pir, le strategie delle banche e delle reti

Ti può anche interessare

Colpaccio di Natixis Global Am, accordo con Widiba

La società di gestione guidata in Italia da Antonio Bottillo firma un’intesa per il collocamento ...

Nuovi investimenti – A chi conviene puntare sui Pir?

Secondo uno studio di IR Top, l'Italia risulta il mercato azionario delle PMI sul quale, se le azien ...

White list, i fondi delle Cayman guardano all’Italia

Bond, immobili e cartolarizzazioni di Npl sono nel mirino dell'industria finanziaria delle isole, di ...