Match del giorno – Mediolanum e Fidelity, sfida industriale

A
A
A

Azionari settoriali. Incontro tra due rivali del risparmio gestito.

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti30 giugno 2010 | 09:00

GLI STRUMENTI

Ai fini dell’analisi utilizziamo le importanti risorse contenute all’interno del nostro product selector, che ci permette di determinare i fondi confrontabili per categoria di appartenenza (tipologia di prodotto, società di gestione e categoria Bluerating); in particolare, ai fini dell’articolo, sfruttiamo le potenzialità dello strumento confronta prodotti, che ci regala inoltre l’importante apporto grafico in calce alla pagina (che comunque è solo una parte delle varie schermate che si possono ottenere).

I PRODOTTI

La categoria è quella azionari settoriali – beni e servizi industriali. Il primo prodotto è Mediolanum Challenge Cyclical Equity L.
IE0004462408

L’altro protagonista della nostra analisi è Fidelity Global Industrials A Dis Eur.
LU0114722902

IL MATCH

Ecco i risultati sulla base di elementi di raffronto riscontrabili all’interno del nostro confronta prodotti e delle schede prodotto (unite al supporto dei dati Assogestioni).

Rating: punto per Fidelity.

Performance a 5 anni e YTD: Fidelity vince sul lungo e Mediolanum sul breve.

Volatilità a 3 e1 anno: Mediolanum vince sul lungo e sul breve.

Commissioni: le commissioni di gestione sono 1,5% contro 1,65% per Fidelity, quelle di performance sono 0% contro 3% sempre per Fidelity.

Indice di Sharpe: considerando l’orizzonte a 5 anni, il punto va a Fidelity.

Indice di Sortino: punto per Fidelity.

RISULTATO FINALE

Mediolanum Challenge Cyclical Equity L 3

Fidelity Global Industrials A Dis Eur 6

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Bny Mellon: “Mercati volatili nel dopo-elezioni in Gran Bretagna”

Per gli strategist della casa di gestione, l'incertezza nei negoziato sulla Brexit non farà bene al ...

2016 in crescita per Lombard Odier

Gli asset dei clienti hanno raggiunto quota 233 miliardi di franchi svizzeri, in aumento del 4% risp ...

Schroders: ecco la “Goldilocks economy”, la ripresa c’è ma senza slancio

Secondo Keith Wade il Pil globale si doverebbe attestare al 3% quest’anno dopo il 2,6% del 2016, m ...