Portafogli consigliati – Scatto sul breve

A
A
A

Troppa prudenza potrebbe limitare la performance in un mercato rialzista.

di Redazione27 aprile 2011 | 12:30

A dispetto del comportamento prudente che molti risparmiatori potrebbero, giustificatamente, adottare in questo periodo, ci sono investitori che, per propria propensione o per disponibilità economiche che lo consentono, ritengono di poter realizzare strategie un po’ più aggressive sui mercati finanziari. Il profilo medio rischio-breve termine, che si adatta a questo tipo di approccio, corrisponde ad un orizzonte temporale inferiore all’anno con un livello di rischio assimilabile ai fondi bilanciati. Il portafoglio consigliato per questo profilo, come quello suggerito poco più di un mese fa, recepisce il momento di particolare incertezza con una quota di asset azionari che però si porta al 45% (+5%) in ragione della stabilità complessiva che i mercati hanno dimostrato nonostante il contesto potenzialmente avverso. Si riducono di una quota analoga gli strumenti a ritorno assoluto che, pur rimanendo adatti a questa fase di mercato, negli ultimi tempi stanno mostrando una certa difficoltà nell’interpretarlo correttamente.

Mutamento di rilevo anche sull’esposizione settoriale il cui focus si sposta dai beni di consumo primari e finanza, scelta quest’ultima per motivi puramente opportunistici, alle energie alternative che dopo aver subito una pesante correzione durante la crisi potrebbero avere interessanti prospettive anche nel breve termine per quanto concerne le energie pulite. Tra gli asset obbligazionari continua a prevalere il breve termine area euro con un piccola percentuale di dollaro Usa, che potrebbe dare origine ad un rimbalzo. Rimane anche una quota limitata sui fondi specializzati sui derivati nell’ambito delle materie prime con scopi di diversificazione e di sfruttamento della volatilità dei sottostanti. 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consigli per gli investitori: puntare sulle nuove tecnologie e differenziare il portafoglio

Portafoglio della settimana – Meglio evitare il petrolio

Portafoglio consigliato – Convertirsi a un buon rendimento

Ti può anche interessare

Pir, le strategie delle banche e delle reti

Secondo il settimanale Milano Finanza, almeno dieci società dell'asset management si preparano a la ...

Pir, volano per l’Aim Italia

Sulla base della metodologia utilizzata da IR Top la stima dell’impatto generato dai Pir sul merca ...

Hurlin (Capital Group): “Tutte le potenzialità dei bond high yield”

Per l’investment spacialist di Capital Group le obbligazioni ad alto rendimento sono attualmente i ...