Bmo: gli investitori Sri guardano agli stipendi dei top manager

A
A
A

Le politiche di remunerazione e impatto sociale sono al centro della scena in vista delle assemblee degli azionisti 2017, spiega la tredicesima edizione della Relazione Annuale sugli Investimenti Responsabili di BMO Global Asset Management.

Chiara Merico di Chiara Merico20 aprile 2017 | 15:58

POLITICHE DI REMUNERAZIONE AL CENTRO – Ancora una volta le politiche di remunerazione dei vertici aziendali saranno al primo posto nell’agenda degli investitori durante la stagione assembleare 2017. Questa la principale conclusione della tredicesima edizione della Relazione annuale sugli investimenti responsabili di BMO Global Asset Management, pioniere nel campo degli investimenti responsabili e tra i primi firmatari dei Principi di Investimento Responsabile promossi dalle Nazioni Unite (UN PRI). Il rapporto esamina i risultati delle attività di partecipazione attiva (engagement) che BMO Global Asset Management ha intrapreso nel 2016 con oltre 700 società di 52 Paesi su temi ambientali, sociali e di governance aziendale, nella convinzione che una sana gestione di questi fattori possa aiutare a ridurre i rischi e supportare le performance delle società di lungo periodo. In Italia, BMO ha condotto 30 azioni di engagement con 15 società su un ampio ventaglio di temi. BMO ha all’attivo nel 2016 più di 93.000 votazioni in 9.000 assemblee degli azionisti in 73 Paesi in tutto il mondo. Di queste, il 52% delle votazioni in materia di remunerazione dei vertici aziendali (44% nel 2015) ha visto il gestore canadese votare “contro” le proposte del management. Inoltre, per la prima volta, nella Relazione è stata tenuta traccia di come l’attività di engagement abbia contribuito allo sviluppo di condizioni di lavoro dignitose, alla tutela ambientale, ma anche per la pace, la giustizia e la promozione di istituzioni solide in linea con i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile sviluppati dalle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals).

UN CHIARO SEGNALE – “La remunerazione continua ad attrarre significativa attenzione sia da parte della comunità finanziaria sia dall’opinione pubblica. Nel corso del 2016, abbiamo usato il nostro voto per mandare un chiaro segnale ai consigli di amministrazione e al management delle società nelle quali riscontriamo un disallineamento tra la retribuzione e i risultati aziendali di lungo termine”, ha commentato Vicki Bakhshi, head of governance and sustainable Investment di BMO Global Asset Management (EMEA). “Nel complesso, gli investimenti responsabili continuano a guadagnare slancio, soprattutto grazie alla crescente consapevolezza che tenere in considerazione tematiche ESG non inficia il rendimento degli investimenti di lungo periodo. Questioni come la corporate governance, così come gli standard di lavoro e ambientali non sono solo questioni etiche ma anche finanziarie. Guardando al futuro, vediamo che l’attenzione degli investitori responsabili sta passando dalla valutazione dei rischi a quella delle opportunità e dell’impatto positivo delle società sull’ambiente e sulla società. Le nostre attività di partecipazione attiva, nel lungo periodo, hanno ottenuto come risultato l’adozione da parte delle aziende dei nostri suggerimenti contribuendo così ad una riduzione dei rischi ESG dei loro business. Nel 2016, abbiamo registrato 191 casi di cambiamento aziendali che noi consideriamo pietre miliari”, ha concluso Vicki Bakhshi.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bmo lancia un fondo sui mercati emergenti

Bmo: i falchi mettono il turbo ai rendimenti

BMO: un nuovo trend per le small cap europee

Ti può anche interessare

BlackRock, volano gli utili e gli asset in gestione

La società ha messo a segno profitti netti per 862 milioni di dollari, pari a 5,23 dollari per azio ...

Classifiche Bluerating: Neuberger Berman in testa tra gli obbligazionari Usa – corporate high yield

Secondo le analisi Bluerating basate su 130 fondi della categoria Obbligazionari Usa - corporate hig ...

Classifiche Bluerating: Ubs in testa tra i fondi Azionari Tematici – Investimenti Etici e Socialmente Resp. (Globale)

Secondo le analisi di Bluerating basate su fondi della categoria Azionari Tematici - Investimenti Et ...