Fondi comuni – Le migliori performance di maggio

A
A
A

Vince l’healtcare. Bene la performance delle gestioni attive nello stesso settore di Raiffeisen e Bnp Paribas.

di Redazione30 giugno 2011 | 08:30

Le analisi di maggio mettono subito in evidenza uno dei settori con più consolidato trend strutturale, l’healthcare, il miglior fondo del mese è infatti l’”Eaton Vance Worldwide Health Sciences” con quasi il 7% di rendimento nel mese di maggio e 4,72% dall’inizio dell’anno. Un rendimento importante da associare al buon andamento del settore considerando che tra i migliori 10 in ordine di performance mensili registriamo ben altri 6 strumenti analoghi, tra i quali, scorrendo la classifica, il “Raiffeisen Az. Healthcare”, il “BNP Paribas L1 Eq. Health Care World” e l’”ING (L) Invest Health Care”. Buon posizionamento anche per il “Morgan Stanley Global Brands”, primo tra i fondi globali, ben rappresentati nella classifica del mese, mentre tra i fondi obbligazionari in vetta registriamo l’”ING (L) Renta Dollar”, anche grazie alle fluttuazioni valutarie che lo hanno favorito e che sicuramente hanno avuto un ruolo importante anche per gli altri fondi citati. Globalmente gli strumenti che investono sui bonds sono in maggioranza e sono caratterizzati da una natura geografica globale o comunque extraeuropea. Analizzando i risultati dall’inizio dell’anno, pur mantenendosi la presenza non indifferente del citato settore farmaceutico-sanitario, il quadro che ne emerge è molto differente, mostrando un’assoluta prevalenza dei fondi azionari. La vocazione geografica prevalente sono gli USA, con una fetta importante di prodotti a valuta coperta.

L’elevata volatilità dei cambi ha avuto anche in questo caso un ruolo determinante grazie alla forte crescita della moneta unica europea. Tra i Fondi con migliore performance registriamo anche in questo caso un titolo dell’healthcare come il “Janus Global Life Sciences”, con una performance da inizio anno prossima al 15%. Una variazione sicuramente interessante per questo “best mover” del comparto, che precede di pochissimo un altro fondo la cui performance da inizio anno raggiunge il 14,9%, il “Threadneedle American Select”. Un fondo, quest’ultimo, specializzato nella selezione di titoli azionari statunitensi, che riflette anche in questo caso l’andamento del mercato sottostante, considerando che tra i primi 10 della classifica altri 3 sono indirizzati agli States e nella maggioranza dei casi ai titoli a larga capitalizzazione. Stesse dimensioni aziendali di riferimento anche per il “Morgan Stanley Global Brands” (nella versione Euro-hedge), che registra una performance del 13,75% nel periodo in oggetto, con un investimento orientato principalmente ai titoli azionari di società dei paesi sviluppati così come il “Credit Suisse EF (Lux) Global Security”, che raggiunge un buon +11,4%. Tra i pochi fondi obbligazionari, infine, il primo è il “Nordea European High Yield Bond”, espresso in corone svedesi, con un rendimento dall’inizio dell’anno quasi del 10%.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bnp Paribas Ip: sottopeso nell’azionario

Bnp Paribas Ip: gli investitori cercano opportunità in Europa

Bnp Paribas IP: Jackson Hole fa luce sulle intenzioni della Fed

Bnp Paribas IP: prospettive incerte per la politica monetaria

Super campagna acquisti per Bnl-Bnp Paribas Life Banker

Bnp Paribas IP: Cina e Usa, non fidatevi delle apparenze

Bnp Paribas Ip: la Fed dovrebbe mantenere una politica espansiva

Bnp Paribas Ip: nervi più saldi per gli attivi rischiosi, ma i beni rifugio restano ancora molto ricercati

A Bnp Paribas Ip va il premio “Le Fonti”

Bnp Paribas, plusvalenza da 565 milioni

Bnp Paribas Ip lancia la strategia del dividendo responsabile

Joost van Leenders (Bnp Paribas Ip): “Prospettive favorevoli per l’Area Euro”

Bnl-Bnp Paribas Lb arruola 10 consulenti in tutta Italia

Bnl Bnp Paribas Lb nomina Crespi area manager di Como e Varese

Ingresso in rosa per Theam (Bnp Paribas IP)

Bnp Paribas Ip: si avvicina un nuovo rialzo dei tassi Usa

Bnp Paribas IP: la crescita globale ristagna, mercati in difficoltà

Bnp Paribas lancia due obbligazioni senior

Bnp Paribas lancia un’Opv su cinque certificati

Bnp Paribas Ip: le fluttuazioni del greggio e l’altalena sui dati tengono sulla corda i mercati

Bnp Paribas IP: l’avversione al rischio non prevale ancora sui mercati

Bnl Bnp Paribas, arrivano altri otto Life Banker

Da Bnp Paribas due obbligazioni in sterline e real

Bnp Paribas Ip: la Yellen (Federal Reserve) solleva il morale dei mercati

Bnp Paribas IP: fondamentali i consumi per la crescita

Bnp Paribas Ip: Bce audace, ma le altre non intervengono

Artigiancassa lancia la nuova app Swizzy

Bnp Paribas IP: la BCE prova la terapia shock

Classifiche Bluerating: Generali in testa sugli Obbligazionari area euro governativi

Bnp Paribas Ip: I mercati sperano nelle banche centrali

Bnp Paribas emette due nuovi bond senior in valuta estera

Bnp Paribas quota una serie di nuovi Mini Futures

Bnp Paribas mette il Turbo ai suoi certificati

Ti può anche interessare

Lemanik: dollaro debole ed eccesso di debito indeboliscono l’economia Usa

L'economia Usa non riuscirà a smuoversi dai tassi di crescita recenti ed eventuali uscite al rialzo ...

Amundi lancia la distribuzione in Italia dei comparti Cpr Invest

La sicav CPR Invest è un veicolo costituito nel 2014 per agevolare la distribuzione internazionale ...

Ambrosetti Am Sim: mercati e incertezze politiche, quali strategie anti-spread per i portafogli?

Secondo Riccardo Ambrosetti la soglia 200 dello spread, così come un rendimento del decennale itali ...