Debutta il primo Pir de La Financiere de l’Echiquier

A
A
A

Echiquier Rinascimento investe in small&mid cap italiane ed europee.

Chiara Merico di Chiara Merico1 giugno 2017 | 09:46

IL LANCIO – La Financière de l’Echiquier (LFDE) annuncia il lancio di Echiquier Rinascimento, un fondo Pir che investe in small&mid cap italiane ed europee.  Echiquier Rinascimento attinge dall’esperienza di LFDE nel segmento delle piccole e medie capitalizzazioni europee. Il fondo predilige i progetti a forte crescita autonoma rispetto al ciclo, meno sensibili ai grandi trend macroeconomici e rispecchia il DNA di La Financière de l’Echiquier, basato sulla conoscenza approfondita delle aziende e degli imprenditori.  Echiquier Rinascimento poggia sulla metodologia disciplinata di un team dedicato formato da tre gestori e un analista che vantano un ottimo track record, tra l’altro con Echiquier Entrepreneurs – fondo small cap Europa –  che registra dal lancio nel 2013 una performance annualizzata del 20,2% e una performance cumulata del 91,8% (al 30/04/2017). Per selezionare i 40 titoli che oggi compongono il fondo all’interno di un universo di investimento fatto di 3.700 titoli, il team svolge un’analisi quantitativa e fondamentale rigorosa e dedica una particolare attenzione alla governance. In accordo con la normativa, il portafoglio di Echiquier Rinascimento è composto per il 70% almeno di azioni di società fiscalmente residenti in Italia o all’interno dello Spazio Economico Europeo e che abbiano una branch in Italia, e di cui il 30% almeno sono aziende di media dimensione.

VALORE AGGIUNTO – “Con il Pir, come già accaduto in Francia con il Plan d’Epargne en Actions (PEA), l’Italia ha emesso une segnale forte a favore delle aziende e del risparmio nel lungo periodo”, ha commentato Didier Le Menestrel, presidente fondatore di La Financière de l’Echiquier. “L’agevolazione fiscale a esso collegata è una misura pragmatica e di buon senso a sostegno dei risparmiatori e delle piccole e medie aziende che sono così vitali per la dinamicità dell’ecosistema borsistico europeo. Siamo veramente lieti di contribuirvi con il lancio di Echiquier Rinascimento“. “Speriamo in questo modo di continuare a dimostrare ai nostri clienti il valore aggiunto di una gestione attiva fatta di convinzioni in un contesto di tassi storicamente bassi”, ha aggiunto Jean-François Bay, strategy, development and international director.  

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

La Financière de l’Echiquier, de Berranger nuovo cio

La Financière de l’Echiquier si rafforza con Bay

Jourdan (La Financière de l’Echiquier): “Perché investire in bond convertibili”

Ti può anche interessare

Aberdeen porta al Salone del Risparmio le “Storie dal mondo del reddito fisso”

Dai Sette nani a Sindbad il marinaio, dalla Quercia e la canna ai Vestiti nuovi dell’imperatore, l ...

Anima, nel primo semestre corre la raccolta

La raccolta netta del gruppo Anima nei primi sei mesi del 2017 è stata positiva per circa 1,7 milia ...

Compie 5 anni il Nordea 1 – EM Bond Fund

Il fondo è gestito da Prudential Global Investment Management (PGIM), in linea con quello che è l ...