Fondi, bufera su Aberdeen

A
A
A

Ancora un’ondata di riscatti sul gestore scozzese. Che paga il focus eccessivo sui mercati emergenti.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino6 giugno 2017 | 08:30

Grosse difficoltà per Aberdeen Asset Management, il gestore scozzese quotato a Londra, guidato da Martin Gilbert e impegnato nella fusione da 3,8 miliardi di sterline con Standard Life per creare il più grande fund manager inglese.

Il bilancio chiuso a marzo scorso, infatti, è stato il quarto consecutivo chiuso con una raccolta negativa, registrando nel dettaglio deflussi per quasi 3 miliardi di sterline. Aberdeen Am ha comunicato che i riscatti nei sei mesi fino allo scorso marzo sono stati pari a 13,4 miliardi, e di questi ben 10,5 miliardi concentrati nel periodo ottobre-dicembre 2016, cui si sono aggiunti 2,9 miliardi da gennaio a marzo di quest’anno.

Aberdeen Am, con asset in gestione per oltre 360 miliardi, sta pagando sia lo spostamento degli investitori verso i meno costosi fondi a gestione passiva, sia il suo focus troppo concentrato sugli investimenti nei mercati emergenti che fra il 2014 e il 2015 hanno registrato una generale disaffezione.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Aberdeen Asset Management a caccia di hedge

Ti può anche interessare

Salone del Risparmio, svelate le date dell’edizione 2018

La rassegna si terrà da martedì 10 a giovedì 12 aprile presso il MiCo – Milano Congressi di Via ...

Troppi derivati, multa della Consob ad Advam Partners

Sanzioni per 98mila euro complessivi ai danni di diversi esponenti aziendali. L'authority riconosce ...

Polizze Vita, brusca frenata della raccolta

A novembre i prodotti finanziari-assicurativi hanno registrato flussi netti positivi per 6,2 miliard ...