State Street lancia il FintechLab con la Bocconi

A
A
A

Il FinTech Lab, che verrà presentato il 9 giugno 2017 con un evento inaugurale, consentirà agli studenti dell’Executive Master in Finance della SDA Bocconi di partecipare ad un ciclo di otto seminari.

Chiara Merico di Chiara Merico7 giugno 2017 | 09:48

LA PARTNERSHIP – State Street e SDA Bocconi School of Management annunciano una nuova partnership per la creazione del primo State Street FinTech Lab in Italia, finalizzato a promuovere la cultura e la consapevolezza dell’impatto delle nuove tecnologie sul settore finanziario.L’iniziativa si inserisce in una più ampia partnership tra State Street e SDA Bocconi volta a supportare l’Executive Master in Finance, con contestuale istituzione di due borse di studio. Il FinTech Lab, che verrà presentato il 9 giugno 2017 con un evento inaugurale, consentirà agli studenti dell’Executive Master in Finance della SDA Bocconi – coordinato dall’Academic Director Andrea Beltratti e dal Program Director Alessia Bezzecchi – di partecipare ad un ciclo di otto seminari, tenuti da guest speaker internazionali. I seminari si propongono di offrire un’ampia panoramica sui principali temi legati al FinTech, tra cui la crescente diffusione delle tecnologie emergenti legate ai servizi di robo-advisory nell’ambito della consulenza finanziaria, l’avvento dell’Internet of Things, la rilevanza dei big data, del machine learning e dell’artificial intelligence.

PERCORSO CONGIUNTO- Danilo Verdecanna, country manager di State Street Global Advisors, ha commentato: “Ogni giorno nel mondo viene creata una enorme quantità di dati e informazioni, che possono essere utilizzati in modo concreto e intelligente. Siamo orgogliosi di poter contribuire alla formazione di specialisti in questo ambito, grazie anche a un partner di eccellenza come la SDA Bocconi School of Management”. “Siamo molto lieti di avviare un percorso congiunto con la SDA Bocconi School of Management sull’innovazione tecnologica nel settore finanziario”, ha commentato Riccardo Lamanna, senior vicepresident e country manager di State Street Global Services in Italia. “Numerose ricerche che abbiamo promosso negli ultimi anni evidenziano la crescente importanza del FinTech. Questa iniziativa in particolare ci permetterà di svolgere attività di formazione mirate che coinvolgeranno i dirigenti di domani e che auspichiamo possano portare a un’accelerazione dell’evoluzione del settore finanziario”. “La filosofia formativa dell’Executive Master in Finance si basa sulla combinazione tra metodi rigorosi ed applicazioni interessanti, con l’obiettivo di trasformare la conoscenza in azione”, ha aggiunto l’academic director Andrea Beltratti. “Il fintech è un esempio ideale per applicare tale filosofia: è un fenomeno nuovo e rilevante, in grado di cambiare i modelli di business del’intero settore finanziario. Per i partecipanti del nostro Master questa sarà una grande opportunità di accrescere la propria conoscenza del FinTech grazie ad alcuni dei protagonisti di questo grande cambiamento”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Clamoroso: divorzio Salone Risparmio-Bocconi

E' uscito il nuovo ADVISOR

Ti può anche interessare

Farad Group lancia la piattaforma Magnetica Sicav-Raif

I Raif (Reserved Alternative Investment Fund), ovvero i fondi di investimento alternativi riservati, ...

Polizze Vita, così cambieranno le regole

Con la direttiva europea Idd, tutte le polizze finanziarie verranno sottoposte alla vigilanza Consob ...

Arrivano i Pir targati Credit Suisse Am

La società di gestione adegua alla nomativa sui piani individuali di risparmio il portafoglio del s ...