Zeitouni (Candriam): “Così investiamo sui campioni del digitale”

A
A
A

Intervista al gestore del fondo Candriam Dynamic Long Short Digital Equity che verrà lanciato il Italia il 26 giugno.

Andrea Telara di Andrea Telara16 giugno 2017 | 13:14

Cesar Zeitouni (nella foto) è un ingegnere delle telecomunicazioni che segue il settore tecnologico fin da quando ha mosso i primi passi nel mondo del lavoro, prima come consulente e poi come asset manager. Ed è proprio in quest’ultima veste che Zeitouni ha elaborato una strategia di gestione per puntare sui titoli di aziende del comparto digitale attraverso un fondo di investimento a volatilità contenuta. Si tratta del Dynamic Long Short di Candriam che ha come obiettivo un rendimento annuo del 3-5% (tra gennaio e giugno ha già guadagnato il 4% circa) , accompagnato da una volatilità del 3-7%, che, per un fondo azionario, è certamente bassa.

“Nel portafoglio globale di un investitore, il fondo che gestisco può rappresentare una valida alternativa a un prodotto obbligazionario tradizionale o che investe nei titoli high yield”, dice Zeitouni, che ricorda come il mercato dei bond oggi si trovi in una fase particolare, visto che i tassi d’interesse sono ai minimi storici e, quando torneranno a crescere, daranno probabilmente il via a un ciclo negativo per i prezzi dei titoli a reddito fisso già emessi sul mercato.

LANCIO IN ITALIA – Presente sul mercato francese, il Candriam Dynamic Long Short verrà lanciato anche in Italia il 26 giugno. Investe nei titoli del comparto digitale con strategie long/short, cioè puntando sia sui rialzi che sui ribassi delle azioni. “E’ importante sottolineare che quando si parla di digitale” aggiunge Zeitouni, “ormai non si fa più riferimento soltanto al settore dell’information technology”. Le attività produttive che caratterizzano il mondo dell’industria e quello dei servizi, infatti, oggi stanno vivendo un processo di profonda digitalizzazione.

Il gestore di Candriam ricorda anche che, secondo la classificazione fatta dalla società di ricerche Gartner, le innovazioni tecnologiche delle aziende hanno di solito un ciclo che si articola in 5 fasi. C’è un primo step (durante il quale il gestore sceglie di non investire mai) che è caratterizzato da grandi aspettative sugli effetti generati dall’innovazione stessa. Poi c’è una fase di disillusione dove si scopre che certi titoli sono sopravvalutati e allora conviene andare short, cioè puntare sui loro ribassi. Segue un terzo step in cui, a causa di un pessimismo eccessivo, alcune azioni risultano invece sottovalutate. E’ qui che conviene andare invece long, cioè acquistare i titoli con una approccio rialzista, per poi tornare ad avere una strategia short quando la tecnologia è matura e la produttività da questa generata torna a essere piatta.

TRA RIALZI E RIBASSI – I titoli su cui investe il Candriam Dynamic Long Short si dividono sostanzialmente in tre categorie. Ci sono i cosiddetti campioni digitali come i colosso della rete Google, il leader dell’open source Red Hat o la compagnia di telecomunicazioni Orange su cui il fondo investe soltanto con delle strategie long, poiché si tratta di azioni che beneficiano di un trend di crescita di lungo termine. Poi ci sono altri titoli classificati come Winners o Loosers, sui quali vengono messe in atto strategie sia long che short. Si punta cioè sui rialzi delle aziende che sono riuscite a vincere le sfide nella loro area di business (per esempio la società di consulenza Capgemini o la web company Scout24) e si scommette sui ribassi di quella aziende che invece non sono riuscite a tenere il passo dei leader. Infine, c’è una terza categoria di titoli su cui vengono attuate strategie opportunistiche long/short con operazioni di trading e con una rotazione del portafoglio più frequente, a causa di eventi speculativi  legati all’attualità come le operazioni di fusione e acquisizione o il consolidamento di alcuni settori.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Candriam strappa un manager a Franklin Templeton

Candriam, primo semestre in crescita

Candriam prende Minichetti da Edmond de Rothschild

Candriam: Cina, una garanzia di stabilità?

Candriam punta sul digitale con un nuovo fondo

Candriam lancia una gamma di strategie sugli Etf

Candriam: Biotech, performance in dirittura d’arrivo

Candriam: gli investimenti sostenibili piacciono sempre più ai cf

David (Candriam): “Ai consulenti piace la finanza sostenibile”

Candriam lancia una strategia sulla robotica

Candriam lancia una nuova strategia su tecnologia e robotica

Candriam, 2016 da record in Italia

Candriam: Fed, dalle parole ai fatti

Candriam, Aum in crescita nel 2016

ConsulenTia17/ David (Candriam): I punti di forza degli investimenti socialmente responsabili

Candriam: riforma fiscale Usa, un rischio per il commercio internazionale

Candriam: ripensare il processo di investimento per far fronte ai nuovi rischi

Classifiche Bluerating: Candriam in testa tra i fondi a ritorno assoluto – long short strategy

Candriam inaugura la sede di New York

Candriam: economia globale in ripresa nonostante le incertezze politiche

Candriam Investors Group, arriva Cesar Zeitouni

Candriam si rafforza con Elias Fahrat

Candriam, ecco i vantaggi delle strategie absolute performance

Candriam: ecco come valutare il premio al rischio europeo

Candriam: l’economia circolare, una sfida dei nostri tempi

Candriam: gli effetti delle presidenziali Usa sul mercato

Candriam, Aum a +2,5 miliardi nel primo semestre

Candriam è negativa sulle banche italiane

Candriam lancia altri due fondi Sri

Per gli investitori è tempo di abbracciare i robot?

Candriam affida la ricerca dei talenti a Nadia Tortel

Candriam, ecco gli scenari del dopo-Brexit

Candriam, ecco la neo senior relationship client manager

Ti può anche interessare

Salone del Risparmio 2017, i protagonisti della prima giornata

Il presidente di Assogestioni Corcos e la firma del Financial Times Martin Wolf accanto al ministro ...

Citywire, ecco i nomi dei gestori più bravi con i bond – Us Dollar – high yield

Citywire svela nomi e cognomi dei fund manager che si sono distinti nella gestione di fondi che inve ...

Covip, fondi pensione meglio del Tfr

La relazione annuale della Authority offre un quadro nitido sul peso crescente della previdenza comp ...