Mifid 2, Kempen Capital abbuona ai clienti una parte di costi

A
A
A

La società ha deciso di farsi carico delle spese sostenute per le anlisii esterne sui mercati che, in base alla nuova direttiva europea sui servizi finanziari, potrebbero ricadere sugli investitori.

Andrea Telara di Andrea Telara20 giugno 2017 | 14:52

Con l’arrivo della direttiva Mifid 2,  Kempen Capital non farà pagare ai clienti i costi sostenuti per le attività di ricerca sui mercati finanziari. Si tratta di una categoria di spese che, in base alla direttiva europea, deve essere esplicitata e separata dagli altri costi. A dare l’annuncio di questo “bonus” è stata la stessa società in un comunicato

La direttiva Mifid 2 prevede che i costi specifici sostenuti per la ricerca esterna in materia di investimenti devono essere resi trasparenti e facilmente individuabili. In base all’attuale prassi, i costi di analisi e negoziazione sono inglobati in una commissione unica, il costo che il cliente paga per la transazione. Separare i costi sostenuti per la ricerca esterna sugli investimenti, un concetto noto nel settore con il nome di “unbundling”, dovrebbe aumentare la trasparenza nella struttura dei costi dell’investimento.

Lars Dijkstra, chief investment officer di Kempen Capital  ha dichiarato: ‘Siamo favorevoli a qualsiasi decisione che porti a una maggiore trasparenza ed efficienza del settore finanziario. Kempen ha sempre investito molto nella qualità e quantità del suo sistema di ricerca in-house perché ci rende meno dipendenti dai fornitori esterni di servizi di ricerca. Naturalmente continueremo a collaborare anche in futuro con un gruppo di fornitori di servizi di ricerca sugli investimenti selezionati e rinomati per la qualità.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Kempen lancia un nuovo fondo sull’high yield

Kempen entra nell’Urban Land Institute

Kempen nomina Mnatsakanian a capo degli investimenti Sri

Ti può anche interessare

Assogestioni: Intesa fa il pieno, Pioneer maglia nera

È ancora una volta Intesa Sanpaolo la regina della raccolta registrando un dato positivo per circa ...

Classifiche Bluerating: Arca in testa tra i fondi Diversificati Prudenti

Secondo le analisi di Bluerating basate su 90 fondi della categoria diversificati prudenti, il primo ...

Classifiche Bluerating: Union Investment in testa tra i fondi a ritorno assoluto – tassi e valute

Secondo le analisi di Bluerating basate su fondi della categoria ritorno assoluto - tassi e valute, ...