Derivati, Bnp Paribas Securities Services e Dtcc aiutano i clienti a conformarsi agli obblighi Emir

A
A
A

La European Market Infrastructure Regulation per il reporting dei contratti derivati Otc ha l’obiettivo di la trasparenza dei mercati e mitigare i rischi sistemici.

di Redazione30 luglio 2013 | 14:36

ACCORDO TRA BNP SECURITIES SERVICES E DTCCBnp Paribas Securities Services ha siglato un accordo con Dtcc Derivatives Repository Limited, società con sede a Londra, per supportare i propri clienti buy-side e sell-side nel conformarsi agli obblighi imposti dalla European Market Infrastructure Regulation (Emir) per il reporting dei contratti derivati Otc.

EMIR – Con l’obiettivo di aumentare la trasparenza dei mercati e mitigare i rischi sistemici, Emir prescrive infatti a tutti i partecipanti di segnalare le transazioni in derivati Otc e derivati listati a un trade repository. Quest’ultimo riveste un ruolo di deposito di informazioni, raccogliendo i dettagli di tutte le transazioni in derivati esclusivamente ai fini di consultazione ed eventuale ispezione da parte degli organi regolatori. Una controparte del contratto può delegare l’attività di reporting all’altra controparte oppure un terzo soggetto può essere designato ad ottemperare a tale obbligo al fine di ridurre non solo il costo ma anche l’aggravio in termini di tempo e il rischio sistemico.

PAROLA AD ALESSANDRO GIOFFREDA
– “Gran parte delle controparti del mercato associano ancora Emir esclusivamente al clearing. Pertanto, molti player potrebbero trovarsi impreparati a conformarsi alle disposizioni in merito al reporting che entreranno in vigore nel gennaio 2014”, ha osservato Alessandro Gioffreda, direttore generale di Bnp Paribas Securities Services in Italia. “Il nostro accordo con Dtcc fornisce una soluzione efficace per coprire integralmente l’obbligo di reporting in modo efficiente e tempestivo. In questo contesto ci aspettiamo pertanto una forte domanda di reporting conto terzi”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Con il rialzo dei tassi, spazio alle convertibili

Le obbligazioni convertibili sono tradizionalmente note come asset “per tutte le stagioni” in vi ...

Arca Fondi, Lusignani alla presidenza e 900 milioni di raccolta in 4 mesi

La società di gestione ha nominato il successore di Guido Cammarrano e diffuso i dati sui flussi de ...

GAM: A-shares cinesi negli indici MSCI, un riconoscimento solo formale?

Il 21 giugno la notizia del giorno è stata l’inclusione della Cina nell’indice MSCI Emerging Ma ...