Bottillo (Natixis Global AM): vi spiego il nostro approccio

A
A
A

L’a.d.: “La nostra filosofia è studiare nuove soluzioni per costruire portafogli adatti ad affrontare diverse fasi di mercato e in grado di raggiungere obiettivi di lungo periodo”.

Maria Paulucci di Maria Paulucci30 ottobre 2013 | 12:00

IL 2013 DI NATIXIS GLOBAL AM – “Nonostante la crisi che ha colpito il sistema negli ultimi anni, il nostro gruppo ha registrato una crescita costante, anche rispetto ai principali competitor. In particolare, il 2013 è stato uno dei anni migliori. In termini di presenza globale, negli ultimi due anni la piattaforma offerta da Natixis Global AM si è ulteriormente arricchita con l’acquisizione di nuove società di gestione e l’apertura di nuove sedi a livello internazionale. In Italia abbiamo registrato buoni flussi in termini di masse gestite, sia sul canale istituzionale, sia dal lato wholesale dove stiamo stringendo nuovi accordi con reti distributive”. A parlare è Antonio Bottillo, amministratore delegato per l’Italia di Natixis Global AM.

I PROGRAMMI PER L’ANNO NUOVO – Ma quali novità prodotto avete in serbo per il 2014? Risponde l’a.d.: “La nostra filosofia è da sempre quella di non offrire solo e semplicemente prodotti, ma quella di studiare nuove soluzioni per costruire portafogli adatti ad affrontare diverse fasi di mercato e in grado di raggiungere obiettivi di lungo periodo. Questo nuovo approccio, che indichiamo con il nome di Durable Portfolio Construction, si basa su alcuni pilastri: la rigorosa gestione del rischio; una attenta diversificazione, non solo a livello geografico e settoriale, ma anche tra diverse asset class e strategie di investimento; un uso più efficiente delle asset class tradizionali, implementato per esempio nell’ambito delle strategie obbligazionarie flessibili multisettoriali di Loomis Sayles o delle strategie azionare attive di Harris Associates; la considerazione di strumenti/tecniche alternative come le strategie di gestione della volatilità di Seeyond, recentemente rese disponibili anche per gli investitori italiani, le tecniche di copertura del rischio azionario offerte da Gateway e le strategie innovative minimum variance e risk parity sulle commodity di Ossiam per ridurre l’esposizione alla volatilità dei mercati”.

Le novità in serbo per il 2014 di alcune delle principali case estere presenti in Italia le puoi scoprire sul numero di novembre del mensile BLUERATING.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

UBP: potenziali sottoperformance in vista per il debito sovrano europeo

Per Christel Rendu de Lint, head of global & absolute return Fixed Income di Union Bancaire Priv ...

Pimco: strategia Income, posizionamento attivo in un contesto incerto e volatile

Secondo Dan Ivascyn e Alfred Murata il futuro della politica fiscale e monetaria è estremamente inc ...

Symphonia sgr, in rampa di lancio due Pir

il Symphonia Azionario Small Cap Italia, sempre stato Pir compliant, ora deve creare un’apposita c ...