Quinto (Franklin Templeton): possibile apertura di nuove sedi

A
A
A

Magari nel Sud d’Italia, dice a BLUERATING il manager, “per stringere i rapporti con le reti di promotori finanziari di quei territori”.

Maria Paulucci di Maria Paulucci29 gennaio 2015 | 13:57

RAPPORTI DI COLLABORAZIONE – “La nostra strategia per il 2015 è volta a rafforzare i rapporti di collaborazione con le reti distributive locali. Oltre ai presidi già aperti, organizzeremo nuovi incontri sul territorio che ci consentono di cogliere in tempo reale le esigenze e le richieste degli investitori, nonché di promuovere un’attività di educazione finanziaria a livello locale”. A dirlo è Michele Quinto, sales director retail di Franklin Templeton, tra gli sponsor di ConsulenTia 2015, evento in programma a Roma dal 3 al 5 febbraio (qui la notizia).

NUOVE SEDI LOCALI
– “Nel corso del 2015 pensiamo di aprire altre sedi locali di Franklin Templeton, magari nel Sud d’Italia, per stringere i rapporti con le reti di promotori finanziari di quei territori”, aggiunge Quinto. “A livello di offerta, stiamo puntando sui prodotti bilanciati, che consentono di aumentare la componente azionaria in portafoglio, senza trascurare importanti novità che, in seguito all’acquisizione nel 2012 da parte di Franklin Templeton di K2 Advisors, consentono di accedere a un portafoglio diversificato di strategie di investimento alternative di selezionati gestori di hedge fund”.
Non perdere lo speciale ConsulenTia 2015 sul numero di febbraio del mensile BLUERATING.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Quinto (Franklin Templeton): “Così cambieranno i rapporti tra gestori e consulenti”

Ti può anche interessare

Fidelity lancia un fondo sulle strategie Esg

Il fondo mira a ottenere una crescita del capitale a lungo termine, privilegiando le società che ma ...

Kairos si rafforza con Camilla Ticozzi Valerio

La manager, 38 anni, laureata in Economia Aziendale presso l’Università Bocconi di Milano, prima ...

Rossi (Bankitalia): “Non sottovalutare i rischi dei Pir”

Il direttore generale della Banca d’Italia saluta con favore i dati molto positivi sulla raccolta ...